Altidona: nuovo appuntamento alla Malibran con il duo Mandolini - Rebaudengo

3' di lettura 15/09/2021 - Continuano gli appuntamenti con la grande musica all'Accademia Malibran di Altidona per la Rassegna Concerti Oro. Prossimo evento in programma sarà Domenica 26 settembre, ore 18.00 in Sala Colonna, con il Duo Marco Mandolini, violino, e Andrea Rebaudengo, pianoforte.

Protagonisti della serata saranno Marco Mandolini, violinista, classe 1968, nato a Montréal, ex membro della European Community Chamber Orchestra e della Wiener Kammerorchester di Vienna nel biennio 1995-1997, poi, dal 1997, spalla dei primi violini dell’orchestra Haydn di Bolzano e Trento, con la quale è apparso numerose volte come solista e primo violino concertatore, ed Andrea Rebaudengo, nato a Pesaro nel 1972, pianista di Solo Goldberg Improvisation, spettacolo con Virgilio Sieni in cui esegue le Variazioni Goldberg di Bach, Attualmente insegnante del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano e detentore di un seminario al Conservatorio di Lugano.

Un duo composto da musicisti di altissimo livello, che vantano collaborazioni con i teatri più prestigiosi ed i personaggi più importanti della scena musicale mondiale, i quali eseguiranno musiche del compositore polacco Karol Szymanowski e del compositore francese Maurice Ravel. Un programma raffinato, elegante, che vede la scrittura immaginifica e lussureggiante di Szymanowski evocare mondi lontani nel tempo con punte derivanti dal simbolismo francese, e l'interesse di Ravel che guarda ai nuovi linguaggi provenienti da oltreoceano. “Entrambi i compositori – spiega la direttrice artistica dell'Accademia Rossella Marcantoni - hanno contribuito a rinnovare il linguaggio della musica nel secolo scorso. Ognuno di essi lo ha fatto in modo autonomo ma aperto a cogliere lo spirito dei tempi”.

In quel gioco di intersezioni che l’arte ha sempre dimostrato di saper cogliere e rappresentare, la Malibran propone, in ognuno degli eventi della rassegna fissati, un'esperienza musicale ogni volta diversa, come se ogni appuntamento avesse, per riprendere le parole della stessa Marcantoni, una "pennellata musicale nuova, originale, inaspettata. Sì, perché la musica è fatta di sorpresa, di colori, di tante tinte e sfumature infinite. Il concerto di Domenica pomeriggio sarà uno di quei concerti che rimarrà impresso, sia per la qualità degli esecutori, sia per il programma, davvero affascinante. E questo deve essere compreso perché tutta la rassegna è stata pensata anche per divulgare la cultura musicale nel nostro territorio. Affinché ciò avvenga, abbiamo invitato grandi artisti e giovani talenti già meritevoli di un palcoscenico, che eseguono sia il grande repertorio, come quello di autori famosi, ma meno conosciuto, sia nuovi arrangiamenti; comunque tutti interpreti eccellenti, capaci di trasmettere qualcosa al nostro pubblico, che negli anni è cresciuto ed è diventato sempre più partecipe, attento e critico. Penso sia importante, terminato il concerto, andare via dalla sala con qualcosa in più ”.

Al termine del concerto seguirà un brindisi nel Giardino degli Ulivi dell'Accademia con i vini artistici Cantatrice e Guarracino prodotti dalla stessa Malibran, che saranno accompagnati dagli squisiti Amaretti della Valdaso. Si ricorda che la prenotazione all'evento è obbligatoria.