Spettacolo: le iniziative fatte con il cuore uniscono Fermo e San Ginesio

1' di lettura 29/08/2021 - L'attore fermano Savino Marè al Ginesio Fest con Giuliano Ciabocco, Remo Girone e Giampiero Solari.

Archiviata con soddisfazione la seconda edizione del Ginesio Fest, una cinque giorni di teatro, performance, danza e musica che ha animato le strade, le piazze e i siti d'arte del centro marchigiano.
Il progetto nato lo scorso anno in piena pandemia è stato fortemente voluto dal Comune, con in primis il sindaco Giuliano Ciabocco, per favorire il rilancio ed il ripopolamento di uno dei borghi più belli d'Italia ferito in modo profondo e doloroso dal sisma del 2016 e colpito, come tutto il territorio nazionale, dagli effetti della pandemia da COVID-19.
Una location perfetta visto che qui il teatro è sempre esistito ed il suo patrono, Genesio di Roma, è conosciuto essere il santo protettore degli attori e della gente di teatro.
La manifestazione, dietro la direzione artistica di Milena Mancini e Vinicio Marchioni, che si pone l’obiettivo di valorizzare la storia del borgo, raccogliendo il tradizionale legame con le arti performative si è chiusa con la consegna del Premio San Ginesio "All’arte dell’attore" assegnato da una giuria presieduta da Remo Girone. A premiare gli attori Carolina Rosi e Michele Di Mauro il drammaturgo, regista teatrale, autore televisivo e regista televisivo Giampiero Solari. Presente in platea anche l'attore fermano Savino Marè che ha omaggiato Giuliano Ciabocco, Remo Girone e Giampiero Solari con una copia di "Come musica" - "We are music", il suo libro-diario il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza.


(Foto di Michele Lonetti)


di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 29-08-2021 alle 10:38 sul giornale del 30 agosto 2021 - 1089 letture

In questo articolo si parla di spettacolo, teatro, spettacoli, attore, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cgL4





logoEV
logoEV
logoEV