Fermana, rombano i motori mentre il puzzle si completa

10' di lettura 20/08/2021 - FERMO - Inizia domani, sabato 21 agosto (ore 18) a Siena con la prima di Coppa Italia la stagione ufficiale 2021-22 per la Fermana, quinta consecutiva di serie C dell'era Vecchiola-Finproject. Il campionato invece avrà il via sabato prossimo, 28 agosto, con Fermana-Viterbese in notturna (ore 20:45) allo stadio Recchioni.

Nel frattempo la squadra gialloblù ha disputato altre due amichevoli con l'Urbino (formazione di Eccellenza) e con il Montegiorgio (serie D) dove si è registrato il rientro di Cognigni dopo quasi sei mesi dall'infortunio.
Negli ultimi giorni il mosaico della rosa si è andato via via completando con l'arrivo di un difensore centrale (il francese Corinus), un giovane attaccante (Rovaglia) in prestito, cresciuto nel Chievo, il ritorno del centrocampista locale Capece, 29 anni, con una lunga esperienza tra serie B, C e D, l'arrivo in prestito dal settore giovanile del Torino dell'esterno offensivo Lovaglio e del giovane difensore centrale Alagna dalla Primavera dell'Ascoli.

VERSO SIENA - FERMANA DI COPPA
Esordio in gara ufficiale per la Fermana di mister Domizzi, protagonista domani del match esterno con il Siena, valevole per il primo turno eliminatorio della Coppa Italia Serie C 2021/2022. Queste le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù alla vigilia della gara, diffuse dall'Ufficio stampa della Fermana FC.
I ragazzi arrivano alla prima partita ufficiale dopo un buon precampionato, hanno avuto la giusta attitudine e serietà nel fare le cose e al di là della condizione fisica hanno soddisfatto le attese negli impegni disputati, seppur con squadre di categorie inferiori. Il Siena è una squadra ambiziosa, il recente ripescaggio ha dato il via al loro mercato e dovremo capire se inseriranno da subito i nuovi acquisti. La partita in sé è difficile da preparare in virtù di queste incognite, ma chiaramente il fascino e gli stimoli della gara ufficiale aiuteranno. La squadra sta generalmente bene a livello fisico e ha reagito ottimamente ai carichi di lavoro del ritiro, chiaro che domani non potremo essere al top ma mancano ancora dieci giorni all’esordio in campionato: dovremo essere una squadra che dura nel tempo”.

I CONVOCATI PER SIENA-FERMANA
Sono 23 i convocati di mister Maurizio Domizzi per domani allo stadio "Artemio Franchi".
Non convocati Mordini per squalifica, Corinus per un fastidio alla caviglia, Isacco al muscolo psoas, mentre Cognigni e De Pascalis per rientro graduale dai rispettivi infortuni.

Portieri: 1 Ginestra,12 Ajradinoski, 22 Moschin.
Difensori: 2 Rossoni, 13 Diouane, 14 Scrosta,19 Pistolesi, 23 Alagna, 30 Sperotto.
Centrocampisti: 4 Urbinati, 8 Grossi, 10 Bolsius, 11 Bugaro, 15 Lorenzoni, 20 Capece, 25 Graziano, 33 Marini.
Attaccanti: 7 Marchi, 21 Nardella, 26 Lovaglio,27 Grassi, 29 Rovaglia, 32 Nepi.

AMICHEVOLE URBINO-FERMANA 1-5 (mercoledì 18 agosto)
Fermana 1°tempo (4-4-2): Moschin; Lorenzoni, Corinus, Scrosta, Mordini; Bolsius, Urbinati, Graziano, Bugaro; Marchi, Nepi.
Gara che inizia subito con la Fermana avanti che trova il gol dopo 10 minuti: cross di Bolsius per la testa di Graziano che insacca. Passano quattro minuti e arriva il raddoppio di Marchi su rigore, concesso per un atterramento di Nepi. Lo stesso Nepi, attaccante classe 2000, prima si fa fermare da Fiorelli in uscita e pochi minuti dopo, al 36esimo, lo trafigge in uscita. Nel finale occasione per l'Urbino con Saine che manda altissimo.

Fermana 2° tempo (4-4-2): Ginestra; Diouane, Alagna, Sperotto, Pistolesi; Nardella, Grossi, Marini (23' st Capece), Lovaglio; Grassi (23'st Cognigni), Rovaglia.
In avvio di ripresa segna l'Urbino con l'imbucata di Pierucci per Renzi che deposita in rete con Ginestra in uscita. All'8 minuto arriva la quarta rete fermana con una punizione di Grossi che spolvera l'incrocio dei pali. A metà ripresa il ritorno in campo di Cognigni dopo 160 giorni dall'infortunio e l'ingresso di Capece. Pochi intanto dopo il portiere nega la gioia del gol a Rovaglia, con la punta delle dita. Quinta rete messa a segno proprio da Capece al 35' con un bel destro dal limite.

