Abbandono dei mozziconi di sigarette: Fermo tra i Comuni più virtuosi

6' di lettura 26/01/2022 - Sono stati infatti diffusi i risultati del progetto realizzato da Marevivo, in collaborazione con BAT Italia e con il Patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), giunto a conclusione dopo aver coinvolto nel 2021 le città di Bari, Fermo, Catania e San Felice Circeo con attività di sensibilizzazione delle comunità locali, analisi quali-quantitative e condivisione di linee guida con le Istituzioni locali.

Dopo la campagna è stata registrata nelle 4 località una forte riduzione del fenomeno del littering per un valore medio complessivo di -53% a San Felice Circeo, -86% a Fermo, -57% a Catania e -16% a Bari. Per valutare l’impatto della campagna, JustOnEarth, startup italiana specializzata in analisi dei dati e sostenibilità ambientale ha effettuato il confronto tra il numero di mozziconi di sigarette prima del lancio della campagna e dopo la sua conclusione, suddividendo il territorio urbano di ciascuna località in tre categorie, corrispondenti ad altrettante fasce di rischio (“alto”, “medio” e “basso”).

Per la realizzazione di questa analisi JustOnEarth si è avvalsa di una tecnologia particolarmente avanzata di monitoraggio satellitare e intelligenza artificiale che ha permesso di interpretare e trasformare le immagini fornite dai satelliti del progetto “Copernicus” dell’Agenzia Spaziale Europea, con un livello di precisione del 98,3%.

“Siamo molto lieti di questo risultato che giunge dopo aver aderito a questa iniziativa importante di sensibilizzazione per cui ringraziamo Marevivo, Bat Italia, Ministero e Anci – le parole del Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro – e che si somma ed è in linea con le numerose azioni che in questi anni l’Amministrazione Comunale ha portato avanti e che proseguono per rendere la città sempre più green. Non si può non ricordare, solo per fare alcuni esempi, che Fermo è stata fra le firmatarie del Patto dei Sindaci sulla sostenibilità ambientale, a Bruxelles nel 2019, oltre alle progettualità e agli interventi attuati in fatto di ambiente ed ecologia, anche attraverso le numerose iniziative di sensibilizzazione nelle e con le scuole cittadine di ogni ordine e grado. Fra le diverse azioni condotte vanno ricordate: l’autosufficienza energetica del Polo scolastico di via D’Acquisto e del Nido, i 7 mila corpi illuminanti in città sostituiti con punti luce a basso consumo energetico, l’illuminazione a led di palestre, scuole, impianti e strutture sportive, l’efficientamento energetico delle strutture sportive della Cittadella dello Sport, le colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, il monitoraggio elettromagnetico, dei pollini, delle acque dei nostri lidi fino al Centro del Riuso e alle Case dell’Acqua. E, ma non da ultimo, l’assegnazione anche nel 2021 della Bandiera Blu, la sesta consecutiva, sulle acque balneabili delle nostre coste”.

“Un risultato che ci inorgoglisce perchè è la dimostrazione del lavoro che come Amministrazione da sei anni a questa parte stiamo conducendo in fatto di ambiente, con un'attenzione particolare, una cura dei progetti e l'adesione a iniziative nazionali come questa che contribuiscono a creare maggiore sensibilizzazione – ha detto l’Assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Fermo Alessandro Ciarrocchi - abbiamo scelto lo scorso anno di "sposare" questa campagna perchè abbiamo ritenuto veramente che un piccolo gesto come quello, semplice, di buttare per terra un mozzicone di sigaretta, apparentemente innocuo, rappresenti invece un grande crimine soprattutto per l'ambiente marino e non solo. Pertanto abbiamo pensato che progetti come questi possano far riflettere nel limitare l’inquinamento, stimolando ed abituando i cittadini a uno stile di vita ecologicamente sostenibile, secondo le direttive della Comunità Europea e delle normative vigenti e far sì che un piccolo gesto come quello di evitare il littering, cioè l'abbandono dei mozziconi, porti ad un grande e significativo aiuto al nostro ambiente. Proseguiremo in questa direzione sempre con grande impegno, forza e passione”.

