I ragazzi di "Eccoppiazza" recuperano lo spazio antistante le ex Carceri al Pincio di Montegiorgio e lo trasformano in parchetto

3' di lettura 04/07/2021 - Il coloratissimo " murales orizzontale" sulla pavimentazione rappresenta simbolicamente le caratteristiche peculiari del paese.

Si chiamano “ Eccoppiazza”, sono 13 giovani montegiorgesi che vogliono fare qualcosa per rivitalizzare il proprio paese e si sono costituiti come ODV ( organizzazione di volontariato) .

Nell'estate 2020 avevano dato vita ad alcune serate in Piazza Matteotti con musica live e mescita di birra, in collaborazione con il Bar "Corso 41". Ed era stato un successo, quasi inaspettato, che aveva richiamato tanti altri giovani anche di comuni limitrofi. Quest’anno intendono fare lo stesso, pandemia permettendo, ed hanno già pronto il programma che prevede 3 serate a luglio ( il 9, il 16 e il 30) e 2 ad agosto ( il 20 e il 27), senza musica live però per evitare che la gente balli e si assembri.

Intanto, in attesa di essere tra i protagonisti dell’estate montegiorgese 2021, i ragazzi di Eccoppiazza hanno pensato bene di rendersi utili in altro modo. Hanno infatti individuato uno spazio del paese che naturalmente era diventato luogo di aggregazione per giovani e l’hanno sistemato, mettendo a servizio della comunità la loro inventiva e il loro lavoro.

Il luogo è quello davanti al palazzo che ospitava le vecchie carceri, al Pincio di Montegiorgio, fresco e arieggiato anche per la notevole vegetazione arborea presente, ma era incolto, sporco e senza panchine. Questi ragazzi si sono allora rimboccati le maniche per metterlo a posto e renderlo accogliente. Una di loro, Beatrice Finucci, ha fatto il progetto e poi tutti insieme si sono messi al lavoro : hanno ripulito l’Area con l’idropulitrice, tagliato l’erba, piantato ai bordi rose, begonie, rosmarino e 1 albero, apposto 2 tavoli da picnic in legno, con annesse panche. E poi il tocco artistico : hanno dipinto tutta la pavimentazione con figure simboliche, in colori accesi resistenti all’acqua. Insomma hanno realizzato un bellissimo murales ma orizzontale, sul pavimento.

“ Si tratta di tutte figure simboliche che rappresentano il nostro Comune- spiega Lucilla Iommi- I triangoli rossi rappresentano i tetti e i campanili, quelli gialli il sole, i semicerchi blu il mare e il cielo e le figure appuntite le montagne. Insomma il panorama che si gode da Montegiorgio , soprattutto da questo punto alto del paese che apre la visuale sia al mare che ai monti, oltre che sull ’incasato storico medievale”.

CI è voluto quasi un mese di lavoro e un esborso di circa 900 euro che però saranno rimborsati dal Comune come contributo alla loro organizzazione. L’opera si è conclusa la scorsa settimana e ci sarà una inaugurazione ufficiale. I ragazzi progettano di organizzarci anche qualche evento, ma già in questo weekend a ritrovarcisi sono stati in tanti.

“ Ora sarà importante mantenere pulito questo borgo ritrovato e confidiamo nel contributo di tutti.- conclude Lucilla- Noi metteremo anche dei posacenere e penseremo ad innaffiare le piante, ma starà al senso civico di tutti quanti lo frequenteranno preservarlo allo stato attuale”.








Questo è un articolo pubblicato il 03-07-2021 alle 15:57 sul giornale del 04 luglio 2021 - 463 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, marina vita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b9Xu





logoEV
logoEV
logoEV