Le vele di nuovo sul Lago dorato. A San Ruffino torna la storica Regata

3' di lettura 07/05/2022 - Sabato 14, la practice race e domenica 15 maggio, gare e premiazioni. 5 i comuni a darsi battaglia fino all’ultima virata: Amandola, Smerillo, Montefalcone, Santa Vittoria e Monte San Martino. Dopo lo stop causa covid, tornano le tanto amate Vele di San Ruffino. “Confidiamo nel bel tempo”. Nella suggestiva area verde del Lago dorato, con i Monti Sibillini a far da cornice, spazio a pic-nic, pranzi al sacco, stand ed escursioni. Tante le vele in gara, suddivise in diverse categorie. “Per tutti possibilità di visite guidate e camminate nei boschi”.

Da 12 anni a questa parte, quando si parla del “Lago di San Ruffino”, viene automatico citare anche uno storico evento capace di radunare appassionati da tutto il centro Italia: “Le Vele di San Ruffino”.

Nata nel 2010, con un successo crescente, la kermesse sportivo-turistica ha saputo far conoscere ed apprezzare, alla zona montana, una disciplina che fino a quel momento era prerogativa della costa. Infatti, uno sport come quello delle vele ha il suo habitat naturale in mare, invece, la lungimirante trovata degli organizzatori, ha fatto si che la “regata delle vele” si sposasse perfettamente anche con uno specchio d’acqua come quello del Lago di San Ruffino.

Dopo oltre un decennio di successi e presenze record e con la volontà di lasciarsi alle spalle le difficoltà del covid, “Le Vele di San Ruffino” sono tornate anche in questo 2022. Scendendo nel dettaglio, la manifestazione prenderà il via sabato 14 maggio nei pressi del Lago dorato, dove gli atleti, con le loro imbarcazioni, testeranno le acque fin dalla mattina con l’apposita practice race e nel pomeriggio daranno vita a brevi gare. A seguire, domenica 15 maggio, sarà la volta delle gare ufficiali, dove, come di consueto, ad ogni equipaggio sarà assegnato un Comune da rappresentare.

Per l’esattezza, sono 5 i Comuni coinvolti nell’organizzazione dell’evento: Amandola, Santa Vittoria in Matenano, Montefalcone Appennino, Smerillo e Monte San Martino. Una manifestazione che va a toccare i confini di due Province, Fermo e Macerata. All’organizzazione hanno partecipato anche le Unioni Montane dei Monti Azzurri e dei Monti Sibillini.

Tornando al programma, dopo le gare della domenica mattina, nel pomeriggio, alle ore 17.00, sarà la volta delle premiazioni. Saranno premiati i vincitori delle varie categorie, dagli atleti più esperti a quelli più piccoli, ai quali saranno consegnati prodotti enogastronomici del territorio montano.

Un evento unico e speciale, ma “Le Vele di San Ruffino” non sono solo questo, c’è molto altro. E’ la cornice che si crea intorno all’evento a fare la differenza. Come ogni anno, nella suggestiva area verde antistante al Lago, circondata dai meravigliosi Monti Sibillini, sono attesi numerosi turisti e viaggiatori, che, con l’occasione di ammirare la regata, scelgono di trascorrere una giornata all’aria aperta, tra pic-nic, pranzi al sacco, stand ed escursioni in paesaggi unici. Inoltre, ci sarà anche la possibilità di assaggiare piatti tipici nei ristoranti della zona.

Gli amanti della natura potranno anche partecipare a visite guidate nei parchi naturali e presso i centri storici dei Comuni limitrofi, oltre alle suggestive camminate nei boschi circostanti. Per gli appassionati di arte, invece, sabato ci sarà una visita organizzata presso il Museo di Montefalcone Appennino.












logoEV
logoEV