x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Fermana, l'avversaria ai playout sarà la Viterbese

4' di lettura
692

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - L'Imolese ha vinto il ricorso, la società romagnola vede restituiti i due punti di penalizzazione e sale in classifica di ben due posizioni. Cambiano gli accoppiamenti playout rispetto a quanto previsto dalla classifica finale. L'altro spareggio sarà Imolese-Pistoiese. 7 maggio l'andata a Fermo, ore 17.30.

Come era prevedibile da diversi giorni, il Collegio di garanzia dello sport del CONI ha annullato la penalizzazione di 2 punti in classifica inflitta a dicembre all'Imolese per una presunta irregolarità burocratica sulla vicenda del passaggio della società rossoblu dai precedenti proprietari Poggi-Spagnoli agli attuali De Sarlo.
Pertanto la squadra romagnola nella classifica finale del gruppo B di serie C non è più penultima ma addirittura quartultima, sorpassando di ben due punti la Fermana (che scende al penultimo posto) e di un punto anche la Pistoiese, che da quartultima diventa terzultima .
In questo modo gli abbinamenti dei playout (che da regolamento prevedono quintultima contro penultima e quartultima contro terzultima: vedi immagine in basso) vedono la Fermana incontrare non più la Pistoiese, come da classifica finale provvisoria dopo l'ultima giornata di campionato giocata una settimana fa, bensì la Viterbese.
Nulla cambia sulla formula per la Fermana perché penultima e terzultima in classifica sono svantaggiate: giocano la prima partita in casa, il ritorno in trasferta e devono vincere almeno una partita perché con due pareggi retrocederebbero.
Cambia molto, o quasi tutto per l'Imolese, che giocherà la partita di ritorno a casa, col vantaggio di salvarsi con due pari, mentre è una brutta tegola per la Pistoiese, che dalla precedente posizione di vantaggio adesso si trova a giocare i playout come la Fermana, in quella più sfavorevole.

Cambia qualcosa tra le due avversarie per i canarini? In campionato tra Fermana e Viterbese ci sono stati due pareggi. 3-3 all'andata a Fermo, fu la prima di campionato: canarini in vantaggio per ben 3-0 (con gol di Urbinati, Bolsius e Nepi) e che si fano acciuffare nella ripresa con i centri di Murilo, Volpicelli e Capanni-Dias; al ritorno nel Lazio fu 0-0. Con la Pistoiese invece la squadra gialloblù aveva vinto a Fermo (1-0 gol di Pannitteri) all'andata e al ritorno perso in Toscana per 2-1 (reti di Vano, Pannitteri e Sottini).
A prescindere da questo, nell'ultimo scorcio di campionato la Viterbese è parsa più in forma: nelle utime tre partite i laziali hanno conquistato 4 punti, mentre la Pistoiese solo uno. La Fermana purtroppo zero punti nelle ultime tre gare e solo due nelle ultime cinque!
Anche questa statistica però conta poco perché l'esperienza (anche degli stessi spareggi giocati in passato dalla Fermana) insegna che nei finali di campionato, e poi negli spareggi, succedono spesso fatti imprevedibili.
L'unica notizia positiva è che la Fermana non dovrà scontrarsi con i suoi ex dei tempi d''oro: l'allenatore Marco Alessandrini, il suo vice Sefano Bettella e il d.s. Gianni Rosati, oggi tutti a Pistoia.

I gialloblù, come già accennato, hanno vinto tutti gli spareggi salvezza, o playout della loro storia : sei tra il 1951 e il 2005, questo sarà il settimo (nella foto di copertina l'invasione di campo dopo la salvezza nel playout di ritorno a Fermo contro il Chieti nel 2005). Perché non dovrebbero riuscire a farcela anche questa volta? L'avversaria sarà una squadra alla loro portata perché naviga negli stessi problemi di classifica e di formazione, anche se nel doppio playout, come ripetuto più volte, due risultati di parità (come quelli in campionato tra canarini e viterbesi) non basteranno alla Fermana per restare in serie C.

Ora che conosce in via ufficiale la sua avversaria, la Fermana dovrà prepararsi alla partita di andata che si giocherà al Bruno Recchioni di Fermo sabato prossimo, 7 maggio, ore 17.30 (sabato 14 il ritorno).
Dall' ultimo notiziario diffuso dall'ufficio stampa gialloblu ieri sappiamo che il mediano e capitano Gianluca Urbinati sta smaltendo il problema che la scorsa settimana lo ha costretto al forfait in casa dell'Entella, l'esterno sinistro Nicolò Sperotto deve smaltire un fastidio alla caviglia mentre la punta Edoardo Tassi è in uscita dalla lesione muscolare di qualche settimana fa. Tutti gli altri stanno lavorando in gruppo al campo "Luca Pelloni" di Porto San Giorgio.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2022/04/28/fermana-storia-degli-spareggi-salvezza-il-primo-nel-1951-con-la-pistoiese/2100168315/

https://www.viverefermo.it/2022/04/24/game-over-per-la-fermana-playout-in-svantaggio-contro-viterbese-o-pistoiese/2100165780/

https://www.viverefermo.it/2022/04/16/fermana-nei-guai-crolla-con-lolbia-1-3/2100158259/

https://www.viverefermo.it/2022/04/10/fermana-ko-di-misura-con-la-reggiana-e-condannata-ai-play-out/2100152498/

https://www.viverefermo.it/2022/04/04/inutile-pari-ad-imola-la-fermana-scivola-di-una-posizione/2100145213/

https://www.viverefermo.it/2022/03/28/una-rigenerata-fermana-sfiora-il-colpaccio-col-cesena-che-pareggia-in-extremis-2-2/2100137772/

https://www.viverefermo.it/2022/03/21/fermana-baldassarri-il-nuovo-allenatore-al-posto-di-riolfo/2100131183/





Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2022 alle 19:07 sul giornale del 30 aprile 2022 - 692 letture


Paolo Bartolomei




qrcode