Fermana spuntata anche contro il colabrodo Lucchese: 0-0

5' di lettura 20/10/2021 - FERMO - La squadra gialloblù gioca e lotta ma non buca i rossoneri, benché abbiano uno dei reparti difensivi più battuti del girone, e deve accontentarsi di un pareggio (0-0). Fermana in dieci nel finale. Il punto muove la classifica e lascia invariata a 5 punti la distanza dei canarini dalla quintultima. Mister Riolfo imbattuto in casa. Sabato torna il derby ad Ancona.

Si gioca di nuovo a soli tre giorni dalla partita precedente (sabato scorso a Pescara). Oltre ai lungodegenti Scrosta, De Pascalis e Boateng, l'allenatore della Fermana Giancarlo Riolfo deve fare a meno anche di Marchi (acciaccato a corrente alternata) e all'ultimo minuto anche di Rossoni e capitan Urbinati (quest'ultimo ieri era tra i convocati), la fascia di capitano passa al fermano doc Cognigni. In compenso rientra tra i disponibili, dopo il turno ai box a Pescara per infortunio, Blondett e il tecnico lo inserisce subito in difesa nello schieramento iniziale; rientra anche Capece in cabina di regia dopo il turno di stop, in questo caso per squalifica. Per questi notivi formazione ancora rivoluzionata con Rodio e Mordini esterni difensivi, centrali Blondett e Corinus; a centrocampo confermati esterni Mbaye e Graziano in compagnia del rientrante Capece; si rivede Frediani dietro l'accoppiata di punte, tutte di peso, Cognigni-Nepi. Modulo speculare per la Lucchese.
Grande assente il pubblico fermano in una giornata così determinante per la classifica della squadra locale, ad eccezione del solito gruppo di ultras; colpa anche della Lega Pro che continua a fissare le partite di serie C in giorni e orari fatti apposta per tenere lontano gli spettatori ma solo per assecondare le esigenze televisive.

Ancora una volta ottimo approccio alla partita da parte della Fermana che costruisce e prova ad attaccare, pensando pure che i rossoneri toscani hanno tra le peggior difese del girone (alla vigilia della partita hanno subito un gol più dei gialloblù: 16 contro 15); i canarini costringono la Lucchese a giocare di rimessa ma il reparto offensivo di casa è sterile, Frediani dietro alle punte inoperoso, mentre i toscani pian piano cominciano a prendere d'infilata centrale i canarini che in mezzo hanno solo Capece che è più votato ad impostare che demolire. Così il primo vero pericolo lo portano gli ospiti, sebbene su un chiaro errore del guardalinee che non rileva il fuorigioco di un rossonero che poi dal successivo corner colpisce anche il palo. Risponde la Fermana che con Graziano costringe Coletta ad un intervento non facile. Dopo la mezz'ora Coletta in uscita si scontra con Cognigni, proteste per un rigore; sul capovolgimento di fronte Ginestra in uscita salva su Semprini che conclude dal limite. Contro un avversario alla portata dei canarini si vede l'assenza di un gladiatore come capitan Urbinati.

