Sant’Elpidio a Mare: nuovi incontri per il controllo del vicinato, si va verso l’attuazione del progetto

4' di lettura 23/02/2022 - Stasera e domani altri due appuntamenti per il controllo del vicinato, a Cretarola e Casette d’Ete. Dopo gli incontri di presentazione a fine 2021, l’obiettivo è ora quello di concretizzare il progetto formalizzando i vari gruppi.

Proseguono con successo gli incontri pubblici per il controllo del vicinato. Terminata la fase introduttiva, con quattro incontri sul territorio per illustrare finalità e obiettivi del progetto, nel febbraio 2022 una serie di nuovi appuntamenti ha avviato la fase di concretizzazione, che porterà all’istituzione di veri e propri gruppi di controllo coordinati da cittadini che, volontariamente, fungeranno da referenti e i cui nominativi verranno depositati in Prefettura. L’obiettivo degli incontri è quello di formare i cittadini, spiegando come agire a supporto dell’operato delle forze dell’ordine proprio attraverso i gruppi WhatsApp di controllo del vicinato. “Ciò non deve assolutamente tradursi in ronde nei quartieri, né significa che il lavoro delle forze dell’ordine verrà meno”, spiega il consigliere Paolo Maurizi, presente agli incontri in rappresentanza dell’amministrazione; “le eventuali segnalazioni dei cittadini verranno filtrate dai referenti di ciascun gruppo e trasmesse alle forze dell’ordine: i cittadini faranno quindi da supporto all’operato di Carabinieri e Polizia sul territorio”. Nel corso degli incontri con la cittadinanza, a spiegare concretamente come comportarsi è il vice comandante della polizia locale Mascia Paolucci; tra le sue raccomandazioni, quella di evitare di trasmettere informazioni non prettamente inerenti la sicurezza del quartiere e di fornire sempre informazioni dettagliate e pertinenti. In caso si assista direttamente a (tentati) furti o simili, la vice comandante raccomanda di non intervenire ma chiamare prima di tutto il 112, per poi segnalare l’accaduto nel gruppo di riferimento, così da allertare il quartiere.

Per lo scambio di informazioni nei vari quartieri vengono creati dei gruppi WhatsApp, sulla scia di quelli già esistenti in alcune aree del territorio elpidiense dal 2016, promossi proprio dal consigliere Maurizi e da Rossano Orsili in seguito ad alcuni episodi di furto. Formalizzare la costituzione di gruppi di questo tipo è tra gli obiettivi primari del progetto “Controllo del vicinato”, insieme alla creazione di gruppi ex novo laddove questi non erano presenti, e l’individuazione di cittadini disponibili a fungere da referenti e moderatori per i vari gruppi. “Tutte le zone del territorio sono, o saranno presto, coperte con un gruppo WhatsApp strutturato e moderato da uno o più referenti", spiega Maurizi, che specifica anche come “chiunque può entrare a far parte dei gruppi senza partecipare attivamente, ma utilizzandoli solo per restare informati: non c’è nessun obbligo per chi entra in un gruppo”.


Quando i gruppi informali verranno formalizzati e istituzionalizzati dalla Prefettura, il progetto “Controllo del vicinato” potrà dirsi davvero attuato e ciascun gruppo avrà regole precise da rispettare. L’amministrazione comunale, con l’assessore Alessio Pignotti referente per l’associazione Controllo del Vicinato, è pienamente soddisfatta della risposta positiva dei cittadini. I prossimi appuntamenti, dunque, sono stasera a Cretarola (Sala Pubblica) e domani a Casette d’Ete (Auditorium Della Valle), alle ore 21:30.








Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2022 alle 15:55 sul giornale del 24 febbraio 2022 - 263 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, sicurezza, territorio, Sant'Elpidio a Mare, polizia locale, notizie, articolo, controllo del vicinato, Roberta Ripa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cNAH