Amandola allarga i suoi confini e crea una rete tra montagna e mare. Ecco i pacchetti turistici che dalla spiaggia portano a 1800m di altezza.

5' di lettura 06/07/2021 - Un progetto lanciato dal Comune di Amandola in collaborazione con le Associazioni Villaggi Marche e B&B del Fermano. Totale sinergia tra il Sindaco Marinangeli e gli operatori del settore. “Investiremo fondi per offrire una vacanza che abbracci l’intero territorio. Il turista vivrà un’esperienza unica”. 3 i pacchetti che dal mare apriranno le porte della montagna, poi e-bike, visite ai musei ed escursioni prima di tornare sotto l’ombrellone. Si attende anche il sostegno della Regione. “Mare e Monti Sibillini possono convivere eccome, bastano impegno ed imprenditori illuminati”.

Da una parte quell’attesa infinita per avere la strada mare-monti rinnovata, dall’altra c’è chi ha deciso di creare da zero una nuova mare-monti del turismo, che possa permettere ai viaggiatori della costa di partire dal loro ombrellone in spiaggia e venire in montagna ad ammirare infinte bellezze.

L’idea non poteva non nascere in una delle Città traino della zona montana, ovvero Amandola e la trovata non poteva che essere lanciata dal Sindaco che, ormai da anni, sta cercando di rilanciare e far crescere il Comune ai piedi dei Sibillini, Adolfo Marinangeli.

Il progetto è semplice, ma geniale: “Da diversi anni, le presenze dei nostri turisti sono in aumento, nonostante la pandemia. Sappiamo che vengono perché innamorati di questi luoghi, allo stesso tempo, però, abbiamo compreso come ci siano anche viaggiatori che, dalla zona costiera, vorrebbero visitare e magari conoscere per la prima volta questi luoghi – ha esordito Marinangeli – così abbiamo deciso di andare a prenderli nei vari B&B e villaggi turistici della costa e portarli in montagna per ammirare queste terre uniche. Abbiamo creato qualcosa su misura per loro, affinchè potessero compiere un’esperienza unica dalla spiaggia fino a 1800m di altezza”.

Il progetto si chiama Pacchetti Turistici Mare-Monti ed è stato realizzato e curato dal Comune di Amandola insieme alla collaborazione delle Associazioni Villaggi Marche e B&B Fermano. “Il turismo è cambiato, non è più quello di qualche anno fa. Certo il mare è sempre un must, ma adesso anche il territorio montano si sta rilanciando, a maggior ragione dopo la pandemia con la ricerca costante di luoghi isolati e tranquilli – spiega il Sindaco - È arrivato il momento di reinventarsi e per questo abbiamo voluto creare qualcosa che unisse il mare alla montagna, per dare al turista la possibilità di vivere una vacanza a 360°”.

Questo nuovo sistema turistico, oltre a conciliare al meglio mare e montagna, offre infinite attività di contorno per i turisti. I pacchetti da scegliere sono 3: pacchetto natura, che permette esperienze indimenticabili all’aria aperta; pacchetto cultura, per un tour guidato delle bellezze artistiche e architettoniche di Amandola; pacchetto bike, curato dal Bici Club Sibillini, è perfetto per gli sportivi o per chi vuole cimentarsi nel mondo dell’e-bike o con le consuete escursioni in mountain bike. Inoltre, per i turisti sarà possibile assaggiare le eccellenze locali o approfittare dello zainetto da pici nic con all'interno deliziosi prodotti tipici

“In parole povere, andremo a prendere i turisti e li porteremo in montagna. In un’unica vacanza potranno ammirare la costa e le bellezze esclusive che solo i Sibillini sanno offrire. Un progetto unico nel suo genere che ha trovato la sua realizzazione grazie all’appoggio di veri e propri imprenditori illuminati”. I Pacchetti turistici saranno attivati questo giovedì e l’iniziativa sarà affiancata dalla Steat, che ha dato la disponibilità del trasporto.

Per il momento il Comune di Amandola ha investito circa 10.000€, ma è pronto a sostenere la mare-monti del turismo con ulteriori fondi: “Crediamo fermamente nell’iniziativa e faremo di tutto per migliorarla – afferma Marinangeli – non a caso nel nuovo Cis (contratto istituzionale di sviluppo), abbiamo inserito il progetto Montagna da Vivere, che comprende la mare-monti turistica, la riqualificazione di campo lungo, il rifacimento del rifugio Grascette ed una via preferenziale per le e-bike che dalla costa conduca ai Monti Sibillini”.

Decisiva la collaborazione dell’Associazione Villaggi Marche: “Abbiamo compreso fin da subito che l’idea era vincente e ci siamo impegnati per realizzarla. Adesso spetta a noi proporla ai nostri turisti. Siamo sicuri che verrà accolta con entusiasmo – afferma il Presidente Daniele Gatti – Ben vengano i progetti, ma poi serve concretezza come quella che ha messo in campo Adolfo. Il sistema è semplice, andremo a prendere i turisti nei bacini di utenza della costa per poi condurli fino in montagna, così facendo si crea un nuovo rapporto con il viaggiatore. Non possiamo tenerlo sempre rinchiuso nei nostri villaggi. Aderire ad un’iniziativa di questo tipo non significa perdere il turista, anzi si attirano nuovi interessati, perché si sta offrendo un servizio in più che fa del bene alle strutture della costa e della montagna”.

Fa da eco Devis Alesi dell’Associazione B&B Fermano, altro partner fondamentale del progetto: “Se si riempiono le strutture ricettive del fermano ne guadagna la montagna ed allo stesso tempo anche la costa, ne trova beneficio tutto il territorio. Allo stesso tempo avranno importanti ritorni vari settori, come la ristorazione, i produttori locali, chi offre servizi bike o i gestori di strutture. Con tutti questi servizi daremo al turista una vacanza completa, a dir poco unica, creeremo un’offerta unica nella Regione”.

Un sistema innovativo, semplice e geniale, che già piace anche al territorio provinciale: “Ringrazio il Sindaco di Fermo Calcinaro per l’appoggio che mi ha dimostrato – sottolinea Marinangeli – mi ha dato la sua disponibilità per sostenere il progetto e ringrazio anche i colleghi della zona montana, come Santa Vittoria, Falerone e Montelparo, che si sono dette interessate. Fare rete tra pubblico, associazioni e privati vuol dire proprio questo”.

Un sistema turistico a dir poco innovativo, che riesce a conciliare mare e montagna, spieggia e paesaggi a 1800 m di altezza, sole sotto l’ombrellone ed escursioni in e-bike o visite in suggestivi centri storici. L’estate amandolese fa il salto di qualità e con essa spicca il volo tutta la zona montana.












logoEV
logoEV
logoEV