Fermo: riparte in presenza l’Istituto Universitario San Domenico

3' di lettura 20/09/2021 - La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici San Domenico di Fermo riapre le lezioni in presenza agli studenti muniti di Green Pass. Per gli altri previsto invece l’accesso alle lezioni in modalità online.

Inoltre, da quest’anno, le lezioni in presenza saranno videoregistrate e quindi potranno essere fruite anche in differita attraverso la piattaforma e.learning dell’istituto.
Prosegue invece in modalità blended, cioè mista con didattica online ed esami in presenza, il nuovo corso di laurea per mediatori internazionali delle lingue dei segni co-finanziato dal Ministero dell’Università che, unico in Italia, è giunto al suo secondo anno e sta richiamando iscritti da varie parti del paese grazie anche alle nascenti collaborazioni con istituti secondari di altre regioni.
Ma non sono queste le uniche novità de

lla San Domenico per la fase di ripartenza post-Covid.
Notevoli le facilitazioni economiche riservate agli studenti del primo anno del corso di laurea. Innanzitutto è stata aumentata la dotazione finanziaria delle consuete borse di studio parziali concesse dall’istituto a chi, per varie ragioni, non ha avuto accesso a quelle offerte dall’ERDIS, l’Ente Regionale per il Diritto allo Studio. Inoltre la San Domenico ha stipulato una convenzione con un primario istituto bancario che metterà a disposizione degli studenti un “prestito d’onore”, formula già in voga in molti paesi europei, con il quale verrà erogato allo studente, senza gravose garanzie, un importo che coprirà le spese per l’intero ciclo degli studi consentendogli di iniziare a rimborsarlo in modiche rate dopo un periodo “ponte” post lauream che gli sarà concesso per trovare un lavoro. Naturalmente se lo studente dopo la laurea triennale si iscriverà ad un corso di laurea magistrale, il periodo in cui inizierà il rimborso verrà ulteriormente differito. Un’eccezionale opportunità che, combinata con le riduzioni di costo operate dall’istituto, permetterà veramente a tutti, indipendentemente dalle condizioni economiche, di frequentare il corso universitario e completare gli studi.
Con il nuovo anno sarà rilanciata inoltre la già stretta collaborazione con la Confindustria di Fermo per tirocini e placement in azienda di laureandi e laureati.
Dal prossimo anno infine, pandemia permettendo, saranno attivati per tutti gli studenti soggiorni estivi di studio a Malta presso una sede recentemente aperta dal Gruppo San Domenico nel quadro della sua politica di espansione internazionale.
Come dichiarato dal Direttore della San Domenico di Fermo Carlo Nofri “ Gli ultimi anni ci hanno dimostrato che il tessuto produttivo delle Marche, dalla manifattura al turismo, ha un enorme bisogno di figure professionali ad alto tasso di specializzazione, come i nostri traduttori e interpreti, per gestire un rilancio internazionale che passa necessariamente attraverso una più incisiva presenza sui mercati esteri sia in modalità online che offline. Anche il recente impegno dell’amministrazione regionale per costituire un’agenzia per la internazionalizzazione e il turismo presuppone una crescita di capitale umano specializzato da impiegare in questa azione strategica che si dispiegherà nei prossimi anni. Un’ulteriore dimostrazione che questo corso di laurea, coniugando strettamente abilità linguistiche e abilità informatiche, rappresenta una delle più efficaci risposte alle richieste che vengono e verranno in futuro dal mondo del lavoro, un percorso in grado di premiare anche l’aspettativa di un’occupazione stabile e adeguatamente retribuita che è tra le legittime aspirazioni di molti giovani”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2021 alle 14:01 sul giornale del 21 settembre 2021 - 237 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cj0e





logoEV
logoEV