“Addio Enzo”. Montefalcone piange il suo fornaio gentile

2' di lettura 08/05/2022 - Si è spento all’età di 61 anni dopo un malore. Lascia una moglie e due figli. Stimato professionista, nel 1994 aprì un forno nel centro storico di Montefalcone insieme alla moglie Marisa. “Preparava il pane più apprezzato della zona montana”. Un’intera comunità in lacrime. “Era il fornaio di famiglia, sempre gentile con tutti”.

Grande la perdita che ha colpito la comunità di Montefalcone e di riflesso l’intera zona dell’Alto Fermano. All’età di 61 anni, dopo un malore, nella serata di ieri, si è spento Vincenzo Bertolone, per tutti Enzo, “il fornaio di Paese”.

Conosciuto in tutta la zona montana, lascia la moglie Marisa ed i figli Gianluca e Sara. In lacrime l’intera comunità di Montefalcone e i tanti che lo conoscevano nelle zone limitrofe.

Da stimato professionista ed operoso lavoratore, Enzo, dopo gli studi all’Alberghiero di Ascoli ed un periodo come dipendente a Servigliano, nel 1994, insieme alla moglie Marisa, aprì un forno nel centro storico di Montefalcone. Scommise su quella attività, la rilevò dalla precedente gestione e la fece apprezzare in tutta la zona montana.

Quando si parlava di pane, dolci o pizza, sia a Montefalcone che nei luoghi limitrofi, veniva automatico andare al forno di Enzo e Marisa. Per 26 anni, Enzo ha svolto il suo lavoro con passione e dedizione, alzandosi ogni giorno alle 2.30 per aprire la sua attività, affiancato, come sempre, dal sostegno della famiglia.

Famiglia, altra parola importante nella vita del “fornaio gentile”. Insieme alla moglie Marisa ed ai figli, hanno formato un nucleo unito, coeso e d’esempio per tutti. Da padre sempre presente e marito amorevole, Enzo, attraverso il lavoro, non ha mai fatto mancare niente ai suoi familiari, cercando di dare il meglio per loro.

Questa perdita lascia un vuoto profondo nel cuore della comunità montefalconese e di tutti coloro che lo conoscevano. Da fornaio gentile e premuroso, serviva con grande cura i suoi clienti, consegnando il pane fresco a casa ogni giorno. In quegli incontri mattutini sull’uscio delle porte, vi era tutta la gentilezza di “quell’omone” dal cuore d’oro. Ciao caro Enzo, mancheranno tanto i tuoi “Buongiorno, come va stamattina? Che prende oggi?”. La redazione VivereFermo esprime grande vicinanza a tutta la famiglia.






Questo è un articolo pubblicato il 08-05-2022 alle 10:29 sul giornale del 09 maggio 2022 - 3785 letture

In questo articolo si parla di cronaca, famiglia, morte, perdita, lutto, figli, Montefalcone Appennino, forno, zona montana, comunità, articolo, aree interne, fornaio, alto fermano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c6m4





logoEV
logoEV
logoEV