x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

La Fermana c'è ed è viva, un punto col Siena per ripartire

4' di lettura
472

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - Sabato ore 17:30, stadio Bruno Recchioni, 8° giornata di serie C. I gialloblù sbloccano subito con capitan Urbinati, il Siena pareggia a fine primo tempo con Paloschi. La ripresa è una battaglia, i canarini resistono, termina 1-1 e alla fine la Fermana porta casa un punto utile, in attesa di tutti gli altri risultati, ma che in ogni caso interrompe di nuovo la serie di risultati negativi. Sabato prossimo i gialloblù torneranno dopo tanti anni all'Adriatico di Pescara per una partita prof.

La Fermana c'è, e viva e tiene botto bene al più quotato Siena allenato dall'ex campione del mondo Gilardino. Il punto conquistato oggi dai canarini può essere considerato un altro passo verso l'assestamento della gestione di mister Riolfo, i gialloblù puntano su pressing e agonismo, uniche armi a loro disposizione; cercano di non far giocare il più dotato avversario, rischiano il giusto, e, con i limiti del caso, quando possono cercano anche di giocare alto e costruire.
Quarto gol, su sei realizzati dai canarini, in questa stagione, dopo un calcio piazzato, altra arma su cui punta mister Riolfo. Novità di rilievo: si rivede Marchi dal 1' in attacco dopo quattro partite di stop per stiramento muscolare, ma anche oggi l'attaccante è costretto ad uscire per un problema muscolare, sebbene questa volta nel finale.

Dopo una ventina di minuti di dominio territoriale del Siena e di alcuni pericoli portati dai bianconeri dalle parti di Ginestra, come già successo contro il Grosseto la Fermana sblocca il risultato sfruttando un calcio piazzato. Punizione battuta da Mordini dalla destra, dalla parte opposta in area un compagno fa la sponda di testa, rimettendo la sfera nell'area piccola dove capitan Urbinati è appostato davanti all'ex portiere dell'Ascoli, Lanni, e mette in rete: 1-0 (foto di copertina).
Per il giocatore diventato ormai da un po' di tempo il simbolo di questa squadra è il secondo centro stagionale e, in totale dal 2015, il decimo centro con la casacca gialloblù, di cui sette tra i prof. Una carriera di grande soddisfazione personale per un calciatore di grande serietà e professionalità, che ha appena compiuto 34 anni, giunto al settimo campionato consecutivo con la Fermana e che poco prima di approdare in gialloblù in serie D, giocava in Eccellenza.
A centrocampo la Fermana riesce a mettere la partita sul piano della battaglia e tiene la difesa alta, il Siena non riesce più a riprendere il pallino del gioco e anzi sono i gialloblù che, galvanizzati dal vantaggio, si affacciano ancora minacciosamente alcune volte dalle parti di Lanni.
Però allo scadere del primo tempo gli undici allenati da Gilardino riescono a bucare in velocità la diga approntata da Blondett e compagni, discesa sulla sinistra di Loresi senza opposizione, cross teso al centro dove Paoloschi è lesto ad anticipare gli interventi di Urbinati e Sperotto e mettere alle spalle di Ginestra: 1-1. Tredicesimo gol subito dai gialloblù in questo campionato.

Nella ripresa Riolfo si copre meglio con Mbaye e Bugaro, gioco sempre più spezzettato, poi qualche amnesia difensiva e i gialloblù rischiano un paio di volte con Paloschi e poi con Pezzella che chiama Ginestra ad un bell'intervento. Il Siena spinge e non si accontenta del pari, la Fermana fa fatica anche a ripartire, dentro Nepi al posto di Marchi con un nuovo problema muscolare, i gialloblù resistono con i denti, la linea del fuorigioco funziona quando serve. Poi Riolfo mette dentro tutti i difensori, Rodio e Corinus, ormai serve solo difendersi e questa volta le idee del tecnico ligure funzionano e si evita la sesta sconfitta stagionale. Quando si proviene da una lunga serie negativa, un pareggio è quasi come una vittoria.
Sabato prossimo all'Adriatico contro il Pescara, un quasi derby sempre suggestivo e che fa ricordare i tempi d'oro di Fermana e Pescara dei fratelli Ivo e Andrea Iaconi.

FERMANA (4-3-1-2): Ginestra; Rossoni, Urbinati, Blondett, Sperotto; Graziano, Capece (37' st Rodio), Mordini (19' st Mbaye); Frediani (19' st Bugaro); Cognigni (37' st Corinus), Marchi. A disp. Moschin, Alagna, Pistolesi, Bolsius, Lovaglio, Rovaglia, Pannitteri. All. Giancarlo Riolfo.

SIENA (3-4-3): Lanni; Milesi, Terzi, Terigi; Mora, Aquadro, Pezzella (38' st Guberti), Bianchi (37' st Cardoselli); Di Santo, Lores, Paloschi. A disp. Marocco, Caccavallo, Darini, Karlsson, Marcellusi, Montiel, Morosi, Peresin, Zaccone. All. Alberto Gilardino.

ARBITRO - Luca Zucchetti di Foligno; ass. Marco Cerilli di Latina, Emanuele Spagnolo di Reggio Emilia; quarto ufficiale Dario Acquafredda di Molfetta.

RETI: 26' pt Urbinati, 44' pt Paloschi

NOTE: ammoniti Mora, Capece, Rossoni, Milesi, Terigi, Mbaye, Paloschi, Blondett; recupero 1+4. Spettatori 597 (di cui 34 abbonati ). Incasso 3800 euro circa di cui 374€ rateo abbonamenti. Presente una trentina di tifosi ospiti in curva est.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2021/10/09/fermana-siena-il-peggior-attacco-contro-la-miglior-difesa/1044709/

https://www.viverefermo.it/2021/10/03/fermana-in-vena-di-regali-e-spuntata-la-vis-ringrazia/1040730/

https://www.viverefermo.it/2021/09/30/fermana-vittoria-doveva-essere-e-vittoria-stata/1037746/

https://www.viverefermo.it/2021/09/28/fermana-adesso-i-numeri-fanno-paura/1036580/

https://www.viverefermo.it/2021/09/26/la-fermana-con-riolfo-bella-solo-a-met-e-vince-la-carrarese/1036010/

https://www.viverefermo.it/2021/09/23/fermana-il-neomister-riolfo-si-presenta-ritrovare-lo-spirito-combattivo/1033293/

https://www.viverefermo.it/2021/09/21/fermana-mister-riolfo-il-sostituto-del-dimissionario-domizzi/1031989/

https://www.viverefermo.it/2021/09/20/la-fermana-ancora-ko-0-4-e-si-arrende-domizzi-a-rischio-esonero/1031414/



Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2021 alle 19:23 sul giornale del 10 ottobre 2021 - 472 letture


Paolo Bartolomei