6 agosto dedicato al vino DOC: degustazione gratuita a Porto Sant’Elpidio per "Amare il Falerio"

2' di lettura 30/07/2021 - Amare il Falerio, evento dedicato alla promozione dell’omonimo vino piceno, giunge alla sua diciassettesima edizione e va in scena il 6 agosto. Dalle 18,30 sarà possibile girare per le vie del centro cittadino e degustare 23 tipologie di vino Falerio e Falerio Pecorino e assistere alla premiazione dei concorsi collegati all’evento.

“Cerchiamo di essere vicini agli operatori commerciali tornando ad organizzare eventi. A Fermo siamo stati al fianco dell’amministrazione collaborando per le cene in Piazza del Popolo, a Porto San Giorgio si è instaurata la collaborazione con Estate in Piazza (Matteotti) e le serate musicali”. Confartigianato c’è ed è vicina agli esercenti, afferma Milena Sebastiani con orgoglio.

Per Amare il Falerio sono due i concorsi in programma, il primo è dedicato alla gastronomia e nominato “Piatto per il Falerio” in cui i ristoratori locali sono stati invitati a presentare un piatto abbinato al vino. “Cerchiamo di diffondere la tecnica dell’abbinamento, per cui non si premierà il miglior piatto ma il miglior abbinamento”. Sono 13 i ristoranti in concorso che saranno premiati il 6 agosto.

Barbara Paglialunga, delegata AIS Marche, si è occupata della selezione dei ristoratori e dei vini anche per il secondo concorso, votato all’enologia e chiamato “Calice Doc”, al quale hanno partecipato ben 23 aziende vinicole delle province di Fermo e Ascoli Piceno. L’AIS collabora da cinque anni a questo evento per valorizzare la DOC della provincia di Fermo e i suoi due vini principali: il Falerio Pecorino è composto da uve pecorino all’80%, mentre il Falerio è un mix tra trebbiano e passerina. “Abbiamo notato negli anni che i prodotti sono migliorati – afferma Paglialunga – e si sono concentrati sul biologico. I ristoratori hanno ideato piatti davvero speciali, abbiamo avuto difficoltà a scegliere il migliore; tutti hanno studiato i prodotti e gli abbinamenti alla perfezione”. La commissione giudicante è composta da degustatori ufficiali AIS che hanno trovato un livello molto alto di ristorazione.

Nove sono i locali del centro che hanno aderito all’iniziativa, all’interno dei quali si potranno assaggiare gratuitamente i vini in concorso pagando solo un calice e la sua sacca porta-calice, che si possono acquistare in due postazioni (via Battisti e Piazza Garibaldi) al costo di 3 euro. Ogni esercizio convenzionato propone un aperitivo studiato appositamente per l’evento al costo fisso di 5 euro. In ogni esercizio ci sono inoltre dei sommelier che aiuteranno nella spiegazione delle varie cantine.

“Sono felice della risposta da parte dei commercianti – conclude Sebastiani – anche perché ci sono due nuove attività appena nate che hanno dato la loro disponibilità”. Mano ai bicchieri e pronti a gustare una selezione enologica di alta qualità.


di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2021 alle 14:50 sul giornale del 31 luglio 2021 - 282 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, marina mannucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccOf