x

SEI IN > VIVERE FERMO >

A Fermo e Porto San Giorgio sospese le attività didattiche venerdì 7 e sabato 8 gennaio

2' di lettura
449

di Redazione Vivere Fermo

fermo@vivere.it


scuole
Misure di contenimento ai fini della gestione dell'emergenza da Covid 19. Con ordinanza i Sindaci di Fermo e di Porto San Giorgio hanno disposto la sospensione delle attività didattiche di ogni ordine e grado delle Istituzioni scolastiche pubbliche e private cittadine, ivi compresa la scuola per l’infanzia, per i giorni di venerdì 7 e sabato 8 gennaio 2022.

Il sindaco Nicola Loira ha ordinato la sospensione delle attività didattiche di ogni ordine e grado (incluse quelle dell’asilo nido comunale) nelle giornale di venerdì 7 e sabato 8 gennaio. La decisione, in via precauzionale, scaturisce “dall’andamento crescente della curva dei contagi da Covid-19 nella nostra città.

La misura è finalizzata a contenere ulteriormente l'emergenza epidemiologica in corso”, spiega il sindaco. Il Comune ha avviato oggi una attività di screening della popolazione scolastica finalizzata ad individuare eventuali casi di positività tra studenti e personale scolastico del territorio comunale, al fine di garantire un avvio in sicurezza delle attività didattiche.

Venerdì 7 e sabato 8 gennaio, dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, sarà nuovamente attivo il servizio tamponi gratuiti a studenti, insegnanti e personale Ata degli istituti cittadini oltre che studenti residenti a Porto San Giorgio che frequentano istituti al di fuori del territorio comunale.

Le postazioni sono due: la sede centrale della Croce Azzurra in via Andrea Costa n. 1 e la struttura mobile collocata all’interno del piazzale della scuola Borgo Rosselli, in via Pirandello.

E c'è anche il Sindaco di Fermo che con ordinanza ha disposto la sospensione delle attività didattiche di ogni ordine e grado delle Istituzioni scolastiche pubbliche e private cittadine, ivi compresa la scuola per l’infanzia, per i giorni di venerdì 7 e sabato 8 gennaio 2022.

Sospensione stabilita per questi due giorni "per avere - dichiara il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro - un quadro più completo di tutte quelle positività che stanno purtroppo emergendo a seguito dei ritrovi di Capodanno e quindi avere meno possibilità di presenza di soggetti positivi asintomatici: insomma un provvedimento di buonsenso. Portare i giorni di intervallo fra il Capodanno e l'inizio delle scuole a 8 rispetto ai 5 che sarebbero stati credo che sia un fattore che contribuisca a diminuire i pericoli di contagio. Poi ogni provvedimento da lunedì in poi dipenderà solo da Stato o Regione e non dai Sindaci".



scuole

Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2022 alle 14:33 sul giornale del 06 gennaio 2022 - 449 letture


Redazione VivereFermo