Il Consiglio Regionale

10' di lettura 21/12/2021 - “Il Consiglio regionale costituisce l’Assemblea legislativa della Regione Marche. E’ organo della rappresentanza democratica regionale ed è eletto a suffragio universale e diretto”.

Così recita lo Statuto della Regione Marche che stabilisce i compiti e le funzioni demandate alla stessa assemblea, la cui attività è disciplinata dal Regolamento interno. Il Consiglio, che resta in carica cinque anni, esercita la potestà legislativa attribuita alla Regione e le altre funzioni conferite dalla Costituzione, dallo Statuto e dalle leggi e svolge la funzione di indirizzo e di controllo del governo regionale.

In particolare il Consiglio approva le leggi e i regolamenti, le proposte di legge da presentare al Parlamento e delibera in ordine alla richiesta di referendum abrogativo relativo a leggi e atti equiparati dello Stato e di referendum popolare sulle leggi costituzionali. Inoltre è chiamato ad approvare le norme generali di contabilità, gli atti di programmazione finanziaria, il bilancio regionale di previsione, l’assestamento di bilancio e il rendiconto generale. Tra i suoi compiti, anche l’approvazione di atti che sanciscono i principi generali dell’organizzazione amministrativa della Regione.

In generale il Consiglio esercita la funzione di controllo sull’attuazione delle leggi e sull’attuazione del programma di governo regionale e sull’operato della Giunta regionale attraverso gli strumenti previsti dal Regolamento interno.
Il nuovo Consiglio regionale si è insediato nell’ottobre del 2020

IL RUOLO ATTIVO DEI CITTADINI

I cittadini, tutti coloro che risiedono nella regione, gli enti e le associazioni possono inviare petizioni al Consiglio regionale per chiedere provvedimenti o segnalare comuni necessità. Il Presidente dell'Assemblea legislativa trasmette la petizione alla Commissione competente in materia che può decidere per la stesura di una relazione da sottoporre all'Aula o per l'archiviazione.

I cittadini possono esercitare anche un'azione legislativa, presentando proposte di iniziativa popolare, sottoscritte da almeno 5mila elettori nella Regione, oppure chiedendo l'abrogazione totale o parziale di una legge regionale attraverso un referendum firmato da almeno 20mila elettori. Le sedute dell'Assemblea legislativa sono pubbliche e per promuovere e diffondere la conoscenza dell'attività istituzionale, la partecipazione al procedimento legislativo e alla definizione degli indirizzi politici e programmatici, il Consiglio regionale, in linea con il principio di trasparenza, realizza attività di informazione e comunicazione.

I GRUPPI CONSILIARI

Sono 8 i gruppi consiliari dell’undicesima legislatura (FdI, Lega, Pd, Forza Italia, M5s, Popolari Marche-Udc, Civici Marche, Rinasci Marche). Come previsto dalla normativa, dopo la costituzione, ciascun gruppo procede all’elezione di un Presidente e di uno o più Vicepresidenti. I consiglieri che non appartengono a un gruppo assembleare specifico vengono assegnati dall’Ufficio di presidenza a quello “Misto”. Per l’assolvimento delle proprie funzioni l’Ufficio di Presidenza assicura a ciascun gruppo disponibilità di strutture, personale e servizi e gli assegna risorse a carico del bilancio del Consiglio.

Composizione dei gruppi consiliari

FDI - Francesco Acquaroli (Presidente Regione Marche), Carlo Ciccioli (Capogruppo), Pierpaolo Borroni (Vicecapogruppo), Andrea Assenti, Marco Ausili, Nicola Baiocchi, Elena Leonardi, Andrea Putzu

LEGA - Renzo Marinelli (Capogruppo), Mirko Bilò (Vicecapogruppo), Andrea Maria Antonini, Chiara Biondi, Giorgio Cancellieri, Marco Marinangeli, Anna Menghi, Luca Serfilippi

PD - Maurizio Mangialardi (Capogruppo), Anna Casini (Vicecapogruppo), Andrea Biancani, Manuela Bora, Romano Carancini, Fabrizio Cesetti, Antonio Mastrovincenzo, Micaela Vitri

FORZA ITALIA - Jessica Marcozzi (Capogruppo), Gianluca Pasqui (Vicecapogruppo)

CINQUESTELLE - Marta Raimonda Carmela Ruggeri (Capogruppo), Simona Lupini (Vicecapogruppo)

POPOLARI MARCHE-UDC - Dino Latini (Capogruppo)

CIVICI MARCHE - Giacomo Rossi (Capogruppo)

