Donne, lavoro e pandemia: come ricreare nuove opportunità. Confartigianato all’incontro della Regione Marche in occasione della Giornata internazionale della Donna

2' di lettura 09/03/2022 - Anche Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo presente alla tavola rotonda Donne, lavoro e pandemia: come ricreare nuove opportunità, promossa dalla Commissione per le Pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche in occasione della Giornata internazionale della donna.

Obiettivo dell’incontro, che si è svolto presso l'Hotel Royal di Lido di Fermo, mettere a confronto varie voci delle istituzioni, del mondo del lavoro e dell’imprenditoria per discutere sulle modalità di rilancio del lavoro a seguito della pandemia da Covid-19, con attenzione particolare verso le donne. Presenti all’evento la Presidente della Commissione Regionale per le Pari Opportunità Maria Lina Vitturini, la Prefetta di Fermo Vincenza Filippi e l’Assessora Regionale alle Pari Opportunità Giorgia Latini. Per Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo hanno partecipato la Presidente interprovinciale Donne Impresa Sara Servili e la referente interprovinciale Eleonora D’Angelantonio.

“Le imprenditrici donne - afferma Sara Servili - hanno pagato il prezzo più alto della pandemia, sacrificando in molti casi le esigenze lavorative per ottemperare agli impegni familiari, situazione aggravata spesso dalle problematiche derivanti dalla mancata conciliazione famiglia-lavoro ed insufficienza del welfare. Le donne devono essere supportate ancora di più dalle politiche di conciliazione tra vita e tempi di lavoro, con un dialogo attivo con le amministrazioni locali, ed insieme sostenute ora più che mai nella propria attività di impresa, o nella creazione di nuove imprese, con interventi mirati. Obiettivo di Confartigianato Donne Impresa è far sentire sempre più la propria voce per affermare la rappresentanza femminile nelle istituzioni e nelle sedi decisionali e per costruire un sistema di welfare che permetta di esprimere nel lavoro e nell’impresa le proprie potenzialità, realizzando un percorso di crescita personale ed offrendo il proprio contributo allo sviluppo economico e sociale”.

“Agli strascichi della pandemia - aggiunge Eleonora D’Angelantonio - si è aggiunta una situazione internazionale a dir poco critica, con conseguenze in primo luogo umane e sociali, ma anche economiche. Per questo ci auguriamo che i 400 milioni di euro previsti dal PNRR e destinati all’imprenditoria femminile, offrano un sostegno sia alle neoimprese, ma anche alle aziende già esistenti che in questo frangente stanno facendo i conti con una serie di difficoltà, tra cui il caro energia. È oggi più che mai necessario incoraggiare un cambio di paradigma culturale e sociale nelle nuove generazioni e nelle politiche economiche globali nei confronti dei concetti di imprenditoria femminile, che ha bisogno di essere sostenuta con interventi tarati sulle esigenze reali delle imprese. Per raggiungere questo obiettivo è necessaria però una rete che deve essere sviluppata anche attraverso gli attori di rappresentanza e i corpi intermedi, diventando così un valore aggiunto per l’intero territorio”.


da Confartigianato Imprese
Macerata - Ascoli Piceno - Fermo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2022 alle 11:39 sul giornale del 10 marzo 2022 - 146 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, fermo, ascoli piceno, ascoli, confartigianato imprese, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cQJX





logoEV
logoEV
logoEV