Primo Trofeo Podistica Moretti a Porto Sant’Elpidio. Ad organizzare l’evento Fausto Chioini: “Attraverso lo sport racconto la mia storia di malato di Sla”

4' di lettura 04/03/2022 - Una grande corsa che torna, grazie alla spinta di un uomo straordinario, della sua forza e della voglia di raccontare la sua storia. La data è stata fissata: domenica 24 luglio 2022.

Al quartiere Corva di Porto Sant’Elpidio si disputa la prima edizione del Trofeo Podistica Moretti Corva, gara del circuito Fidal, Federazione italiana atletica leggera, che si snoderà lungo un percorso di 10 chilometri su strada. Una prima edizione, ma con una storia alle spalle lunga e gloriosa. Gli appassionati di podismo non possono dimenticare il Trofeo Ricci, che la Podistica Moretti ha ereditato all’inizio degli anni 90, organizzandola fino al 2006. Una piccola gara che si è trasformata in una corsa internazionale con atleti di altissimo profilo, tra i quali Stefano Baldini, che l’ha disputata e vinta più volte. Il trofeo rinasce grazie alla straordinaria forza di volontà di Fausto Chioini, presidente onorario della società. Malato di Sla da 4 anni, Chioini ha voluto riorganizzare un grande evento podistico nella sua città. Ha convinto soci ed iscritti, contattato sponsor ed atleti, messo in piedi una efficiente macchina organizzativa. Il coronamento di una vita da sportivo e da imprenditore, divisa tra la corsa e l’azienda Moretti firma la tua casa, che ha superato il mezzo secolo di attività. L’anno in cui la vita di Fausto cambia completamente è il 2018. “Si sono bloccati i miei sogni, nel lavoro e nello sport, quando mi è stata diagnosticata la Sla – racconta Chioini – In questi quattro anni ho girato l’Italia, incontrato i migliori medici e frequentato le cliniche più all’avanguardia, ho ascoltato speranze di cure che purtroppo non si sono concretizzate. Ormai mi sono messo l’anima in pace. Ma all’inizio di questo 2022, ho pensato che raccontare la mia storia, insieme alla mia passione di sportivo, avrebbe aiutato potuto far parlare di più di questa malattia. Ho pensato di poter essere utile a chi ne sarà colpito dopo di me e forse potrà trovare una speranza di una cura. Questo mi ha dato il coraggio e la forza per organizzare la corsa. La Sla mi ha tolto la possibilità di camminare e di parlare, ma solo col mio comunicatore oculare, in pochi giorni, ho messo in piedi la manifestazione. Ho ricevuto tantissime risposte positive, coinvolto ben 40 aziende disposte a collaborare, tutti i soci della Podistica Moretti si sono mobilitati per organizzare l’evento ed hanno trovato altri sponsor. Io ho messo in campo la mia passione per l’atletica, le conoscenze che ho maturato nell’ambiente in tanti anni, la voglia di vedere di nuovo un importante appuntamento podistico qui a Porto Sant’Elpidio, che sarà anche occasione per parlare della Sla. Il giorno della corsa, infatti, interverranno anche ospiti importanti, medici esperti di questa malattia, professionisti che seguono le persone affette da Sla nel nostro territorio”. Fausto Chioini scopre l’amore per lo sport sin da bambino, praticando tennis a livello agonistico, prima di concentrarsi sull’azienda di famiglia. Nel 1987, la scoperta della corsa, con la partecipazione ad una gara ad Amatrice e l’incontro con Gelindo Bordin, che appena un anno più yardi conquisterà l’oro olimpico nella maratona a Seoul. Nei primi anni 90 la nascita della Podistica Moretti Corva, l’organizzazione del Trofeo Ricci, che proseguirà fino al 2006, crescendo continuamente. “Oltre a scoprire l’amore per il podismo – racconta Chioini – mi misi in testa di organizzare una corsa nella mia città. Nel 1992 nacque la Podistica Moretti Corva ed un anno dopo trasformammo in gara internazionale il Trofeo Ricci che si disputava per la festa del quartiere. Bordin era mio ospite abituale, l’evento cresceva. Nel 1998 arrivò Stefano Baldini, che si impose in una grande sfida contro fortissimi runners keniani. Stefano, da allora, è diventato un grande amico e il Trofeo Ricci, per lui una sorta di talismano. Ha corso a Porto Sant’Elpidio nel 2001 pochi mesi prima di arrivare sul podio ai mondiali, nel 2003 si è ripresentato, per testare la forma prima della gara iridata a Parigi, dove arrivò ancora a podio e ad applaudirlo c’ero anche io. Nel 2004 il Trofeo Ricci si spostò sul lungomare. Un’edizione splendida, con un programma ricchissimo, una straordinaria partecipazione di pubblico, atleti da tutta Italiae dall’estero ed il Palio del mare che sfilò prima degli atleti. Stefano Baldini c’era, vinse e pochi mesi dopo si impose nella gara più importante della sua carriera, la maratona alle Olimpiadi di Atene. Tornò ancora nel 2005 e nel 2006 e vinse ancora. Ai Campionati europei, il telecronista Rai Franco Bragagna nominò la corsa di Porto Sant’Elpidio, come aveva fatto anche due anni prima alle Olimpiadi”. Poi il Trofeo Ricci si è interrotto. Non la storia della Podistica Moretti Corva, che festeggia proprio nel 2022 i 30 anni dalla fondazione ed è una delle realtà più solide delle Marche, con la partecipazione a numerose maratone in Italia e all’estero.


di Redazione Vivere Fermo

fermo@vivere.it



Redazione VivereFermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2022 alle 09:47 sul giornale del 05 marzo 2022 - 1182 letture

In questo articolo si parla di sport, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cPxt





qrcode