JEREMY CORINUS FIRMA
La Fermana ha contrattualizzato il difensore centrale francese Jeremy Corinus. Classe 1997, Corinus ha svolto l'intera preparazione agli ordini di mister Domizzi e mercoledì scorso ha sottoscritto un accordo fino al 30 giugno 2023 con i gialloblù. Esperienza nel settore giovanile del Bordeaux e successivamente all'Amiens, ha poi vestito anche la maglia dell'Ajaccio in Ligue 2 per tre anni dove però ha collezionato una sola presenza da titolare, poi pochi altri gettoni con pochi minuti e una lunga sfilza di non convocazioni causa problemi fisici che adesso sembra aver superato; c'è anche un breve passaggio in Italia al Gozzano (insieme agli ex canarini Mane, Grossi e Graziano), dove però non ha mai giocato per problemi burocratici. Insomma una incognita di buone speranze. "Sono molto felice di aver firmato con la Fermana - le sue prime parole, diffuse dall'Ufficio Stampa della Fermana FC come per tutti gli altri giocatori - sono qui da un mese e ho svolto tutta la preparazione con la squadra. Ho trovato un gruppo di ragazzi fantistici, mi trovo estremamente bene con tutti compreso lo staff tecnico, con il mister e tutta la dirigenza. L'obiettivo è quello di fare il massimo per sfruttare al meglio questa occasione cercando di ottenere il miglior risultato possibile con la squadra, guardando sempre in alto e al massimo".

IN ATTACCO ARRIVA IN PRESTITO PIETRO ROVAGLIA
La Fermana acquisisce a titolo temporaneo l’attaccante Pietro Rovaglia. Classe 2001, è un prodotto del settore giovanile del Chievo Verona con cui si è messo in grande evidenza a suon di gol con la maglia dell’Under 17 prima e della Primavera 3 poi meritandosi anche le convocazioni nelle rappresentative Nazionali Under 15, Under 18 e Under 19. Proprio con il Chievo Verona ha collezionato 3 presenze e un assist in Serie B prima del passaggio in prestito lo scorso gennaio alla Pistoiese con cui ha totalizzato 14 presenze. Arriva con la formula del prestito dalla Ternana. "Sono estremamente felice e soddisfatto di questa nuova esperienza e non vedo l'ora di cominciare. Ho tantissima voglia di mettermi in gioco sei mesi passati a Pistoia non ottimali per me. Ho tantissima voglia di rimettermi in gioco in questa esperienza. Di Fermo non conoscevo moltissimo ma ho parlato con un grande amico come Massimo Bertagnoli che è stato qui due anni fa e mi ha parlato benissimo dell'ambiente, del pubblico e dell'atmosfera che si vive. Le mie caratteristiche? Mi piace molto legare il gioco della squadra e che si mette sempre a disposizione. Diciamo che debbo strutturarmi maggiormente dal punto di vista fisico e sono qui ovviamente per migliorarmi tantissimo con lavoro e impegno".

AMICHEVOLE FERMANA-MONTEGIORGIO 4-1 (venerdì 13 agosto)
Fermana 1' tempo (4-2-3-1): Moschin; Rossoni, Corinus, Scrosta, Sperotto; Urbinati, Graziano; Bolsius, Nardella, Bugaro; Marchi.
In avvio affonda in verticale Spagna che non trova la misura giusta. Nonostante il caldo ritmi che si mantengono buoni con spunti interessanti. Palla buona per Bolsius non finale di tempo con Gagliardini che dice di noi in tuffo sulla destra e un tiro insidioso di Perpepaj.

Fermana 2' tempo (4-4-2): Ginestra; Diouane, Corinus (17' st Alagna), Scrosta, Pistolesi; Bolsius (35' st Nardella), Urbinati (35' st Urbinati) Isacco, Bugaro (17' st Lorenzoni); Nepi, Marchi (20' st Grossi).
Cambi su entrambi i fronti in apertura di ripresa con Corinus che di testa sfiora il vantaggio. Rigore per la Fermana al 56' per atterramento di Nepi, dal dischetto realizza Marchi. Al 25' secondo tempo arriva il raddoppio firmato da Nepi con un destro da fuori area. Terza rete ancora dal dischetto (tocco di mano) realizzata da Grossi al minuto 72'. Terzo rigore di giornata arriva al minuto 38' della ripresa con Nepi che realizza la personale tripletta. Nel finale sempre dal dischetto arriva il 4-1 segnato da Albanesi.