Dopo l'intervallo dentro Pannitteri per Frediani, purtroppo sempre evanescente, e Sperotto per Mordini, entrambi nella stessa posizione, i loro innesti si notano. Il match diventa ancora più scorbutico, fioccano i cartellini, al 20' sandwich in area su Cognigni, non c'è neanche il tempo di protestare perché il ritmo di gioco è incalzante anche se i portieri sono inoperosi; al 21' cross da destra e incornata di Cognigni, la prima vera bella azione manovrata con conclusione, la seconda arriva poco dopo con Mbaye vicino alla segnatura di testa su cross da sinistra, Coletta blocca la conclusione troppo centrale; quando mancano undici minuti al termine, su cross di Sperotto, davanti all'area piccola Cognigni viene cinturato e atterrato, si prosegue e poco dopo dal danno alla beffa: secondo cartellino giallo e quindi rosso per Corinus che atterra un avversario lanciato in contropiede, Fermana in dieci, Rioflo si copre, adesso l'imperativo diventa "prima non prenderle", il coach richiama Nepi e dentro Alagna. Si gioca sempre di meno, la Fermana sembra sulle gambe, poi al 92' San Paolo Ginestra salva la baracca su Semprini ed evita di regalare tre punti ad una diretta concorrente, niente non è, a volte occorre sapersi accontentare, soprattutto in una giornata in cui tutte le squadre di fondo classifica sono andate a punti. Pistoiese e Grosseto hanno pareggiato come i canarini, e la Viterbese ha vinto, abbandonando l'ultimo posto della graduatoria che ora è occupato dalla Pistoiese per differenza reti con Fermana e Viterbese, tutte a 6 punti.
Con Riolfo in panchina (oggi sesta partita) qualche progresso c'è stato nell'impegno e nel gioco, ma ancora non basta, per risalire la classsifica servirà altro, soprattutto imparare a trasformare in gol le poche occasioni che capitano. Con il nuovo tecnico la Fermana è imbattuta in casa (vittoria col Grosseto e due pari, con Siena e Lucchese). Oggi in classifica la Fermana paga il pessimo avvio di campionato con in panca Domizzi che conquistò un solo punto nelle prime quattro partite, mentre il nuovo trainer in sei partite ha collezionato ben cinque punti (tutti in casa).

Sabato prossimo torna il derby al "Del Conero" di Ancona.

FERMANA (4-3-1-2) : Ginestra; Rodio, Blondett, Corinus, Mordini (1' st Sperotto); Mbaye, Capece, Graziano (47' st Bugaro); Frediani (1' st Pannitteri); Nepi (39' st Alagna), Cognigni (44' st Bolsius). A disp. Moschin, Ajradinoski, Grossi, Marini, Pistolesi, Rovaglia, Lovaglio. All. Giancarlo Riolfo.

LUCCHESE (4-3-1-2): Coletta; Papini, Bachini, Belice, Corsinelli; Visconti (33' st Bensaja), Beloch, Eklu; Belloni (20' st Nanni); Semprini (44' st Babbi), Fedato. A disp. Cucchietti, Dumbravanu, Gibilterra, Lovisa, Panati, Quirini, Ruggiero, Schimmenti, Yakubiv. All. Guido Pagliuca

ARBITRO: Kevin Bonacina di Bergamo; ass. Alessio Miccoli di Lanciano e Andrea Sprezzola di Mestre, quarto ufficiale Gianluca Catanzaro di Catanzaro.

NOTE: Espulso Corinus al 37' st per doppia ammonizione; Ammoniti Eklu, Blondett, Papini, Fedato, Rodio, Brandi, Cognigni, Corinus. Recupero 0+5. Spettatori 467. Incasso 2900 euro circa; una ventina di tifosi lucchesi in curva ospiti.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2021/10/17/fermana-sprecona-il-pescara-la-punisce-2-1/1050806/

https://www.viverefermo.it/2021/10/10/la-fermana-c-ed-viva-un-punto-col-siena-per-ripartire/1045775/

https://www.viverefermo.it/2021/10/03/fermana-in-vena-di-regali-e-spuntata-la-vis-ringrazia/1040730/

https://www.viverefermo.it/2021/09/30/fermana-vittoria-doveva-essere-e-vittoria-stata/1037746/

https://www.viverefermo.it/2021/09/28/fermana-adesso-i-numeri-fanno-paura/1036580/

https://www.viverefermo.it/2021/09/26/la-fermana-con-riolfo-bella-solo-a-met-e-vince-la-carrarese/1036010/

https://www.viverefermo.it/2021/09/23/fermana-il-neomister-riolfo-si-presenta-ritrovare-lo-spirito-combattivo/1033293/

https://www.viverefermo.it/2021/09/21/fermana-mister-riolfo-il-sostituto-del-dimissionario-domizzi/1031989/




Paolo Bartolomei


Questo è un articolo pubblicato il 20-10-2021 alle 00:22 sul giornale del 21 ottobre 2021 - 512 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio, paolo bartolomei, articolo, lucchese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cplc





logoEV
logoEV
logoEV