Fermo, "All inclusive": le associazioni di volontariato fanno squadra. Con Lagrù laboratori di teatro per la crescita personale

2' di lettura 16/09/2021 - L’associazione Il Ponte è la capofila. Con lei ce ne sono tante altre. Dal Centro di Solidarietà Marche Sud a Famiglia Nuova, da Farsi Prossimo a Crescere Insieme, dalla Compagnia delle Opere Marche Sud ad Artemista, da San Cristoforo al Tarassaco, fino a Lagrù: insieme hanno scelto di fare squadra.

Da febbraio stanno portando avanti un progetto. La conclusione è prevista per dicembre. Si chiama “All inclusive”: è un viaggio nella comunità che rigenera le persone. A finanziarlo è stata la Regione con risorse del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’obiettivo è declinare il concetto di aiuto in termini rigenerativi, coinvolgendo i beneficiari delle azioni in percorsi pensati su misura per loro, stimolando la loro partecipazione attiva in ogni settore della società. Le azioni messe in campo non si fermano all’erogazione di beni e servizi primari: «Un pezzo di pane lo troviamo sempre. Quello che viene a mancare, spesso, è la vicinanza, la speranza, l’amore» dice a tal proposito Silvano Gallucci, il presidente del Ponte. E i volontari ce la mettono tutta per dare speranza: «Da molti anni vivo in questo mondo e non ne ho mai visto uno che fosse stanco, annoiato o triste. Quando si dà una mano agli altri si è felici, speranzosi» conclude.

Le associazioni, unitesi, hanno prima letto il territorio. La crisi si è aggravata, le fragilità sono aumentate. «Alla lista dei beneficiari si sono aggiunte persone e famiglie fino a poco tempo fa autonome» spiega Stefania Santarelli di Artemista. L’operato di queste organizzazioni non si ferma a fornire le cosiddette risposte di bassa soglia. L’aiuto è anche nella ricerca del lavoro, nel ritrovamento della fiducia in se stessi, nel potenziamento della tenuta del nucleo familiare. Si fanno workshop, si offre supporto psicologico, si ascolta, si creano dei percorsi e di gruppo e individuali, «e, così facendo - spiega la Santarelli - il senso di autoefficacia torna in moto».

Sono centinaia le persone alle quali essi stanno dando supporto. «Diverse hanno trovato lavoro, sia pur stagionale» spiegano. Di mezzo c’è anche il teatro, con l’associazione Lagrù. «Non serve a niente, ma serve a tutto» dice il presidente Lorenzo Palmieri. E a volte a trovare lavoro dà una mano anche questo. «Dà maggiore consapevolezza il teatro, indaga le qualità delle persone e lo fa in modo pratico» spiega. Le lezioni partiranno il 27 settembre. Si terranno a Fermo, presso la sede di Famiglia Nuova in via Marchetto Morrone 3. Saranno dieci e gratuite, tutte di lunedì dalle 21.15 alle 22.45. Insegnanti Oberdan Cesanelli e Stefano Leva. Per info e iscrizioni telefonare al 328 7756579.


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2021 alle 16:54 sul giornale del 17 settembre 2021 - 191 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Benedetta Luciani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjBg





logoEV