A CENTROCAMPO RITORNA GIORGIO CAPECE
Il centrocampista centrale Giorgio Capece, classe 1992, fermano di nascita, ritrova la maglia della Fermana che aveva già vestito nella stagione 2017-2018 con 7 presenze e un assist. Una carriera che non ha bisogno di grandi presentazioni con ben 25 presenze e un assist in Serie B con la maglia dell’Ascoli, 209 presenze in Serie C con 9 gol e 14 assist totali vestendo le maglie di Spal, Virtus Lanciano, Spal, Cosenza, Juve Stabia e Paganese. Nell’ultima stagione ha vissuto una stagione da protagonista con la maglia del Bitonto nel girone H di Serie D collezionando 27 presenze tra campionato e playoff con i neroverdi. Ha siglato un accordo fino al 30 giugno 2022. “Sono veramente felice di questa importante opportunità per me, non ho esitato un secondo appena c’è stata la chiamata del direttore: tornare a Fermo è una grande possibilità e per me significa anche tornare a casa mia. Sono pronto e molto determinato in vista di questa stagione che va ad iniziare e sinceramente non vedo l’ora di scendere in campo con i miei compagni. Ne conosco alcuni che sono qui poi è chiaro che con Luca Cognigni ci conosciamo non solo in campo ma anche fuori, il nostro è un rapporto speciale anche lontano dal calcio ed è un grande piacere ritrovarlo. Il girone B? Direi molto impegnativo ed equilibrato anche dal punto di vista tecnico, ci attende una stagione molto intensa. Negli ultimi anni ho giocato in pratica sempre al sud e forse in questo girone si tende a giocare maggiormente, è un bello stimolo anche questo senza ombra di dubbio. Sono pronto a mettermi a disposizione con le mie caratteristiche per il bene della squadra in un ambiente e una città che ritrovo con grandissimo piacere”.

ARRIVA IN PRESTITO SAMUELE LOVAGLIO
Classe 2002 Samuele Lovaglio, esterno offensivo che si è messo in bella evidenza nel settore giovanile del Torino fino alla formazione Primavera dove ha collezionato 28 presenze e due reti in campionato. “Sono veramente felice ed entusiasta di questa nuova avventura, per me sarà la prima volta tra i grandi e sono prontissimo a mettermi a disposizione. Per me si tratta di una grande opportunità per crescere e per maturare moltissimo. Del nuovo gruppo conosco poco, anche se ho affrontato Alagna da avversario nel campionato Primavera. Ripeto, per me si tratta di una esperienza importante e di grandissima crescita personale e non vedo l’ora di iniziare. Come caratteristiche sono un esterno mancino cui piace partire da destra e rientrare ma ho anche fatto il trequartista e sono pronto a mettermi a disposizione”.

ARRIVA IL GIOVANE DIFENSORE MANUEL ALAGNA
Difensore centrale Manuel Alagna, classe 2002, cresciuto nel settore giovanile del Tre Teste (Roma), passa all’Ascoli dove veste la maglia della Primavera collezionando 19 presenze e 2 reti nella stagione 2019-2020 con tanto di vittoria del campionato Primavera 2 mentre nella stagione scorsa colleziona 29 presenze, 5 reti e 2 assist in Primavera 1 indossando anche la fascia da capitano. “Quando ho saputo dell'interesse della Fermana, personalmente ho subito lasciato stare le altre possibilità perché ho voluto fortemente questa maglia e questa piazza di cui alcuni miei ex compagni mi hanno parlato benissimo. Sono estremamente felice di questa scelta e sono pronto fin da subito a dare il massimo, mettendomi completamente a disposizione del mister e della squadra: non vedo l’ora di iniziare. Come caratteristiche tecniche diciamo che nasco come centrocampista me nelle ultime tre stagioni sono stato utilizzato nel ruolo di difensore centrale e non solo. Sono abituato a giocare palla a terra ma ripeto il mio unico obiettivo è quello di mettermi a disposizione della squadra”.

(foto: da sinistra in alto Corinus, Rovaglia, Capece, Lovaglio, Alagna)

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2021/08/10/fermana-arrivano-le-prime-lamentele-di-mister-domizzi/1007811

https://www.viverefermo.it/2021/08/03/fermana-chi-viene-chi-va-ritiro-e-amichevoli/1003508/

https://www.viverefermo.it/2021/07/24/iotti-lascia-fermo-dopo-5-anni-in-arrivo-il-portiere-moschin-e-il-36enne-marchi/998558

https://www.viverefermo.it/2021/07/15/fermana-ecco-i-convocati-per-il-ritiro-pre-campionato-domani-il-via/992139/

https://www.viverefermo.it/2021/07/14/fermana-presentato-il-ds-scala-i-pochi-soldi-non-mi-preoccupano-dobbiamo-lanciare-i-giovani/991370/

https://www.viverefermo.it/2021/06/23/fermana-mister-domizzi-si-presenta-giocatoridalla-serie-a-devono-incastrarsi-tante-cose/979275/






Paolo Bartolomei


Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2021 alle 19:22 sul giornale del 21 agosto 2021 - 502 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana, paolo bartolomei, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cfHP





logoEV
logoEV
qrcode