Luci accese a partire dall’8 dicembre, come da tradizione, per il Natale 4.0 di Porto Sant’Elpidio

3' di lettura 04/12/2021 - Grafica aggiornata, immagine e logo nuovi per un Natale intitolato L’incanto della luce. “Dopo un primo incontro con i commercianti abbiamo deciso di illuminare le due vie centrali, studiando una sorta di percorso virtuale che dia l’idea di un Corso”, dice l’assessore Patrizia Canzonetta. Lo scopo del progetto è di creare un corridoio di luce per accogliere i cittadini a passeggio.

“Ci abbiamo lavorato molto e speriamo di aver fatto un lavoro apprezzabile, abbiamo voluto dare un’immagine nuova della città, iniziando a vivere anche la Piazza”. L’attrattiva principale sarà infatti posizionata in Piazza Garibaldi: la Casa di Babbo Natale non è rappresentata dalla classica casetta di legno ma da una struttura trasparente iper moderna a forma di igloo, al cui interno i bambini possono godere dell’atmosfera natalizia e, a partire da mercoledì 8, spedire la propria letterina. L’igloo è stato pensato per essere “una cosa moderna che ci distingue”, come afferma Canzonetta.

Molte attrazioni itineranti tra via Principe Umberto e via Cesare Battisti, tra trampolieri, babbo natale in bicicletta, angeli luminosi, zampognari, band musicali e il Carillon vivente Le Gran Carrousel, un pianoforte con ruote con una ballerina che danzerà donando l’effetto carillon all’attrazione.

“Veniamo da un Natale 2020 davvero scarno per via della pandemia, ma questo è il Natale della ripartenza e ci puntiamo molto”, commenta Emanuela Ferracuti, che presenta il cartellone.

Un Natale dedicato alle famiglie e ai bambini, in cui gli appuntamenti saranno principalmente nel fine settimana. Spettacoli a cura de LaGrù Ragazzi (11 e 19 dicembre), laboratori di decorazioni natalizie presso l’Università del Tempo Libero (giovedì 9 dicembre ore 21) e presso il Quartiere Cretarola (martedì 14 dicembre a partire dalle 15), che ospiterà anche il laboratorio di candele agli agrumi (martedì 21 stesso orario). “Porto Sant’Elpidio è una città che accoglie tante famiglie a livello turistico, ed è proprio sulle famiglie che si è voluto puntare”. La casa di babbo natale si convertirà in casa della Befana il 6 gennaio, con sorprese per i bambini con caramelle e dolciumi, e nemmeno la befana sarà tradizionale poiché si presenterà sui trampoli.

Dedicata invece a tutti e devoluta alla Croce Verde la serata al Teatro delle Api (11 dicembre) con l’appuntamento Non solo gospel a cura della Pro Loco locale.

Non mancherà l’apertura del presepe storico di Angelo Medaglia presso la Chiesa centrale, visitabile ogni giorno, e il contest a cura dell’associazione CNA che interessa gli esercenti cittadini e le vetrine dedicate al Natale, che potranno essere votate e premiate il 6 gennaio. A breve tutti i quartieri avranno il loro albero e le loro luci, e si potrà dare il via alla Città del Natale 2021 in versione rinnovata.

“Mi fa piacere la collaborazione con il settore commerciale, con cui ci siamo confrontati con profitto. Ringrazio gli assessori Canzonetta e Ferracuti che hanno fatto molta ricerca e dedicato impegno all’organizzazione del Natale”, conclude il Sindaco Franchellucci, “soprattutto è da applaudire la decisione di fare un programma che possa continuare a diffondere l’atmosfera natalizia e che allo stesso tempo non risulti esagerato, così da non andare ad aggravare un momento già complicato”.


di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2021 alle 18:41 sul giornale del 05 dicembre 2021 - 242 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, marina mannucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cygn





logoEV
logoEV