Monte Urano, Tari: riduzioni per andare incontro a famiglie e attività economiche

3' di lettura 08/09/2021 - Saranno inviate nei prossimi giorni le lettere per la riscossione della Tari. Per il secondo anno consecutivo, il Comune di Monte Urano ha attivato apposite riduzioni per andare incontro a famiglie e attività economiche e commerciali che più hanno risentito degli effetti della pandemia.

Il pagamento della tassa sui rifiuti potrà essere dilazionato in tre rate, con scadenza al 30 settembre, 30 novembre e 31 dicembre, o in un’unica soluzione, da saldare entro il 30 settembre. Per le utenze domestiche sono previste agevolazioni che verranno concesse su presentazione di apposita domanda, a seguito di emissione di avviso pubblico nei primi giorni di ottobre. Le utenze non domestiche che hanno subito conseguenze economiche negative a causa dell’emergenza sanitaria si vedranno detratta una parte della tassa. Nel dettaglio, per alberghi, pensioni, bar e tutto il settore della ristorazione, la detrazione sarà del 75%; per associazioni, scuole, palestre, circoli e attività artigianali del 50%; per cinema, teatri, sale convegno, campeggi, impianti sportivi, negozi di abbigliamento e calzature, librerie, cartolerie, oreficerie, profumerie, fotografi, ottici, vendita a noleggio di audio-video, articoli sportivi, mercerie, cartolibrerie, casalinghi, fiori e piante e discoteche del 45%; per le attività di vendita di pellami, ingrosso di calzature, commercio all’ingrosso, accessori per calzature e macchine per calzaturifici del 40%; per autorimesse, magazzini senza vendita diretta e autosaloni del 35%; per uffici, agenzie, studi professionali, banche, istituti di credito, negozi di filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli, ombrelli, antiquariato, banchi di mercato e tipografie del 30%. Per le utenze non domestiche verrà, altresì, effettuato un conguaglio qualora, nell’anno 2020, non abbiano usufruito delle riduzioni legate al Covid loro spettanti. Le utenze non domestiche escluse dalle agevolazioni, ma comunque sottoposte a chiusura in conseguenza dei provvedimenti per il contenimento della pandemia o titolari di partita Iva che svolgono attività di impresa, arti e professioni, destinatarie del contributo a fondo perduto previsto dal “Decreto Sostegni”, potranno usufruire di una riduzione del 30% presentando, entro il 31 dicembre, apposita richiesta all’Ufficio tributi del Comune o, via Pec, a comune.monteurano@emarche.it, allegando idonea documentazione. La riduzione eventualmente concessa sarà applicata all’importo dovuto per l’anno prossimo o, nel caso la tassa non sia più dovuta per tale annualità, corrisposta direttamente al beneficiario. «Confermiamo e potenziamo – spiega l’assessore ai Tributi, Giacomo Sollini – tutte le riduzioni per le utenze non domestiche (quindi: attività commerciali, di servizi e produttive), fino ad arrivare a un -75% per le categorie maggiormente colpite dalle restrizioni collegate alla pandemia. Attueremo anche un aiuto concreto alle famiglie monturanesi in difficoltà. Infatti, con uno stanziamento di circa 20mila euro, andremo a ridurre sensibilmente gli importi dovuti della Tari (a breve, sarà pubblicato un apposito bando). Siamo consapevoli che, anche quest’ anno, ci sono attività economiche e famiglie che continuano a risentire della crisi pandemica. Questi interventi sono rivolti a sostegno di quelle fragilità».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2021 alle 12:57 sul giornale del 09 settembre 2021 - 194 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte urano, comune, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cidp





logoEV
logoEV
logoEV