Porto San Giorgio: Francesco Gramegna: “Ho già in mente la nuova amministrazione”

3' di lettura 07/05/2022 - Quarant'anni di associazionismo e volontariato alle spalle, dieci da vicesindaco nell'amministrazione Loira, Francesco Gramegna è il candidato Sindaco per il Partito Democratico alle comunali di Giugno 2022.

“Iniziamo questo viaggio verso una Porto San Giorgio migliore. La mia candidatura nasce da una conoscenza profonda del mondo dell'associazionismo e del volontariato. Anche come vicesindaco nell'amministrazione Loira ho avuto modo di approcciarmi alle politiche sociali, alle scuole. Ho imparato a conoscere molto bene la macchina amministrativa, che si sta evolvendo. Abbiamo un progetto preciso in mente”. Inizia così il discorso del candidato sindaco Francesco Gramegna per le comunali 2022, attuale vicesindaco con delega di assessore alle politiche sociali, giovanili, della famiglia e dell'istruzione, il cui valore di riferimento per il proprio programma elettorale è uno solo: la qualità. Qualità di servizi, di tradizioni, di turismo esperienziale, di paesaggi, ma soprattutto di una nuova amministrazione che si caratterizzi per volti nuovi e persone con esperienza politica alle spalle, rinnovamento e coerenza. “Il nostro gruppo – asserisce Gramegna – non è nato per una circostanza elettorale. Noi non abbiamo nascosto nessun simbolo. Ci presenteremo con le nostre facce e le nostre liste”. Gramegna si riferisce infatti alle quattro liste che si sono riunite sotto il suo nome per la corsa alla carica di sindaco: “Pd, Noi #PortoSanGiorgio, i riformisti di Sangiorgio Viva e Porto San Giorgio Bene Comune. “Ci sono stati molti confronti accesi ed è anche questo quello che identifica un gruppo. Ma l'amore per Porto San Giorgio ha prevalso e ci ha spinti ad andare avanti”.

Due sono i punti su cui si sofferma Gramegna nel suo discorso: Lungomare Gramsci ed Excelsior. Due situazioni che sottolineano un passaggio di testimone, con molte differenze, tra l'amministrazione Loira uscente e la probabile futura Gramegna, due progetti che andranno ad identificare l'operato del neo candidato sindaco: “Abbiamo una sede sul lungomare, fatta di giovani e rivolta ai giovani. Sul lungomare c'è anche la tanto discussa pista ciclabile. Questa strada ha una vocazione turistica e come tale deve essere messa in sicurezza e trasformata in una strada a lenta viabilità dove ci siano spazi sicuri per tutti. Orgoglioso di aver fatto parte dell'amministrazione Loira che è riuscita ad ottenere un finanziamento con i fondi del Pnrr di 4 milioni di Euro, nonostante qualcuno si sia anche opposto”. Sul cinema Excelsior, invece, luogo antistante la seconda sede del Pd dove si è tenuta la presentazione della candidatura: “È un simbolo di ripartenza. Il nostro programma prevede una Porto San Giorgio che deve tornare a vivere e viversi appieno. Ci deve essere coesione sociale, un punto, uno spazio, un centro dove possano aggregarsi tutte le associazioni di vario genere del territorio. Tutti quanti siamo diretti verso un bene comune”.

“Perché dovrebbero votare me? Noi non ci nascondiamo davanti a nulla. Ci vuole coerenza. A Loira devo tutto quello che ho imparato, ma il 13 Giugno comincerà una nuova amministrazione. Orgoglioso di rappresentare tutti quelli coinvolti” le parole conclusive di Gramegna.







Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2022 alle 15:04 sul giornale del 09 maggio 2022 - 519 letture

In questo articolo si parla di attualità, elezioni, politica, partito democratico, porto san giorgio, pd, elezioni comunali, qualità, Candidato Sindaco, vicesindaco, liste, articolo, Luigi De Signoribus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c6iQ





logoEV
logoEV
logoEV