Cresce la domanda di ingegneri industriali e gestionali: a Fermo nasce la collaborazione tra l'università e il gruppo MAG

3' di lettura 06/04/2022 - Il gruppo MAG (Mecaer Aviation Group), leader internazionale nel settore aeronautico, avvia una collaborazione con l’Ingegneria Industriale dell’Università Politecnica delle Marche, in particolare con Ingegneria Gestionale, con sede a Fermo.

La sede principale dell’azienda è a Borgomanero (Varese) ma un altro stabilimento è situato nelle Marche, a Monteprandone. Il gruppo necessita di giovani ingegneri e laurendi e ha visto nella facoltà di Ingegneria dell’Univpm un partner di eccellenza. La collaborazione si concretizzerà in tirocini formativi pre e post laurea, sviluppo di progetti di ricerca e innovazione, partecipazione a bandi regionali, nazionali e internazionali per lo sviluppo di nuovi prodotti e processi.

«Siamo orgogliosi del lavoro dell’Euf. Sempre più aziende, non solo delle Marche, iniziano ad avere un’interazione con questa università» dice il sindaco di Fermo Calcinaro, nonché presidente Euf, ringraziando la MAG per la partnership. «Dobbiamo continuare con un ampliamento dell’offerta - prosegue il sindaco. Dalle statistiche non emerge un grosso afflusso da questo territorio e credo sia importante che anche gli studenti di Fermo colgano questa possibilità».

Le richieste di ingegneri da parte delle aziende si susseguono, richieste che l’università ad oggi non riesce a soddisfare. «Abbiamo 60 richieste di ingegneri meccanici e gestionali. Dobbiamo far capire ai ragazzi dell’importanza e delle opportunità che ci sono laureandosi in ingegneria» spiega il prof. Michele Germani, delegato alla Terza Missione Univpm. Su questo territorio l’università vuole investire: «Abbiamo avviato Fermotech, che spero si estenda. Ed è stata presentata una proposta, assieme agli atenei di Camerino e Urbino, per creare un centro di trasferimento tecnologico sul territorio. Proposta - conclude Germani - che investe 5 milioni di euro su tre anni».

Gli iscritti complessivi, ogni anno, sono circa 550. «Si laureano - dice il prof. Forcellese, Presidente CUCS Ingegneria Gestionale - circa 135 ingegneri l’anno, 80 alla triennale e 55 alla magistrale. Ma la quantità di ingegneri che laureiamo annualmente è insufficiente rispetto alla domanda. Mentre nel passato - aggiunge - si riusciva a indicare qualche nome alle aziende, ora no. Questo perché, altro dato statistico da mettere in evidenza, nella nostra sede il 100% degli studenti svolge il tirocinio in delle aziende e, il più delle volte, questo rapporto, partito con un tirocinio formativo, si trasforma in rapporto di lavoro continuativo». Nel prossimo anno accademico l’offerta formativa, relativamente al corso di laurea magistrale, subirà un incremento. Ci saranno altri tre indirizzi: produzione logistica sostenibile, digitalizzazione e analisi dell’informazione aziendale, innovazione sostenibile di prodotti e processi. «Con essi - puntualizza Forcellese - vogliamo raccogliere tre sfide: sostenibilità, digitalizzazione e innovazione.

A incontrare docenti e studenti, stamattina, presenti anche tre esponenti del gruppo MAG: l’ing. Giacomini, responsabile relazioni istituzionali e responsabile Hub tecnologica MAG, la dott.ssa Tedesco, Training e HR support manager e l’ing. Massarelli, innovation manager MAG. Ma cos’è l’hub? Lo hanno definito come una sorta di incubatrice di idee e progetti. Al suo interno piena libertà di pensiero, e gli studenti vi portano valore aggiunto. «Ci servono le teste, senza le quali le idee non riescono ad essere messe a terra. Per noi è fondamentale individuare le persone giuste da mettere al posto giusto» affermano i tre responsabili. Tale struttura è nata a dicembre a Borgomanero e attualmente accoglie 6 studenti della magistrale provenienti da diversi politecnici. Simile progetto vorrà essere replicato anche presso il sito di Monteprandone.

I ragazzi vi passano 8 ore al giorno, da un minimo di 6 a un massimo di 12 mesi. Se lo desiderano vi possono scrivere la tesi , ma cosa più importante, sottolineata dai rappresentanti MAG, impareranno cosa vuol dire lavorare in una azienda strutturata. Gli ammessi riceveranno un assegno di presenza, l’accesso alla mensa aziendale e supporto nella ricerca dell’unità abitativa.


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2022 alle 12:32 sul giornale del 07 aprile 2022 - 170 letture

In questo articolo si parla di attualità, Benedetta Luciani, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cX4v





logoEV
logoEV
logoEV