RINASCI MARCHE - Luca Santarelli (Capogruppo)

UFFICIO DI PRESIDENZA

Il primo atto dell'Assemblea legislativa, dopo l'insediamento, è l'elezione del suo Presidente e dell'Ufficio di presidenza. Composto dal Presidente, da due Vicepresidenti e due Consiglieri segretari - espressione di maggioranza e opposizione - l'Ufficio di presidenza resta in carica per trenta mesi, svolgendo prima di tutto il ruolo di garante delle norme che regolano l'attività e gli adempimenti del Consiglio regionale. Spetta al Presidente il compito di convocare e di presiedere l’Ufficio di presidenza, di coordinarne le funzioni e attuarne le deliberazioni. I due Vicepresidenti in caso di assenza o impedimento lo sostituiscono anche nella direzione dei lavori delle sedute assembleari. I due Consiglieri segretari sono chiamati a svolgere una funzione di controllo e verifica, concorrendo al buon funzionamento dell'istituzione.

All'inizio di ogni legislatura l'Ufficio di presidenza accerta la condizione dei consiglieri eletti, a partire proprio dai componenti dell'Ufficio stesso. E' suo il compito di disciplinare l'assetto degli uffici e l'amministrazione del personale, assicurando le risorse umane e strumentali necessarie per il lavoro delle quattro Commissioni assembleari permanenti, di cui stabilisce la composizione, e dei Gruppi consiliari. Dal punto di vista contabile, definisce la destinazione dei fondi del bilancio dell'Assemblea, approva annualmente la proposta di bilancio di previsione e il rendiconto dell'anno precedente.

Composizione dell’Ufficio di Presidenza

Dino Latini (Presidente), Gianluca Pasqui (Vicepresidente), Andrea Biancani (Vicepresidente), Luca Serfilippi (Consigliere segretario), Micaela Vitri (Consigliera segretaria)

LE COMMISSIONI

Principale compito delle Commissioni assembleari permanenti è quello di esaminare le proposte di legge, di regolamento, di atto amministrativo per poi riferirne i contenuti e le finalità all'Assemblea legislativa nel corso delle sedute consiliari. Nella prima fase dell'istruttoria i due consiglieri regionali nominati relatori dell'atto, uno di maggioranza, l'altro di opposizione, svolgono una relazione per inquadrare le tematiche oggetto della proposta, cui segue la discussione generale nella quale hanno luogo anche gli interventi degli altri commissari, le audizioni o l'esame di ulteriori pareri. L'iter prosegue con la votazione finale del testo che sarà trasmesso al Cal, (Consiglio autonomie locali) e al Crel (Consiglio regionale dell'economia e del lavoro), per i pareri. Concluso l'esame delle Commissioni referenti, le proposte approdano in Aula per la discussione e l'approvazione finale. Quattro le Commissioni insediate all’inizio dell’undicesima legislatura. La Prima si occupa di Affari istituzionali, Cultura, Istruzione, Programmazione del Bilancio; la Seconda di Sviluppo economico, Formazione professionale e Lavoro, Affari europei e internazionali, Settore primario; la Terza di Governo del territorio, Ambiente e Paesaggio; la Quarta di Sanità e Politiche sociali.

Composizione delle Commissioni consiliari permanenti

Affari istituzionali - Renzo Marinelli (Presidente), Marta Carmela Raimonda Ruggeri (Vicepresidente),Nicola Baiocchi, Andrea Biancani, Chiara Biondi, Fabrizio Cesetti, Carlo Ciccioli, Jessica Marcozzi

Sviluppo economico - Andrea Putzu (Presidente), Antonio Mastrovincenzo (Vicepresidente), Marco Ausili, Mirko Bilò, Manuela Bora, Fabrizio Cesetti, Marco Marinangeli, Giacomo Rossi

Governo del territorio - Andrea Maria Antonini (Presidente), Luca Santarelli (Vicepresidente), Andrea Assenti, Pierpaolo Borroni, Anna Casini, Giacomo Rossi, Luca Serfilippi, Micaela Vitri

Sanità - Elena Leonardi (Presidente), Simona Lupini (Vicepresidente), Nicola Baiocchi, Giorgio Cancellieri, Romano Carancini, Carlo Ciccioli, Maurizio Mangialardi, Anna Menghi, Gianluca Pasqui.

