Micam, Mipel, The One: “Vigilia funestata da caro energia e guerra, per risollevare il settore moda servono detrazioni fiscali e Zes”

confartigianato imprese 2' di lettura 11/03/2022 - Non solo Micam. Dal 13 al 15 marzo il quartiere fieristico di Rho, a Milano, torna ad essere polo internazionale della calzatura, della pelle, degli accessori e, più in generale, della moda. Al Micam si affiancano infatti le altre due rassegne di spicco, cioè Mipel e The One.

Tre vetrine importanti per le aziende, tanto che oltre trenta imprese del mondo Confartigianato partiranno da Maceratese, Ascolano e Fermano per cogliere al volo le opportunità. La vigilia è comunque accompagnata da grande preoccupazione, amplificata dalle notizie del conflitto in Ucraina e del caro energia, con i costi che stanno schizzando alle stelle.

Come aveva già sottolineato nei giorni scorsi Moira Amaranti, presidente nazionale della Calzatura di Confartigianato. “Il nostro territorio ha impattato con tre grandi crisi nell’arco di pochi anni - spiega -. Prima il sisma, poi la pandemia e ora le inevitabili ripercussioni del conflitto in Ucraina. Tutto questo ha portato all’innalzamento smodato dei costi energetici e un freno alle esportazioni, con il blocco completo di due mercati strategici come quello russo e ucraino. Con effetti sulla produzione sono evidenti, con aziende con merce pronta da spedire ferma in magazzino o che hanno già inviato prodotti e non riescono più ad ottenere i pagamenti”.

Moira Amaranti ricorda le principali proposte portate al tavolo della Regione Marche:

  1. Azioni sulla crescita e nella ricerca di nuovi mercati

  2. Riduzione dell’iva sui prodotti moda italiani

  3. Supporto alla richiesta della Zes per i nostri territori

  4. Detrazioni fiscali per il comparto moda per almeno un anno

  5. Promozione della filiera nei paesi esteri con apertura di Showroom tematici e di settore

  6. Proroga della Cassa integrazione in deroga

  7. Assistenza alle imprese che hanno in giacenza prodotti pronti per la spedizione nei paesi interessati dal conflitto e impossibilitate alla spedizione dei beni e a ricevere i relativi compensi

  8. Forti collaborazioni con Ice e Camere di Commercio Estere per la programmazione di incoming e di outgoing

  9. Intensificare il supporto alle aziende per permettere loro di partecipare alle fiere

Paolo Capponi, responsabile interprovinciale Export Confartigianato, fa il punto tecnico dei prossimi eventi fieristici: “C’è molta attenzione su Micam, Mipel e The One, dal momento che queste vetrine potrebbe rappresentare un’opportunità di business e occasione per trovare nuovi sbocchi commerciali. Le difficoltà sono evidenti, ma la tenacia del nostro distretto farà anche stavolta la differenza. I nostri imprenditori sono quindi pronti e porteranno a Milano tutte le loro novità in fatto di trend. Gli eventi di quest’anno sono sempre più votati alla sostenibilità. Un’esigenza per il cliente, che cerca un capo attento all’ambiente, ma anche dell’imprenditore, che nelle nuove politiche di economia circolare trova soluzioni per ottimizzare e risparmiare sui costi fissi”.


da Confartigianato Imprese
Macerata - Ascoli Piceno - Fermo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2022 alle 17:57 sul giornale del 12 marzo 2022 - 140 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, economia, macerata, fermo, ascoli piceno, ascoli, confartigianato imprese, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cRr5





logoEV
logoEV
logoEV