Il progetto “Ripartire dalla storia”, finanziato dal GAL Fermano, entra nel vivo delle attività

3' di lettura 22/01/2022 - Si è tenuto venerdì 14 gennaio il terzo incontro dei partner del progetto “Ripartire dalla storia: gli itinerari del fermano, ponti per il futuro”, finanziato dal GAL Fermano nell'ambito della strategia di sviluppo del turismo rurale.

La riunione è stata l'occasione per riflettere sulla stagione estiva 2021, sulla situazione del turismo in questi mesi invernali (con le incertezze legate al Covid) e sulle prospettive per la prossima stagione 2022. Tutti i partner evidenziano che la stagione estiva 2021 è stata fortemente influenzata dalla pandemia sanitaria, che ha favorito un turismo di prossimità, costituito da italiani che visitano e vengono nelle Marche, spesso per la prima volta. L'interesse da parte degli italiani (in particolare dal nord d'Italia) ha permesso di recuperare la mancanza di turisti stranieri.

Grazie alla proposte di accoglienza ed ai servizi offerti molte turisti hanno scelto il territorio fermano sia per la spiaggia sia per le bellezze delle colline e dei Borghi. Come segnalato da alcuni partner “gli interessi dei turisti sono cambiati: adesso le vacanze sono più brevi massimo 15-20 giorni. Al mare i turisti ci vanno 2-3 volte, poi cercano qualcosa di diverso, quindi la struttura deve offrire delle alternative.”

Molti operatori hanno segnalato l'allungamento del periodo delle vacanze, con molti turisti anche nel mese di settembre. Anche gli operatori dell'entroterra sottolineano la voglia di vacanza anche nel mese di settembre e l'interesse per il patrimonio culturale ed enogastromico da un lato, e le attività laboratoriali ed esperienziali, dall'altro. Un operatore, precisa che “c'è molto interesse per le attività outdoor e per il patrimonio storico-culturale che caratterizza Fermo e i Borghi vicini a Fermo. Le piste ciclabili in fase di realizzazione possono essere uno strumento valido per questo settore”.

Nella seconda parte dell’incontro, sono stati esaminati i risultati dei questionari sull’accoglienza turistica e di una “ricerca desk” sugli elementi identitari del territorio del PIL Itinerari di storia. L'analisi dei dati è utile per capire i principali elementi dell’identità del territorio, dei suoi punti di forza e di debolezza sul piano dei servizi turistici.

Nell’ultimo blocco della riunione, si è parlato delle misure da attuare per la promocommercializzazione del fermano, nel contesto attuale ancora molto influenzato dalla pandemia. La società TEC (ente capofila) sulle base di questi dati sta predisponendo il materiale specifico per comunicazione (brochure e video), un manuale operativo e la partecipazione a fiere in Italia e all’estero da realizzare nel periodo 2022/2023.

Dalla riunione è emersa la consapevolezza che, per affrontare il forte cambiamento d'epoca che vive al turismo, è necessario creare sinergie, garantendo un’attiva collaborazione e un continuo sostegno tra gli operatori, potenziare i servizi, puntare sul turismo esperienziale, migliorare l'attività di promo-commercializzazione. Riflessioni condivise dall'arch.

Monia Ferroni facilitatore del PIL “itinerari di storia” che ha partecipato all'incontro insieme agli esperti ed ai partner del progetto. Ora bisogna prepararsi per la nuova stagione turistica, per sfruttare l'interesse che c'è verso le Marche e verso il territorio fermano.




Redazione VivereFermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2022 alle 14:01 sul giornale del 23 gennaio 2022 - 259 letture

In questo articolo si parla di attualità, Redazione VivereFermo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cGTw





logoEV
logoEV