Sutor battuta a Jesi, vince la General Contractor per 79-60

3' di lettura 23/01/2022 - Complice un primo quarto da incubo, la Sutor Montegranaro è stata sconfitta a Jesi dalla General Contractor con il punteggio finale di 79-60.

La squadra di Cagnazzo ha approcciato male a questa sfida, ha realizzato il primo canestro dal campo solo dopo 6’40” di gioco, è scivolata a meno 20 dopo 7’30” sul punteggio di 25-5 e da li in avanti non è stata più capace di incidere. Nel terzo periodo è risalita fino al meno 9 (48-39), ma non è stata in grado di dare la giusta strappata al match. Priva di Montanari, in panchina per onor di forma visto l’infortunio alla caviglia accusato nell’allenamento di venerdì, i calzaturieri sono stati sempre in balia degli avversari che pur accusavano le assenze di Gloria e Ginesi fermati dal Covid-19 e hanno perso per espulsione durante la contesa anche Magrini. La Sutor ha tirato male da tre con 2/23 e non è stata in grado di capitalizzare il momento favorevole che la partita gli ha concesso. Non è bastata una grande partita di Masciarelli che ha chiuso una bella doppia doppia condita da 28 punti, 13 rimbalzi e 38 di valutazione. Cronaca – Partono bene i padroni di casa, 7-0 dopo 2’13”. Masciarelli dalla lunetta trova il primo punto per la Sutor che però scivola nel punteggio fino a toccare il meno 20, 25-5 dopo 7’30”. La squadra si scuote e al termine del primo periodo il punteggio è di 30-13. Il secondo quarto si apre con cinque punti consecutivi di Masciarelli per il 30-18, la Sutor prova a contenere i punti di forza degli avversari e risale fino al 36-26 al 15’ poi, non riesce a sprintare e al riposo lungo è sotto di dodici lunghezze, 42-30. Al ritorno in campo, pur con le rotazioni limitate, la Sutor risale fino al meno 9, 48-39, ma non approfitta dell’espulsione di Magrini che avrebbe potuto far girare la partita a proprio favore. I gialloblù commettomo i soliti errori, subiscono un controparziale di 10-0 e al 30’ nonostante la tripla di Verdecchia sono sotto di 19 lunghezze, 61-42. Nell’ultimo quarto cinque punti consecutivi di Rocchi danno a Jesi il massimo vantaggio, 67-44 al 31, la Sutor non ha più la forza di reagire e uno scatenato Rocchi tiene a distanza la compagine di Cagnazzo. Finisce 79-60 per la General Contractor che coglie il suo secondo successo consecutivo che la rilancia nella corsa salvezza. Per la Sutor ci sarà ancora tanto da lavorare con la speranza che nella settimana che culminerà con il derby in casa contro Civitanova possano arrivare giocatori importanti per cercare una vittoria che sarebbe fondamentale in chiave salvezza. “Non ci possiamo permettere di approcciare così alla gara – ha detto il coach Damiano Cagnazzo – con poca intensità e poco coinvolgimento dei giocatori. Dobbiamo capire che questo è il campionato di serie B e la Sutor deve combattere in campo come lo fanno tutte le squadre. Credo che il primo quarto ha deciso in pratica tutta la partita e noi non ci possiamo permettere di entrare in campo morbidi perché lo reputo il modo sbagliato di proporsi in questo torneo. Dobbiamo pensare a noi stessi senza accampare scuse, è vero ci mancava Montanari, ma questo non deve essere un alibi. Ci abbiamo provato, la verità però è che la sfida è stata decisa dal quel primo periodo che ha evidenziato al termine dei primi 10’ di gioco quello che è stato lo scarto finale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2022 alle 21:06 sul giornale del 25 gennaio 2022 - 123 letture

In questo articolo si parla di sport, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cG1k