Cna Fermo: fondo complementare sisma, stato di attuazione. Incontro il 29 gennaio con il Sub Commissario alla Ricostruzione Loffredo

2' di lettura 26/01/2022 - Il punto sulla ricostruzione post sisma e sui fondi in arrivo, ma anche e soprattutto una nuova visione sulle azioni da mettere in campo per cogliere le opportunità del PNRR. Per discutere di tutto questo la CNA di Fermo metterà intorno ad un tavolo, che sarà virtuale per ragioni di sicurezza, imprese del territorio, sindaci, il Sub Commissario alla Ricostruzione Gianluca Loffredo e il Presidente dell’ISTAO Pietro Marcolini.

L’occasione è l’evento “FONDO COMPLEMENTARE SISMA 2016: PROGETTI E SVILUPPO”, in programma sabato 29 gennaio alle 9.30 on line sulla piattaforma Zoom, organizzato in collaborazione con Istao e Uni.Co Confidi. Con il coordinamento di Daniele Salvi, del Team Sisma di CNA Marche, l’iniziativa vedrà gli interventi di Alessandro Migliore, Direttore Generale CNA Fermo, di Loffredo e Marcolini, mentre le conclusioni saranno affidate al segretario CNA Marche Otello Gregorini.

La fase di ripartenza del nostro Paese è in atto, anche se accompagnata da elementi d’incertezza – dichiara Emiliano Tomassini, Presidente Territoriale di CNA - per uscire dall’emergenza contributo fondamentale alla ripresa economica è rappresentato dal PNRR. Per i territori del sisma del Centro Italia e delle Marche alle opportunità contenute nel PNRR si aggiungono quelle del Piano Nazionale Complementare PNC, di cui quasi 2 milioni di euro sono destinate alle Aree dei terremoti del 2009 e del 2016”.

Necessario un cambio di paradigma vero e proprio, partire dalla gestione per arrivare al progetto: “Per avere una chiara programmazione del futuro occorre partire fin d’ora da una chiara idea della gestione che dia sostenibilità al progetto. Per questo – dice Tomassini - incontriamo amministratori, rappresentanti delle imprese, imprenditori, esperti dello sviluppo territoriale: per circoscrivere insieme un perimetro di azione, fare in modo che i finanziamenti abbiano ricadute concrete e di lungo periodo, e che il tessuto del PMI possa dare il proprio contributo in questa sfida che ci riguarda tutti”.

Le tempistiche per la progettazione, le gare e gli appalti sono serrate, la necessità di fare squadra tra i diversi attori impegnati nel rilancio del territorio è urgente: “Seguiamo con attenzione da tempo questa nuova fase – spiega Migliore - con l’obiettivo di declinarla a favore del territorio, in particolare quello delle aree interne. La CNA di Fermo intende proporsi come “ponte” tra le istituzioni e il mondo delle imprese, affinché la ricostruzione post sismica e le azioni per lo sviluppo sostenibile vadano di pari passo e generino ricchezza, reddito e nuova occupazione. Ci sembra importante un’apertura al nuovo tema del partenariato pubblico privato”.

Per ricevere il link di collegamento e partecipare è necessario inviare una mail con i propri dati entro il 28 gennaio a iscrizioni@cnafermo.it.






Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2022 alle 13:02 sul giornale del 27 gennaio 2022 - 127 letture

In questo articolo si parla di Cna Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHAE





logoEV
logoEV
logoEV