“L’obbiettivo è riportare medicina in Amandola. La zona montana sia compatta”.

2' di lettura 01/01/2022 - L’Amministrazione Comunale non si tira indietro. Pochini: “Convocheremo un consiglio su questo tema, provvedere all’immediato rientro del reparto ad Amandola. L’augurio è che anche le altre Amministrazioni comunali approvino questa manovra”. Fa da eco la Cna Fermo, che esprime solidarietà.

Anche nell’ultimo giorno dell’anno, uno dei temi più discussi resta quello legato alla sanità dell’area dei Sibillini. In particolare, le attenzioni si sono posate sulla situazione del reparto di medicina, che fatica non poco a tornare nella Città di Amandola, dove ad accoglierlo è pronta la nuova struttura, terminata da poco e realizzata grazie a fondi della Protezione Civile.

Tra botta e risposta di Regione, Asur, Area Vasta e Comune, nei prossimi giorni, l’Amministrazione Marinangeli convocherà un consiglio comunale dedicato “all’immediato rientro del reparto di medicina generale dall’Ospedale Murri di Fermo ad Amandola”.

Sorvolando su polemiche e diatribe politiche, la tematica è una sola: “Occorre restituire ai cittadini dell’area montana un servizio fondamentale come quello di medicina, che può essere subito ospitato nell’apposito edificio, in attesa che il nuovo Ospedale dei Sibillini venga completato – ribadisce il Vicesindaco Pochini – la struttura è già entrata in funzione da alcune settimane, attraverso la somministrazione dei vaccini, quindi è pronta per essere utilizzata a pieno”.

Obbiettivo primario, il ritorno a casa del reparto di medicina: “Alla Regione, all’Asur e all’Area Vasta 4, chiediamo l’immediato rientro del reparto di medicina generale dall’Ospedale Murri presso l’edificio appositamente dedicato a questa funzione ed inoltre, si chiede anche lo spostamento dei Servizi Ambulatoriali e del punto prelievi, così da riunire al meglio tutti i servizi sanitari per la comunità e permettere una fruizione più agevole” ha sottolineato Pochini.

Unione e coesione per tutta l’area dei Sibillini: “L’augurio è che anche le altre Amministrazioni comunali ci sostengano in questo percorso, magari votando questa stessa manovra nei rispettivi consigli”.

Da una parte il rientro del reparto di medicina ad Amandola, sullo sfondo il nuovo Ospedale dei Sibillini, in parole povere per auspicare il rilancio della sanità montana e mandare un messaggio unanime ed unitario ai piani alti, serve compattezza e collaborazione.






Questo è un articolo pubblicato il 01-01-2022 alle 06:14 sul giornale del 01 gennaio 2022 - 275 letture

In questo articolo si parla di protezione civile, ospedale, politica, asur 4, medicina, monti sibillini, Comune di Amandola, nuovo ospedale, reparto di medicina, area vasta 4, articolo, regione marche, alto fermano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cC1H





logoEV
logoEV
logoEV