Smerillo-Montefalcone: si torna in classe. L’augurio dei Sindaci per il nuovo anno scolastico.

4' di lettura 14/09/2021 - Asilo, elementari e medie, gli alunni si preparano al rientro. Vallesi: “La speranza è che si torni a vivere un anno di tranquillità e di piena formazione per tutti gli studenti”. Grifonelli: “Ai ragazzi dico, vivete la scuola a pieno, sfruttate al meglio ogni momento in classe, è lì che create il vostro futuro”. Come nel 2020, anche quest’anno i tre ordini scolastici saranno tutti ospitati nella struttura di Montefalcone.

Le vacanze sono finite e l’estate chiude i battenti. Domani 15 settembre si torna in classe. Come in molte altre parti d’Italia, anche nelle Marche suonerà la prima campanella dell’anno scolastico 2021/2022.

A tornare in classe saranno circa 200.000 studenti marchigiani, tra questi anche gli alunni dei Comuni di Montefalcone e Smerillo. Nei due Borghi dell’Alto Fermano, la situazione Scuola ha vissuto mesi complessi, visto il serio rischio di depotenziamento e possibile chiusura di alcune classi pretesi dai piani alti dell’Istruzione marchigiana. Fortunatamente, grazie al lavoro delle Amministrazioni comunali, questo rischio è stato scongiurato e gli alunni potranno tornare normalmente in classe.

Come lo scorso anno, ad ospitare tutte le classi dei tre ordini scolastici (infanzia, elementari e medie), sarà la Scuola di Montefalcone, considerando che i lavori di ristrutturazione e rinnovamento dell’Asilo di di San Martino al Faggio, nel Comune di Smerillo, non sono ancora terminati. Come stanno procedendo? “Gli interventi sono a buon punto. La maggior parte del lavoro è stato fatto – spiega il Sindaco Vallesi – tuttavia ci siamo dovuti fermare per problematiche legate al tetto”.

Un intervento molto importante, che restituirà alla comunità smerillese una Scuola dell’infanzia rinnovata e moderna. I lavori, però, iniziati a grande ritmo, sono stati messi in standby. Quando riprenderanno? “Stiamo aspettando una risposta dal GSE ed appena arriverà, concentreremo i restanti fondi per terminare l’intervento sulla parte superiore dell’edificio”.

Dal prossimo anno l’Asilo di San Martino al faggio tornerà in funzione: “Contavamo di terminare i lavori in questi mesi estivi, poi però i tempi si sono prolungati – ribadisce Vallesi – ci impegneremo per riaprire le Scuola dell’infanzia nella prossima primavera. Nel frattempo ringrazio l’Amministrazione di Montefalcone che, anche quest’anno, ha messo a disposizione le classi per i più piccoli”.

Un messaggio per gli studenti che domani torneranno a Scuola: “Agli alunni di Smerillo e Montefalcone auguro di incominciare questo nuovo anno scolastico nel migliore dei modi, mettendo sempre al primo posto impegno e dedizione. Nella società di oggi, lo studio e l’istruzione sono elementi imprescindibili per vivere bene e costruirsi un futuro – sottolinea Vallesi – Dopo lezioni a distanza e lockdwon, la mia speranza, da Sindaco e cittadino, è che si torni a vivere un anno di tranquillità e di piena formazione per tutti gli studenti. I nostri ragazzi ne hanno bisogno”.

Si allinea a questo augurio anche il Sindaco di Montefalcone Giorgio Grifonelli, che sottolinea: “Non era scontato tornare in classe. Le difficoltà dell’ultimo anno sono ancora presenti, gli alunni devono essere orgogliosi e soddisfatti di poter rientrare a Scuola. Come Amministrazione, auguriamo loro di poter vivere a pieno regime la vita scolastica e di raggiungere grandi risultati”.

Il futuro di questi luoghi e nelle mani della nuova generazione: “L’Amministrazione è stata e sarà sempre al fianco del corpo docenti, dei collaboratori e degli studenti. Faremo di tutto per rendere migliore la crescita e la formazione degli alunni, loro sono il nostro futuro, sono il tesoro più prezioso che abbiamo – afferma il Sindaco – dobbiamo fornirgli i servizi migliori ed offrire possibilità per il loro domani”.

La sopravvivenza di un Borgo passa anche dalla Scuola: “E’ inutile negarlo, la Scuola per un Comune come il nostro rappresenta qualcosa di fondamentale, senza di essa i piccoli Paesi non sarebbero gli stessi – ribadisce Grifonelli - nell’ultimo periodo, noi Sindaci stiamo cercando di mantenere vivo il tessuto scolastico con le unghie e con i denti. Abbiamo dovuto fare i salti mortali per scongiurare depotenziamenti e chiusure. La Scuola di Montefalcone rappresenta un’eccellenza della zona montana, dalla quale escono ragazzi pronti ad affrontare qualsiasi percorso di studi. Il nostro obbiettivo è quello di proteggere questa realtà e con essa dare un futuro ai nostri giovani”.