COMITATO PER IL CONTROLLO

E LA VALUTAZIONE DELLE POLITICHE

Esercita le funzioni di controllo sull’attuazione delle leggi e di valutazione degli effetti delle politiche regionali, sull’attuazione del programma di governo regionale e sull’operato della Giunta regionale. Inoltre, può realizzare studi (missioni valutative) volti a raccogliere ed analizzare informazioni per approfondire specifiche questioni legate all’attuazione delle leggi e agli effetti delle interventi approvati.

Composizione Comitato per il controllo e la valutazione politiche

Jessica Marcozzi (Presidente), Anna Casini (Vicepresidente), Andrea Assenti, Manuela Bora, Simona Lupini, Anna Menghi, Giacomo Rossi, Luca Santarelli

GIUNTA PER IL REGOLAMENTO

Esprime pareri sulle questioni di interpretazione del Regolamento interno, esamina le proposte di modifica dello stesso, formula eventuali osservazioni sulla proposta di Regolamento del Cal (Consiglio delle autonomie locali) per i profili attinenti al raccordo procedurale tra l'attività del Consiglio stesso e dell'Assemblea legislativa.

Composizione della Giunta per il regolamento

Dino Latini (Presidente), Chiara Biondi, Elena Leonardi, Jessica Marcozzi, Antonio Mastrovicenzo, Marta Ruggeri, Luca Santarelli

IL CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI

Il Consiglio delle Autonomie Locali (Cal) è l’organo permanente di rappresentanza istituzionale del sistema delle autonomie locali delle Marche nonché di consultazione, concertazione e di raccordo e consultazione permanente tra Regione ed Enti locali. Il suo scopo è, quindi, quello di favorire l’intervento diretto degli Enti locali nei processi decisionali della Regione e di attuare il principio di raccordo e consultazione permanente tra Regione ed Enti locali.

Alessandro Gentilucci (Presidente), Moria Canigola (Vicepresidente), Marco Fioravanti (Vicepresidente), Roberto Ascani (Consigliere segretario), Mauro Dini (Consigliere segretario)

IL CONSIGLIO REGIONALE

DELL’ ECONOMIA E DEL LAVORO

Il Consiglio regionale dell'economia e del lavoro (Crel) è l'autonomo organismo regionale di consultazione e confronto delle rappresentanze più significative del mondo dell'economia e del lavoro, in ordine agli atti normativi e di programmazione e alle questioni di maggiore rilevanza per l'assetto economico della regione.

Gianfranco Alleruzzo (Presidente), Cristiana Ilari (Vicepresidente)

ORGANISMI INDIPENDENTI

Garante regionale dei diritti della persona - Giancarlo Giulianelli

Corecom - Cinzia Crucci (Presidente), Maurizio Blasi (Vicepresidente), avvocato Massimo Iacopini (terzo componente)

Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche - Maria Lina Vitturini (Presidente), Maria Antonietta Lupi (Vicepresidente) e Valentina Ugolinelli (Vicepresidente)

Collegio dei revisori dei conti della Regione Marche - Luciano Fazzi, Gianni Ghirardini e Giuseppe Mangano

Associazione ex consiglieri - Fausto Franceschetti (Presidente)

Università per la pace - Mario Busti (Presidente)

BIBLIOTECA

La Biblioteca del Consiglio regionale, istituita negli anni '70 e intitolata a “Walter Tulli”, primo presidente dell’Assemblea legislativa, partecipa dal 2013 al servizio bibliotecario nazionale (Sbn) tramite il Polo della provincia di Ancona. E' aperta al pubblico ed è articolata in tre sezioni: quella giuridica, che è la principale, con un patrimonio di oltre 25mila monografie e 450 periodici; l'archivio regionale della produzione editoriale marchigiana, con oltre 12mila monografie e 400 periodici; la sezione dedicata ai Fondi speciali, con le raccolte di volumi, documenti, riviste e carte appartenute allo storico Enzo Santarelli, al politico Luciano Barca e al filosofo Jacques Maritain.

PUBBLICAZIONI. Collana Quaderni del Consiglio regionale, 25 anni di attività, oltre 350 numeri per 6 aree tematiche (cultura, istituzioni, personaggi, società, storia e territorio).

CONOSCERE IL CONSIGLIO. Progetto a cura della Biblioteca regionale finalizzato a sensibilizzare gli studenti all'esercizio della cittadinanza attiva, alla conoscenza delle funzioni, delle attività e dell'organizzazione del Consiglio Regionale e al rafforzamento della consapevolezza del valore delle Istituzioni.








Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 21-12-2021 alle 23:14 sul giornale del 23 dicembre 2021 - 129 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, pubbliredazionale, consiglio regionale delle marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cAFw

Leggi gli altri articoli della rubrica pubbliredazionale