Neve ad Aprile? Perché no. Imbiancato il Santuario dell’Ambro

2' di lettura 04/04/2022 - Nel weekend di ieri, leggera nevicata sulle montagne dell’Alto Fermano. Colorati di bianco i Monti Sibillini ed i Comuni limitrofi. Qualche fiocco a Montefortino, con il Santuario della Madonna dell’Ambro imbiancato. “Sbruffata” di neve passeggera anche a Smerillo, Montefalcone ed Amandola. Crollo delle temperature, vicine ai 3 gradi.

Ormai la primavera è arrivata da una decina di giorni, eppure in alcune zone la morsa dell’inverno non allenta la presa. Dopo qualche settimana di caldo benaugurante e temperature gradevoli, nel weekend appena trascorso il freddo è tornato a farsi sentire.

Vento intenso e precipitazioni, accompagnate dal crollo termico, hanno caratterizzato le giornate di venerdì, sabato e domenica. Dai 15 gradi primaverili, nel giro di 24 ore si è passati a temperature che si aggiravano intorno ai 4°/5°, con picchi di 3° in tarda serata.

Il colpo di coda dell’inverno si è visto soprattutto sull’Alto Fermano, che ha anche ricevuto l’inaspettata visita della neve. La dama bianca, infatti, tra sabato e domenica, ha toccato i Monti Sibillini ed i territori limitrofi, colorando con tonalità invernali i paesaggi.

Visto il crollo delle temperature, mentre nella zona costiera era la pioggia a farla da padrona, nell’area montana la neve regalava un ultimo strascico di inverno, con leggeri fiocchi che si sono posati nei piccoli borghi dell’Alto Fermano. I Comuni di Smerillo e Montefalcone Appennino hanno potuto vedere una leggera sbruffata di neve e lo stesso vale per la Città di Amandola, location perfetta per qualche fiocco passeggero. Nevicata leggera, ma molto suggestiva, anche quella che ha colorato di bianco Montefortino, ritornato per un breve pomeriggio alle pitture invernali.

Emblema di questo inaspettato accenno d’inverno, è stato il Santuario della Madonna dell’Ambro, imbiancato tra le giornate di sabato e domenica. La storica Chiesa, conosciuta ormai in tutto il centro Italia e meta di fedeli e turisti in ogni periodo dell’anno, è stata ricoperta da un leggero velo bianco, che l’ha resa ancora più suggestiva, esaltando la sua immagine. Imbiancato anche il piazzale antistante la cappella, che formava un connubio perfetto con il paesaggio limitrofo tenuemente innevato. Il tutto era incorniciato dagli affascinanti Monti Sibillini, anch’essi vestiti col medesimo abito bianco.

Insomma, una nevicata alquanto particolare e inattesa, un pò come quella avvenuta nell'Aprile 2019, ma in quel caso caddero molti più fiocchi.












logoEV
logoEV