Anche Porto Sant’Elpidio avrà la sua scuola di cinema: Officine Mattòli sbarca al quartiere Cretarola

3' di lettura 23/10/2021 - A partire da febbraio 2022 Porto Sant’Elpidio avrà una scuola di cinema: la scuola Officine Mattòli, primo centro di formazione cinematografica per le Marche, espande la sua sede e arriva a Porto Sant’Elpidio con tre corsi principali tra scrittura, filmmaking e recitazione.

“Con molto piacere definiamo questo nuovo progetto che fa arrivare una scuola di cinema nella nostra città – entusiasta l’assessore Emanuela Ferracuti. Spesso siamo abituati a vedere scuole di cinema nelle grandi città e ci sembra che non siano mai alla nostra portata, invece dal prossimo anno saranno anche qui”.

Della stessa opinione è Simona Ripari, diplomata alle Officine Mattòli nel 2017 ed ora membro del gruppo che gestisce il corso di recitazione cinematografica, che è inoltre un’elpidiense doc: “la nostra città aveva un cinema ed è giusto che questa tradizione prosegua. La presenza della scuola potrebbe accendere la luce cinematografica su tutta la città”.

Da dieci anni Officine Mattòli offre una formazione di qualità in ambito cinematografico e nel corso degli anni le attività correlate alle lezioni sono tali (incontri con gli autori, presentazioni e convegni per dirne alcune) da mettere in collegamento i partecipanti con le maestranze del cinema italiano, facilitando l’inserimento nel settore. Gli iscritti vengono dalle Marche ma anche da Umbria, Emilia Romagna e Abruzzo e questo identifica la qualità della proposta che nel corso degli anni è aumentata notevolmente

“Officine Mattòli mette a disposizione per lo studente la rete di contatti che possiede – spiega Damiano Giacomelli, responsabile del corso di filmmaking. I profili che escono dal biennio del mio corso – prosegue – sono professionisti del settore che vogliono lavorare nel mondo del cinema con la C maiuscola, ma non solo: sono anche addetti marketing di ditte private che hanno bisogno di specializzarsi nella creazione di video pubblicitari o autori che hanno voglia di comunicare qualcosa”.

Affianco a Giacomelli ci sono Claudio Balboni, responsabile del corso di scrittura, incentrato sulla costruzione di una storia e di una sceneggiatura per un film, e Rebecca Liberati, responsabile del corso sulla recitazione. Non saranno da soli: ogni corso è composto da un team di professionisti assistiti da docenti del calibro di Daniele Ciprì, Daniele Gaglianone, Stefania De Santis, Filippo Timi che, tra altri, si occuperanno di guidare studenti e studentesse nel loro percorso.

I corsi si svolgono nel fine settimana – spiega Balboni – sabato e domenica concentrati in 8 ore giornaliere per permettere, oltre al coinvolgimento degli studenti lavoratori, anche la partecipazione di illustri personaggi del cinema italiano”. Nel corso del primo anno tutti i partecipanti seguiranno lezioni teoriche e pratiche volte alla realizzazione di un cortometraggio collettivo di diploma; durante il secondo anno il lavoro sarà più individuale: i corsisti avranno la possibilità di usufruire dei laboratori e della strumentazione al fine di creare un progetto proprio grazie al supporto degli insegnanti. Ogni corso è a numero chiuso (massimo 15 partecipanti) con termine di iscrizioni fissato al 31 gennaio 2022.

“Non abbiamo fissato un limite di età – interviene Giacomelli nelle delucidazioni tecniche – per cui possono iscriversi tutti, ma è chiaro che puntiamo ad avere allievi in età da formazione (dai 18 ai 35 anni) in modo da poter insegnare meglio il metodo e la tecnica”.

I tre corsi rappresentano la spina dorsale del cinema in generale e avranno luogo nella sede del quartiere Cretarola. Patrizia Canzonetta ringrazia Angelo Tosoni, Presidente Quartiere Cretarola, che ha voluto riattivare le attività nei quartieri che “per noi sono fondamentali”; e Angelo è stato felice di accogliere l’iniziativa per lungimiranza “credo che questo tipo di attività possa essere un vanto per il nostro quartiere e per la città”.

Le iscrizioni sono aperte nel sito www.officinemattoli.it


di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 23-10-2021 alle 08:22 sul giornale del 23 ottobre 2021 - 166 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, marina mannucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cp2y





logoEV
logoEV