Uno sguardo alla stagione turistica di quest’anno: intervista ai B&B di Fermo

4' di lettura 13/09/2021 - Buon andamento dei flussi turistici, ma i B&B rilevano ancora dei problemi: si parla della ricerca di una destagionalizzazione turistica.

È stata una stagione buona per il turismo della città di Fermo, che ha visto l’arrivo di molti turisti che hanno apprezzato la città e il territorio. Per rendersi davvero conto dell’andamento del turismo, però, può essere utile ascoltare l’opinione di coloro che si trovano a contatto con il turista. Perciò, abbiamo voluto ascoltare tramite una piccola intervista, alcuni B&B di Fermo, per capire appieno la situazione.

Nonostante il buon andamento dei flussi turistici, ci sono ancora criticità importanti da affrontare. La prima è quella del “turista di passaggio”. “Bisognerebbe ridurre il fenomeno del turista mordi e fuggi” suggerisce Michele del B&B A Palazzo, e questa è una necessità riscontrata anche da altri B&B, come La casa dell’Artista e Le terrazze, che ammettono: “I turisti non partono per visitare la città, Fermo è una sosta del loro viaggio verso la Puglia e il Sud Italia”.

Bisogna ammettere che i turisti, anche se soggiornano per poco in città, ne rimangono subito incuriositi: “Ai loro occhi Fermo è un posto nuovo, non è sicuramente la tipica meta estiva piena di turisti. I clienti sono anche molto attratti dal territorio circostante” spiega Alessio della Casa dell’Artista. I B&B Le terrazze e Falconi concordano che il turista è attirato dalla posizione di Fermo, che permette di visitare sia la montagna che il mare. Alcuni operatori (come il B&B La Lanterna e il Ross House) sottolineano il grande interesse dei turisti per la parte culturale della città, come i musei, la Piazza e il Duomo di Fermo.

Purtroppo, si registra un forte calo dei turisti stranieri, dovuto soprattutto al Coronavirus e alle regole per la prevenzione e il contenimento. Circa il 90% dei turisti che hanno soggiornato nei B&B fermani sono italiani, soprattutto provenienti dal Nord. Solamente pochi B&B, come, ad esempio, Mamma Ari e La Casa di Era (che però è vicino alla costa), hanno avuto dei clienti stranieri, maggiormente provenienti dal Nord Europa, per esempio da Germania, Olanda e Russia.

Il secondo problema è che l’interesse per la città si concentra principalmente nel periodo estivo. “Lavorare due o tre mesi all’anno non è sufficiente. Solo a luglio e agosto si ha un guadagno decente, il resto dell’anno è un vero disastro” lamenta Donatella della Corte. Molti dei B&B intervistati concordano che è necessario creare più eventi per attirare il turista in autunno e in inverno, puntando così a una destagionalizzazione turistica. Cesare del B&B Fermo Storica suggerisce: “Fermo è una città che ha molto da offrire, si può garantire la presenza del turista per tutto l’anno, partendo, per esempio, dal mantenere gli stessi orari dei musei anche nella ‘bassa stagione’”.

Continuando l'analisi, si evidenzia che i turisti che hanno visitato Fermo sono soprattutto famiglie o coppie di mezz’età, mentre la presenza dei giovani è in forte calo. “I miei clienti vanno dai 35 ai 60 anni. Sono attirati dalla generosa offerta culturale della città: amano visitare i musei e conoscere la storia” dice Elisabetta delle Terrazze. “Ho la sensazione che i giovani preferiscano andare altrove” ammette Donatella della Corte. “Una soluzione potrebbe essere quella di comunicare tempestivamente gli eventi di Fermo e farli circolare più possibile, e anche migliorare organizzazione dei mezzi di trasporto, prevalentemente usati dai giovani” propone Daniela del B&B “Il fico gentile.”

Nel complesso, però, il turista rimane molto affascinato dalla città, e molto spesso decide di tornare. “Riceviamo moltissimi complimenti per la nostra città”, dichiara Pina del B&B Porta Santa Lucia: “L’unica lamentela che ho ricevuto è per la poca pulizia dei vicoli centrali”, affermazione condivisa anche da Mamma Ari.

Da queste interviste emerge la grande potenzialità della città, che è sempre apprezzata e amata dal turista, ma inevitabilmente si riscontrano anche alcuni problemi. Quello maggiore è legato alla destagionalizzazione dell'offerta di turismo del nostro bellissimo territorio, ma si deve cercare anche di migliorare alcuni servizi e di porre attenzione anche alle proposte specifiche per alcuni segmenti di turisti, come ad esempio i giovani.

Sicuramente c'è una trasformazione in atto e un forte interesse turistico per Fermo: la passione e la rete degli operatori turistici è un punto di forza per la città e per il territorio.

Si ringraziano tutti i B&B che hanno partecipato all’intervista.






Questo è un articolo pubblicato il 13-09-2021 alle 19:22 sul giornale del 14 settembre 2021 - 334 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, fermo, b&b, turisti, stagione, stagione estiva, articolo, Silvia Cotechini, estate 2021

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ci1G