Provincia di Fermo, è corsa a due. Ferranti-Ortenzi, in lotta per il trono.

4' di lettura 29/11/2021 - Calcinaro con il centro destra per sostenere Ortenzi. Pompozzi, Terrenzi e i Piccoli Comuni appoggiano Ferranti. Sorprese tra i candidati consiglieri: per i Dem c’è il Sindaco di Smerillo Vallesi, per Forza Italia Riccardo Tassi di Amandola. Tanti i nomi presenti nelle liste, ben 30 i consiglieri scesi in campo. Da una parte il desiderio di rivalsa dei borghi, dall’altra la costante presenza dei Partiti. Sarà una partita incerta, che conferma la divisione della Provincia.

“Les jeux sont faits”, verrebbe da dire. Tempo scaduto, liste presentate, ora si attende solo il responso delle urne. Nella giornata di ieri, dopo mesi di strategie, candidature sbandierate e poi ritirate, finalmente sono stati presentati i nomi dei prossimi candidati Presidenti alla Provincia di Fermo e le relative liste.

A giocarsela saranno in due: da una parte il Sindaco di Montappone Mauro Ferranti e dall’altra Michele Ortenzi Primo Cittadino di Montegiorgio. A sostenere i due Sindaci in corsa per la presidenza, ci saranno ben 3 liste: due in appoggio a Ferranti ed una a favore di Ortenzi. In totale 30 i consiglieri che hanno deciso di inserire il loro nome nelle liste. Quindi, dopo riunioni, capovolgimenti politici e schieramenti, oltre alla frenetica corsa per arraffare un posto utile nella prossima Amministrazione provinciale, si è arrivati al quadro finale ed ora c’è solo da attendere le votazioni del prossimo 18 dicembre.

Scendendo nel dettaglio, ad appoggiare Ferranti ci saranno due liste, ricche di nomi. Una è “Il Fermano per tutti”, creata dallo zoccolo duro del panorama Forza Italia e sponsorizzata a lungo dai Sindaci Rotoni di Servigliano e Fabiani di Monteleone di Fermo. Leggendo i nomi, si comprende bene come la lista voglia dare voce ai piccoli Borghi, troppo spesso dimenticati e lasciar lo spazio che meritano alle quote rosa. L’apripista di questa compagine è Greci di Porto Sant’Elpidio, seguito da Riccardo Tassi consigliere di Amandola. A catena ci sono anche, Valori di Monteleone, Quintili di Falerone, Tamra Beleggia di Magliano, Minnucci di Torre San Patrizio, Agostini di Campofilone, Valentina Turtù di Belmonte, Lucrezia Valeri di Massa Fermana e Angela Morganti di Servigliano.

Come anticipato, c’è anche un'altra lista che appoggerà Ferranti ed è “Intesa per la Provincia”. Tipicamente di stampo Dem, è guidata dal Vicepresidente uscente Pompozzi, affiancato da Porto San Giorgio, rappresentato per l’occasione da Roberta Bonanno. C’è anche Fermo in questa lista con il consigliere Malvatani e poi Perugini di Montegranaro. Ad allungare la scia Dem, vi è anche Terrenzi di Sant’Elpidio a Mare ed il Sindaco di Smerillo Vallesi, che ha scelto di candidarsi tra i consiglieri dopo aver proposto il suo nome come Vicepresidente provinciale. Altri nomi sullo sfondo per la lista democratica sono quelli di Stefano Fortuna, Valentina Bellabarba e da Santa Vittoria arriva Loredana Ferrara. Infine, ad appoggiare Ferranti ci sarà anche un altro nome pesante proveniente da Porto Sant’Elpidio, ovvero quello di Milena Sebastiani.

Spostandoci nell’altro versante, Ortenzi può dirsi forte del sostegno promesso dalla lista “Provincia Inclusiva”, di chiaro stampo Lega – Fratelli d’Italia. Capitanata da Calcinaro, affiancato a sua volta dalla Mariani, presenta anche il nome del Sindaco di Montegranaro Endrio Ubaldi. Ad appoggiare Ortenzi ci sarà anche la Vicesindaca di Ortezzano Acciarri, Diego Mandolesi vice a Ponzano ed anche il Sindaco Ciaffaroni di Montefortino. Infine, presente anche Rapagnano con Ceci e Torre San Patrizio con Mattei, oltre a Falerone con Pisana Liberati.

Insomma, un assetto politico quanto mai variegato, verrebbe da dire quasi camaleontico: in linea di massima, le varie liste hanno cercato di raccogliere l’appoggio di tutti i partiti, mettendo dentro nomi in grado di garantire voti ad ampia gittata. Ma come sempre, vista la tipologia di queste elezioni, a rappresentare l’ago della bilancia saranno di grandi centri, Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio su tutti. Tuttavia, stavolta, non va dimenticata la presenza dei Piccoli Comuni, partiti con largo anticipo nella preparazione di queste elezioni.










logoEV
logoEV
logoEV