Smerillo: nuovo step per la stazione di servizio. Sarà il Comune a gestirla.

3' di lettura 18/09/2021 - Verrà realizzata lungo la Faleriense, nei pressi della località Vatenna, con un investimento di circa 300.000€. Nessun interesse da parte delle ditte petrolifere locali, allora sarà il Comune a gestire l’impianto. Il Sindaco Vallesi: “Creeremo una società energetica”. L’appalto dei lavori entro il 31 dicembre, la realizzazione per l’estate prossima.

A Smerillo proseguono interventi, progetti e opere. L’attività dell’Amministrazione Vallesi non si ferma. In questi giorni si è aggiunto un nuovo e significativo capitolo alla questione “stazione di rifornimento”. Mesi fa, noi di VivereFermo eravamo stati i primi a riportare la notizia ed ora ci sono stati sviluppi.

È ufficiale, la stazione di servizio si farà, ma a differenza di come detto tempo fa, a gestirla non sarà una ditta petrolifera, ma il Comune stesso. Come mai? “E’ semplice. Dopo aver lanciato il bando per le manifestazioni di interesse, nessuna ditta petrolifera locale si è fatta avanti. In parole povere, nessuno ha mostrato interesse – spiega il Sindaco Vallesi – da lì, come Amministrazione, abbiamo preso la decisione che sarà il Comune a gestire l’impianto, attraverso la costituzione di una società energetica. In questo modo, potremo proporre anche dei prezzi calmierati per il carburante e più vantaggiosi”.

Un cambio di strategia quello compiuto dalla squadra Vallesi, che non ha voluto tergiversare, stando ad aspettare eventuali interessati dell’ultimo minuto, ma ha preferito agire con prontezza: “Lo scopo del nostro progetto è quello di offrire un servizio nuovo ed essenziale ai cittadini. Non potevamo farci scappare questa opportunità – ribadisce il Sindaco – chi risiede qui, se vuole far carburante per l’auto o per i mezzi agricoli, è costretto a spostarsi verso Amandola, Servigliano o Comunanza, con la stazione, invece, potrà fare tutto rimanendo sul territorio di residenza”.

Ridurre gli spostamenti per i cittadini, garantire un nuovo servizio ed al tempo stesso abbracciare la linea green: “L’impianto fornirà carburante di vario genere, ovvero diesel, benzina e metano. Istalleremo anche una colonnina per la ricarica di autovetture elettriche, oltre alla vendita di legna da ardere e carbone, messo a disposizione da produttori della zona. Inoltre, sarà possibile creare anche posti di lavoro per i giovani della zona, portando un ritorno economico all’intero territorio”.

Insomma, una stazione di rifornimento moderna, efficiente e capace di accogliere automobilisti e cittadini dell’intera zona montana: “Come detto in precedenza, la stazione sarà posizionata lungo la strada Faleriense, nei pressi della località Valtenna, adiacente all’ex stazione ferroviaria di Smerillo. Si tratta di un percorso stradale altamente trafficato, che necessitava ormai da anni di un progetto del genere” ha sottolineato Vallesi.

Un’opera di grande interesse per il Comune. I costi di realizzazione? “Parte dei fondi impiegati provengono dai contributi post-sisma assegnati ai Paesi del cratere, per la precisione 200.000€ e la restante parte sarà impiegata grazie alle risorse del Comune, con un investimento di 100.000€. Dunque, una spesa complessiva di 300.000€”.

E quando vedremo la stazione in funzione? “Ovviamente ci sono dei tempi tecnici da rispettare e seguire, però contiamo di assegnare l’appalto dei lavori entro il 31 Dicembre – conclude il Sindaco – a seguire, l’opera sarà terminata nell’estate del 2022 e da quel momento entrerà in funzione”.










logoEV
logoEV
logoEV