Addio a Marcello Diomedi, ex calciatore di Fermana e Sangiorgese

3' di lettura 25/09/2021 - FERMO -  È venuto a mancare a Jesi Marcello Diomedi, 78 anni, forte difensore centrale che giocò nella Fermana nel campionato 72-73 in serie D collezionando 30 presenze e ben 5 gol, nella Sangiorgese undici anni prima ma anche ex di Fiorentina e Bari in serie A. Era in campo il giorno dello scudetto del Cagliari nel 1970. È stato uno dei pochi calciatori ad aver militato e siglato gol in tutte le categorie (dalla serie A alla 3° Categoria), e addirittura anche con la maglia della Nazionale italiana di serie C, dove ha disputato 2 gare e realizzato 1 gol.

Diomedi quando arrivò in gialloblù era al termine di una carriera dorata, caratterizzata da ben quattro campionati interi in serie A, tre con la Fiorentina e uno con il Bari, squadra con la quale ha militato altri quattro anni in B e con cui l'anno prima ottenne la promozione dalla serie cadetta.
La famiglia era originaria del Fermano, lui però nacque in Sardegna perché il padre si era trasferito nell'isola per motivi di lavoro (daziere), per questo motivo, pur essendo marchigiano, si sentiva anche sardo a tutti gli effetti.

Rientrata la famiglia nelle Marche, Marcello Diomedi iniziò la carriera calcistica nel 1961 in serie D con la Sangiorgese allenata da Corrado Viciani, poi dopo un'annata alla Ternana in serie C, approda in serie A con Fiorentina (tre stagioni) e Bari (una). Ha siglato 35 reti tra i professionisti tra cui 10 rigori. Era in campo a Cagliari al vecchio Stadio "Amsicora" (abbandonato proprio l'anno dopo in favore del nuovo Sant'Elia), con la maglia del Bari nello storico giorno in cui i sardi conquistarono lo scudetto. Poi di nuovo serie B con i pugliesi e tre presenze con la Lazio prima di approdare nel 1972 alla Fermana di patron Balestrini e dell'allenatore Ivan Sandukcic, di cui rappresentò un pilastro insieme all'altro difensore centrale, l'esperto abruzzese Ivo Di Francesco, ai quali difatti fu affidata la guida della squadra, in qualità di allenatori-giocatori dopo l'esonero di "Brazzo" Sandukcic alla 22° giornata. Per la Fermana fu la fine di un ciclo: fu l'ultimo anno in gialloblù per giocatori importanti come il regista Michele Pozzi, il portiere Giuseppe Morlacco e l'attaccante Eustacchio Di Mascio.

Diomedi ha chiuso la carriera a 38 anni con la Vigor RSA di Jesi ed era rimasto a vivere a Jesi dove ha lavorato per una compagnia assicurativa di cui il titolare era il presidente della Vigor. Marcello era impegnato nel sociale: faceva parte dell'Unitalsi e martedì prossimo lui e la moglie Rita sarebbero dovuti partire per Lourdes.
D'estate viveva a Porto San Giorgio e lo si poteva incontrare in spiaggia presso lo chalet Tropical; l'anno scorso aveva ricevuto in regalo una copia del libro sulla storia della Fermana, di cui anche lui aveva scritto una bella pagina (foto di copertina).






Paolo Bartolomei


Questo è un articolo pubblicato il 25-09-2021 alle 12:29 sul giornale del 26 settembre 2021 - 1588 letture

In questo articolo si parla di sport, paolo bartolomei, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ck9R





logoEV
logoEV