Smerillo: la squadra comunale si rafforza. Contratto a lungo termine per l’arch. Silvia Basti.

3' di lettura 07/01/2022 - Vallesi: “Dopo 100 anni di storia, sarà il primo membro dell’uff. tecnico assunto in via definitiva”. Un risultato importante per l’Amministrazione Comunale. “E’ un’opportunità per il nostro territorio che necessita di nuove strategie e qualità progettuali”. Prossimo step: “Incrementare ulteriormente l’organico comunale”.

La ripartenza e la rinascita dei piccoli centri passa anche dalle capacità e qualità degli Uffici Comunali. E’ attraverso questi strumenti che un borgo può guardare al futuro con progettualità e programmi validi.

A Smerillo lo sanno bene ed è per questo che la squadra comunale ha scelto di rafforzarsi, potenziando il suo organico. Infatti, il piccolo Borgo dell’Alto Fermano ha accreditato in via definitiva un addetto dell’Ufficio Tecnico, ovvero è stato stipulato un contratto a lungo termine per l’Architetto Silvia Basti.

“Avvalendoci delle risorse a nostra disposizione, abbiamo potuto stabilizzare l’architetto Basti in modo definitivo, così da renderla membro stabile dell’Ufficio tecnico – ha spiegato il Sindaco Vallesi – dopo 3 anni consecutivi di collaborazione con il Comune, la legge permetteva di compiere proprio questo step, che per noi si è rivelato essenziale”.

Passione per il proprio lavoro, ma anche amore per la comunità che la accolta: “Si tratta di un architetto molto capace e sulla quale facciamo tutti affidamento. Dopo una lunga esperienza nella libera professione, Silvia ha trasferito con successo la sua professionalità nel settore pubblico, mostrando grande esperienza, passione per il proprio mestiere, ma allo stesso tempo attaccamento a Smerillo, infatti da qualche anno ha deciso di trasferirsi qui”.

Non un semplice aumento numerico dell’organico: “Vista da fuori può sembrare una cosa da poco, ma per un Comune come Smerillo e per i nostri Uffici vuol dire molto, soprattutto se si pensa che in 100 anni di storia, il nostro Paese non aveva mai avuto un architetto a tempo indeterminato – ribadisce il Sindaco – avere un architetto a tempo pieno è una grande conquista e poter fare affidamento su di una figura come la Basti ci permetterà di mettere in atto le tante progettualità in cantiere. Questa è un’opportunità per il nostro Comune che ha bisogno di nuove e valide strategie”.

Dopo questo risultato, qual è il prossimo step? “A nome di tutta l’Amministrazione, mi auguro che si possa procedere ancora con la stabilizzazione di altri due collaboratori, ovvero l’arch. Serena Armandi ed il Dott. Gabriele Marcozzi, già collocati a tempo determinato nell’organico comunale – ribadisce Vallesi – va premiata la loro alta competenza professionale e la fondamentale capacità di fare squadra”.

E considerando la coincidenza con il centesimo anniversario della fondazione del Comune di Smerillo, quali saranno gli obbiettivi per il futuro? “Guardando a questo nuovo anno, mi viene in mente questa frase “dall’abisso si può risalire”. Dopo gli eventi sismici del 2016, la nostra comunità sembrava smarrita, eppure la perseveranza tipica degli abitanti dei borghi montani, ha cominciato a dare frutti sorprendenti. Nonostante la pandemia e le varie problematiche, non abbiamo mai mollato ed i risultati si stanno già vedendo – conclude il Sindaco – fondi e contributi, sia regionali che statali, non mancano, la ricostruzione degli immobili ha ripreso a viaggiare nel verso giusto e stiamo tentando di far tornare forte il nostro territorio. L’obbiettivo principe è quello di creare una comunità più accogliente, più a misura d’uomo”.










logoEV
logoEV