Il Fermano mobilitato per sabato 27, giornata della Colletta alimentare. 800 i volontari

2' di lettura 25/11/2021 - Si cerca il ritorno alla normalità. E riprende anche la Giornata Nazionale della Colletta alimentare promossa come ogni anno dal Banco Alimentare. L'appuntamento è per sabato prossimo. Il Fermano ha sempre dato il meglio di sé, come mobilitazione di volontari e come dono di alimenti. Anche quest'anno, sperano i promotori, non sarà da meno, nonostante le attenzioni e le misure che dovranno essere osservate causa Covid-19. I volontari dalla casacca gialla che si faranno trovare dinanzi ai supermercati e alle botteghe alimentari provengono dalle più diverse associazioni.

Parteciperanno gruppi dell'Azione cattolica, di Comunione e Liberazione, di Gioventù studentesca, gruppi provenienti da diverse parrocchie, alcune Caritas, l'Associazione Alpini di Fermo, Monteurano, Amandola e Comunanza. Ci saranno poi i componenti l'Associazione Carabinieri in congedo, la Croce rossa, la Croce verde, gli Scout.

Un particolare che colpisce in questa edizione è che tante mamme e papà si sono iscritti tra i volontari al posto dei propri figli minorenni cui non sarà consentito, causa Covid, di partecipare alla Colletta. Gli organizzatori ad oggi hanno registrato 800 volontari.

A livello nazionale è stato diffuso un video-vademecum registrato a Milano da un giovane fermano.

47 sono i punti di raccolta dei 20 comuni coinvolti. Le catene che hanno aderiti sono: il gruppo Gabrielli, il gruppo Conad, Conad adriatico, Si con te, Eurospin, Coal, Crai, Sigma, MD, Coop, Tuodì, DPiù, Il Grande. E molti sono anche i negozi e supermercati indipendenti. I volontari chiederanno alla clientela di acquistare prodotti alimentari che serviranno poi a sostenere famiglie indigenti ed enti assistenziali. Gli alimenti raccolti, preparati e inscatolati, saranno consegnati e stivati nel magazzino di San Benedetto del Tronto dove arriveranno grazie ai mezzi de La Freccia dell'Adriatico che fin da ora ha messo a disposizione la propria struttura per il supporto logistico e di stoccaggio.

Ai volontari è stata proposta la frase che papa Francesco ha scritto in occasione della V Giornata Mondiale dei Poveri 2021: «La condivisione genera fratellanza, [...] è duratura, [...] rafforza la solidarietà e pone le premesse necessarie per raggiungere la giustizia, [...] uno stile di vita individualistico è complice nel generare povertà, [...] se i poveri sono messi ai margini il concetto stesso di democrazia è messo in crisi».




adolfo leoni


Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2021 alle 09:15 sul giornale del 26 novembre 2021 - 180 letture

In questo articolo si parla di adolfo leoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwfA





logoEV