Monte Urano: al Parco fluviale arriva il “Bambù Festival”

3' di lettura 04/08/2021 - Musicisti di calibro internazionale, degustazioni ricercate e la magia di un tramonto immersi nella natura: questi gli ingredienti dell’ultimo progetto della Pro Loco Monte Urano, il “Bambù Festival”, al parco fluviale “A. Langer” il 5, 7 e 8 agosto.

Archiviata con successo l’edizione 2021 dell’Horror Festival, la Pro Loco torna ad animare l’estate monturanese con un nuovissimo evento nel primo weekend di agosto. L’ultima creazione dell’infaticabile associazione monturanese è il “Bambù Festival”, e si terrà il 5, 7 e 8 agosto. Una novità assoluta, sia per il tipo di proposta ma anche per la location scelta, ovvero il Parco Fluviale Langer, di recente riqualificato proprio grazie al lavoro della Pro Loco con il supporto dell’amministrazione comunale.

La luce soffusa del tramonto e i suoni della natura, qui al parco fluviale, possono creare l’atmosfera perfetta per un ambiente elegante, adatto ad ascoltare buona musica degustando un aperitivo. Da questa considerazione, l’idea di dare vita a questo evento, un festival che coniugasse musica, cibo, natura e relax, il tutto in un’atmosfera magica come quella creata dal tramonto” ha commentato la Presidente della Pro Loco, Lucia Gallucci. L’evento, a ingresso libero, si terrà nelle giornate di giovedì 5, sabato 7 e domenica 8 agosto, ogni sera dalle 18 fino alle 21 circa. In ognuna delle tre serate, protagonista sarà la musica di artisti di fama internazionale che si esibiranno nella suggestiva cornice del parco. Ad accompagnare i concerti di musica classica, le degustazioni proposte dallo Chef Roberto Santarelli e dalla Cantina Bastianelli, per un romantico e suggestivo aperitivo al tramonto. Giovedì 5 agosto apriranno il Festival Eduardo Hubert e Paolo Vergari, alle ore 18:00; sabato 7 sarà invece la volta dello Spilimbrass Quintett, mentre domenica 8 agosto chiuderà il Festival il Sidera Saxophone Quartet. “I posti a sedere, sulle panche da noi realizzate, sono circa 80, per cui consigliamo la prenotazione per chi desidera restare nell’area concerto; allestiremo poi il resto dell’area con cuscini e coperte a terra, proprio per godere, nel massimo relax, del connubio tra musica, cibo e natura che sarà il tratto distintivo di questo festival”, ha aggiunto la Gallucci.

Per questa prima edizione abbiamo puntato molto sui social, speriamo poi già dal prossimo anno di partire in tempo anche per la pubblicità offline”, spiega poi la Presidente della Pro Loco; “siamo comunque sin da ora molto soddisfatti del riscontro positivo ricevuto finora, con varie prenotazioni già effettuate e altre che stanno arrivando; va considerato comunque che, pur senza prenotazione, chiunque potrà accedere e assistere al festival senza essere nei pressi del palco, quindi la prenotazione è sì consigliata, ma non obbligatoria”. Come per tutti gli eventi organizzati dall’insorgere della pandemia, anche per questo festival gli organizzatori si sono impegnati affinché tutto risulti conforme alle normative in vigore; mentre per la serata del 5 agosto resteranno valide le “solite” regole, maggiore attenzione sarà richieste per le ultime due serate: “Nelle date del 7 e 8 agosto vigeranno le regole del green pass, per cui ci adegueremo di conseguenza a seconda di quelle che saranno le linee guida per eventi all’aperto di questo tipo. La nostra priorità è sempre quella di organizzare eventi in sicurezza nel rispetto delle normative”, ha concluso la Presidente della Pro Loco.






Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2021 alle 20:12 sul giornale del 05 agosto 2021 - 592 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, notizie, articolo, Roberta Ripa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cdxp





logoEV
logoEV