Porto Sant'Elpidio, finge di aver subito il furto del cellulare: 27enne denunciato dai Carabinieri

1' di lettura 27/11/2021 - I militari della stazione carabinieri di Porto San Giorno, a conclusione di specifica attività investigativa, condotta anche con l’ausilio di filmati di telecamere pubbliche e private e l’esame di tabulati telefonici, hanno deferito alla Procura di Fermo un cittadino rumeno 27enne residente a Porto Sant’Elpidio, già conosciuto alle cronache locali, ritenuto responsabile del reato di simulazione di reato.

Costui, in data 5 novembre, presentatosi in caserma, aveva denunciato di aver subito la rapina del proprio cellulare ad opera di un soggetto nordafricano, non meglio indicato, sotto la minaccia di un coltello. Le specifiche indagini condotte hanno permesso invece di ricostruire l’esatta sequenza degli eventi, da cui è emerso che il rumeno, in realtà, aveva venduto il cellulare all’altro soggetto, per poi denunciarne la sottrazione al fine di poter beneficiare del risarcimento del danno previsto da una polizza assicurativa stipulata al momento dell’acquisto dell’apparecchio.

Nella serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Monte Urano, all’esito di specifica attività investigativa, hanno rintracciato, traendolo in arresto, un cittadino tunisino 40enne del luogo, già noto alle locali cronache giudiziarie, destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Ancona.

Lo stesso è stato dapprima accompagnato in caserma per le formalità di rito e successivamente condotto presso la casa circondariale di Fermo ove dovrà scontare la pena residua di sei anni di reclusione, comminatagli per il reato cessione di sostanze stupefacenti, sotto il vincolo della continuazione, in concorso con altri, commesso a Montegranaro nel 2012.




Redazione VivereFermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2021 alle 14:16 sul giornale del 28 novembre 2021 - 202 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Redazione VivereFermo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwQ8





logoEV
logoEV
logoEV