Ogni anno, solo in Italia, sono 14 miliardi i mozziconi di sigaretta che finiscono nell’ambiente, confermandosi il rifiuto più diffuso sulle nostre spiagge. Secondo l’UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente), i mozziconi rappresentano il 40% dei rifiuti complessivi presenti nel Mediterraneo, davanti a bottiglie, sacchetti di plastica e lattine. Gettati in strada, nei tombini, nelle aree verdi, lungo le spiagge e gli argini dei fiumi, i mozziconi si fanno strada nelle fogne, finendo poi nei fiumi e, alla fine, nei nostri mari, dove rilasciano centinaia di sostanze nocive dannose per gli organismi acquatici. Nelle località coinvolte è stata realizzata nel 2021 un’installazione di grande impatto: una «scena del crimine» in cui, accanto alle sagome delle vittime, raffiguranti tartarughe, pesci o altri animali marini, è stata posta la riproduzione di un mozzicone gigante come simbolica “arma del delitto”. Durante il periodo di campagna sono poi state realizzate attività come la consegna di 15.000 posacenere portatili da parte dei volontari di Marevivo, l’affissione di locandine informative per le vie delle città, e la collocazione sul manto stradale di sagome di animali marini con un QR Code attraverso il quale le persone hanno potuto interagire con il sistema di intelligenza artificiale “MARINA”.

Inoltre, a livello nazionale, ogni cittadino ha avuto la possibilità di diventare ambassador della campagna sottoscrivendone il Manifesto e ricevendo un attestato per la comprovata adesione. Le sottoscrizioni registrate sono state circa 10.000. Infine, a tutti i Comuni italiani è stata data la possibilità di implementare la campagna sul proprio territorio grazie ad apposite Linee Guida e ad un Toolkit messo a disposizione da Marevivo e BAT Italia. La presentazione dei dati è avvenuta nel corso di una conferenza stampa in video collegamento cui hanno preso parte Gilberto Pichetto Fratin, vice Ministro allo Sviluppo Economico, Alessandra Gallone, Segretario della Commissione Ambiente del Senato, Raffaella Giugni, Responsabile Relazioni Istituzionali di Marevivo, Roberta Palazzetti, Presidente e AD BAT Italia, Area Director Sud Europa. A seguire i lavori anche Nicola Pascucci, consigliere comunale di Fermo che ha dichiarato: "è un orgoglio da cittadino e da amministratore partecipare a una iniziativa così importante sull'abbandono dei mozziconi con Fermo come protagonista.

I mozziconi di sigaretta abbandonati infatti sono diventati una vera e propria piaga per l'ambiente e il mare. Non essendo biodegradabili si frantumano in microplastiche che i pesci ingoiano e di conseguenza arrivano sulle nostre tavole. L'Associazione Marevivo con Anci, BAT Italia e con il Ministero sta facendo un lavoro enorme che ci ha visti come Comune protagonisti assoluti. Grazie al monitoraggio satellitare, 2000 questionari e posaceneri portatili donati, oltre a 15 posaceneri fissi installati in città, a giugno 2021 con l'iniziativa "scena del crimine" i mozziconi abbandonati a Fermo in una settimana sono diminuti dell'86%. Sintomo che l'informazione e la sensibilizzazione dei cittadini che a volte non è pienamente consapevole ha dei frutti immediatamente tangibili. Ringrazio i cittadini e i turisti così attenti e soprattutto il Sindaco Paolo Calcinaro e l'Assessore Alessandro Ciarrocchi con l'Ufficio Ambiente per avermi coinvolto ed aver aderito convintamente e con grande entusiasmo a un progetto molto ambizioso e efficace".






Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2022 alle 12:56 sul giornale del 27 gennaio 2022 - 169 letture

In questo articolo si parla di fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHAv