Sutor, dopo la gara con Roseto le considerazioni di coach Damiano Cagnazzo.

3' di lettura 17/01/2022 - giorno dopo è sempre il momento delle analisi di in match che ha visto la Sutor soccombere con l’onore delle armi al cospetto della capolista Liofilchem Roseto. I veregrensi hanno provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo, ci sono riusciti nel primo periodo poi, quando Roseto ha cambiato marcia è stato tutto più complicato.

La squadra gialloblù però, nel terzo periodo ha avuto la forza di tornare in partita, ha lottato su ogni pallone arrivando a meno 8 con la possibilità di riaprire la contesa definitivamente. La Liofilchem non è in testa al campionato per caso, ha stretto le maglie difensive, in attacco ha trovato buone giocate e il tentativo della Sutor è stato nuovamente respinto. La differenza alla fine è arrivata dalle percentuali al tiro con la Sutor attestata al 36,5% contro il 47,8% degli avversari. Per il resto i ragazzi di Cagnazzo hanno mostrato dei miglioramenti che non sono bastati in questa sfida per conquistare i due punti in palio, ma che lasciano intravvedere un cammino diverso nel girone di ritorno.

Coach Damiano Cagnazzo che partita è stata secondo lei quella con Roseto?

“Ho visto tre quarti giocati bene dalla Sutor per intenderci da squadra vera. Questa è sicuramente la strada che dobbiamo percorrere per poter arrivare alla salvezza. Nel secondo quarto i loro migliori giocatori e il fatto del nostro giocare individualmente, ha scavato un solco nel punteggio e indirizzato la partita a favore dei nostri avversari. Nonostante questo, contro una squadra forte che sta esprimendo la migliore pallacanestro del girone, abbiamo avuto la forza di rientrare e questo fatto ci deve dare il senso di cui dovremo affrontare la stagione da qui in avanti nel fatto di giocare insieme, difendere insieme, passarci la palla, solo così possiamo migliorare e fare meglio di quello che abbiamo fatto contro Roseto”.

Quanto hanno influito i falli commessi abbastanza subito che vi hanno privato di più rotazioni?

“E’ vero, la situazione falli ha condizionato le nostre rotazioni. Però non è giusto accampare scuse, dobbiamo essere più bravi a mettere in campo tanta intensità senza però commettere falli banali sopratutto quando andiamo a cercare la palla”.

In attacco avete mostrato dei miglioramenti importanti e questo lascia ben sperare per il girne di ritorno che inizierà domenica prossima?

“Sì, qualcosa meglio in attacco lo abbiamo fatto perché abbiamo mosso meglio la palla e questo ci ha consentito di costruirci dei bei tiri aperti e di avvicinarci di più al canestro degli avversari. Secondo me la squadra ha concesso tre, quattro canestri facili agli avversari nel momento topico del match. Potevamo gestire meglio quel frangente di gara per rimanere attaccati alla capolista nel punteggio. Adesso, dovremo sfruttare al meglio il lavoro quotidiano per farci trovare pronti alla ripresa delle ostilità”.

Buona la prova del nuovo arrivato Montanari. Pensa che ci saranno da qui a breve altri inserimenti nel roster?

“Credo che dovremo fare tutto quello che è nelle nostre possibilità per migliorare. Insieme alla società stiamo sondando il mercato alla ricerca di qualcosa che possa tornarci utile. Non è facile individuare il giocatore o i giocatori che potrebbero fare al caso nostro però, tutti abbiamo l’obbligo di cercare fare qualche cosa anche perché c’è l’assoluto bisogno di far crescere questa squadra”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2022 alle 12:18 sul giornale del 18 gennaio 2022 - 122 letture

In questo articolo si parla di sport, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cFCW





logoEV
logoEV
logoEV