Fermo: successo per l'open day a Palazzo dei Priori

2' di lettura 29/11/2021 - I fermani e non solo si sono riappropriati delle bellezze della città. Una domenica all’insegna dell’arte e della cultura quella appena trascorsa a Fermo: ieri, 28 novembre, per l’intera giornata l’Amministrazione Comunale - Assessorato alla Cultura ha dato la possibilità, in occasione della riapertura della Pinacoteca dopo i lavori post sisma, di poter tornare ad ammirare le opere all’interno di Palazzo dei Priori, con visite gratuite per i residenti.

Dalle 10.00 del mattino fino alle 13.00 e poi dalle 15.00 alle 19.00, 400 circa gli accessi registrati di visitatori che hanno scelto di conoscere per la prima volta o di apprezzare nuovamente con sguardi ammirati e occhi attenti dalla sfolgorante Adorazione dei Pastori del Rubens nella sala del ‘600, realizzato al termine del suo soggiorno italiano, riscoperto nella chiesa di San Filippo dallo storico dell’arte Roberto Longhi e dalla stessa chiesa proviene anche la Pentecoste di Giovanni Lanfranco, agli affascinanti arazzi in una nuova Sala con quello più prezioso della collezione che raffigura l’Annunciazione basata su un cartone preparato dall’artista fiammingo Giusto di Gand, dalla splendida Sala del Mappamondo al ciclo di affreschi di Andrea Boscoli nella Sala di Storia locale, alle Crocifissioni nella Sala del Rinascimento con le opere di Vincenzo Pagani e di Vittore Crivelli, senza dimenticare la Sala dei Ritratti, antica sede del Teatro cittadino e le sale di rappresentanza come la Sala del Consiglio comunale detta “dell’Aquila” e il Gabinetto del Sindaco.

“Un fermano su 100 ha partecipato a questo momento, ha scelto di vedere per la prima volta o di fare nuovamente un viaggio nella bellezza delle opere d’arte della città, diventando a sua volta ambasciatore dell’arte e della cultura cittadini - le parole del Sindaco Paolo Calcinaro. Un tour, impreziosito anche da una nuova illuminazione, che ha valorizzato scrigni d’arte di grande fascino che in questa ultima domenica di novembre in molti hanno voluto fare, approfittando di questa opportunità”.

“Nonostante le abitudini culturali in evoluzione, la presenza fisica soprattutto per le strutture museali è qualcosa a cui non si vuole rinunciare – ha detto l’assessore alle Politiche Culturali Micol Lanzidei - il contatto fisico, nonostante le moderne tecnologie digitali, è prioritario e preminente per chi vuole gustare un’opera d’arte, ne è indubbiamente la conditio sine qua non. In virtù di questo principio base di chi vuole fruire la cultura, abbiamo voluto fare questo grande regalo alla città dando la possibilità di immergersi nuovamente nella bellezza. Ringrazio per il lavoro svolto sia per i lavori post sisma che per gli interventi a fini della riapertura della Pinacoteca, e dunque per questo Open Day, l’Ufficio Cultura, il Servizio Musei e l’Ufficio tecnico comunali”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2021 alle 13:34 sul giornale del 30 novembre 2021 - 154 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cw4x