x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Corretti stili di vita per prevenire il tumore: se ne parla con la Lilt a Cretarola

2' di lettura
170

dal Comune di Porto Sant'Elpidio


“La buona salute parte dalla conoscenza” è questo il titolo del primo appuntamento del ciclo di incontri organizzato da LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori) di concerto con Amministrazione Comunale ed Associazioni di quartiere.

Ad ospitare la prima serata di informazione sanitaria, che si terrà venerdì 4 marzo alle ore 21.15, saranno i locali del centro sociale Cretarola. Relatore dell’incontro sarà il dott. Renato Bisonni (Direttore Reparto oncologia Ospedale A. Murri di Fermo) che illustrerà i corretti stili di vita per prevenire le patologie tumorali.

“L’obiettivo – spiega Federico Costantini coordinatore organizzativo della sezione di Fermo della LILT – è informare ed educare la popolazione sui corretti comportamenti da adottare per prevenire questo tipo di patologie. In un momento in cui, a causa della pandemia, molti servizi sanitari sono stati sospesi, la prevenzione è uno degli strumenti più importanti. La LILT, inoltre, si prefigge anche di offrire, nei prossimi mesi occasioni di controllo attraverso visite ed ecografie senologiche e controllo dei nei per la prevenzione del melanoma”. “Da qualche decennio – afferma il Sindaco Nazareno Franchellucci - le patologie tumorali sono in costante aumento. Le ragioni sono legate certamente all’allungamento della vita media della popolazione ma anche, almeno in parte, alla diffusione di stili di vita non corretti. Di fronte all’aumento dei casi di tumore la prevenzione è, quindi, sempre più importante e comincia proprio dai nostri comportamenti e scelte di ogni giorno.”

“Vorrei rivolgere l’invito alla cittadinanza – dice l’Assessore Patrizia Canzonetta – a prendere parte a questa iniziativa. La ricerca scientifica, infatti, sta confermando che, grazie a diverse strategie di prevenzione, è possibile ridurre il rischio di sviluppare un tumore, arrivare a una diagnosi precoce della malattia o, comunque, evitare o limitare la comparsa di complicazioni tardive o eventuali recidive. Vorrei rivolgere un sentito ringraziamento alla associazioni di quartiere che hanno deciso di aderire e collaborare a questo ciclo di incontri”.

L’incontro pubblico è gratuito con obbligo di presentare Green pass rafforzato.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2022 alle 13:07 sul giornale del 04 marzo 2022 - 170 letture