Fermo, Pd: "Non possiamo che giudicare negativamente la gestione del bilancio 2021"

2' di lettura 30/07/2021 - "L’amministrazione comunale ha dato, qualora ce ne fosse ancora bisogno, l’ennesima conferma di una mancanza di programmazione a lungo termine che si accompagna alla terza variazione di bilancio, dopo le due macro variazioni nei due mesi precedenti. Una progettualità assente che varia e si aggiorna a seconda di principi di gestione non chiaramente individuabili e percepibili".

A dirlo la Segreteria PD città di Fermo e il Gruppo consiliare PD città di Fermo, che rilanciano: "Nonostante il bilancio 2021 prevedesse investimenti nell’anno di almeno 22 Milioni di euro per la realizzazione di opere pubbliche, ben il 90 % degli interventi si trova ancora in fase di progettazione e slitteranno di conseguenza almeno al 2022. Incongruenza già segnalata dai nostri consiglieri comunali, in quanto la mole dei progetti individuati non poteva essere in nessun caso realizzata nella sua interezza. Anche il cavallo di battaglia del 2021, la ristrutturazione della Casina delle Rose sarà inevitabilmente rinviata. E se nel 2020 l’emergenza COVID-19 sarebbe potuta considerarsi un’attenuante, oggi dopo più di un anno questa confusione programmatica non è più in alcun modo giustificabile. Lo stato di precarietà finanziaria è messo in luce dalle entrate “una tantum”, come l’alienazione dei beni pubblici, per la copertura di parte delle spese ordinarie. I 2,3 Milioni previsti del piano di alienazione non ha trovato interesse, ad eccezione della casa del custode del Girfalco. Bene che, a nostro parere, sarebbe dovuto rimanere di proprietà pubblica in ragione del futuro assetto della Casina delle Rose e del luogo di assoluto pregio in cui è situato.

Altra nota dolente invece è rappresentata dalle società partecipate. L’ASITE ha registrato nel bilancio 2020 una perdita di oltre 100 mila euro, che in riferimento ai 200 mila euro di utile dell’anno precedente, attesta una perdita di oltre 300 mila euro. Andamento preoccupante che ci impone delle riflessioni sulla gestione della più importante azienda partecipata del territorio.

Per quanto riguarda la Solgas srl invece apprendiamo che si sta lavorando ad una fusione con la San Giorgio Energie. A questo proposito è necessario che la giunta non si muova nell’ombra e riferisca quanto prima in sede di commissione e consiliare i criteri ed i principi attraverso i quali si è deciso di procedere e, cosa più importante, quali saranno i vantaggi per la cittadinanza.

Sostanzialmente non possiamo che giudicare negativamente la gestione del bilancio 2021 per le continue rettifiche sia finanziarie che programmatiche che evidenziano improvvisazione e una progettualità non coerente con le effettive capacità dell’ente di pianificare ed attuare i programmi nei tempi previsti".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2021 alle 14:03 sul giornale del 31 luglio 2021 - 161 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito democratico, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccN3