Amandola: in Consiglio ricordate le vittime del covid. Sentiti applausi per la Consigliera Rafaini, nominata Cavaliere della Repubblica. “Si è distinta per la cura ai malati del Murri”.

4' di lettura 25/06/2021 - All’ordine del giorno il rendiconto 2020, chiuso con un positivo di circa 300.000€. “Investiremo questi fondi nelle opere pubbliche con grande attenzione per le Frazioni. In arrivo un primo progetto pilota speciale”. Grande il lavoro di Assessori, Consiglieri delegati e Uffici comunali. Marinangeli: “Chiudere con un avanzo così ampio vuol dire molto. È stato un anno difficile, ma ne usciamo a testa alta”. Forte sinergia con Associazioni e Pro Loco, spazio ad un ricco calendario estivo.

La situazione sta migliorando ancora, ci stiamo proiettando verso l’estate con rinnovata speranza e l’ultimo Consiglio Comunale della Città di Amandola ne è l’esempio. Infatti, quello dello scorso venerdì, è stato il primo Consiglio svoltosi in presenza dopo oltre un anno di covid.

La Sala consiliare, quindi, è tornata ad essere la culla della politica amandolese, con Consiglieri ed Assessori tutti ai loro posti. Fatta eccezione per la minoranza, che ha scelto di non prendere parte alla seduta. Niente confronto nell’aula della democrazia per i consiglieri di minoranza, che hanno deciso di non partecipare a questo rinnovato ritorno alle sedute in presenza.

Diversi i punti all’ordine del giorno, ma a rubare la scena il toccante minuto di silenzio chiesto dal Sindaco Marinangeli per tutte le vittime del covid. “Chiedo di alzarci in piedi per ricordare i tanti defunti sconfitti dalla pandemia e per ricordare quanti hanno sofferto in questo ultimo anno insieme alle loro famiglie, alle quali va il nostro abbraccio e vicinanza ”.

A seguire l’Amministrazione ha deciso di elogiare il fondamentale operato compiuto da tutti gli operatori sanitari che, incessantemente, hanno lottato contro il virus. “Dagli infermieri, ai medici, fino a tutti i dipendenti sanitari, ognuno ha messo in campo il massimo impegno, permettendo oggi a questa Regione di poter guardare al futuro con ottimismo – afferma il Sindaco – scegliendo di mettere a rischio la loro vita, consapevoli dei rischi, per restituirci di nuovo la libertà e la sicurezza ”.

Esempio encomiabile e simbolo della lotta contro il covid, è stata proprio la Consigliera di maggioranza Sandra Rafaiani, alla quale l’Amministrazione ha riservato un grande applauso, complimentandosi con lei per la recente nomina come Cavaliere della Repubblica. Infatti, la Rafaiani, lo scorso 2 Giugno, insieme ad altri cittadini del Fermano, è stata insignita di questa importante carica dal Presidente Mattarella, perchè distintasi per la cura e l’assistenza ai malati del Murri.

La Consigliera, amandolese doc, è dal 1991 al servizio dell’Asur e lavora presso l’Ospedale di Fermo come coordinatrice infermieristica del pronto soccorso. “Per me è stato un vero onore ricevere quel riconoscimento – ha poi detto Sandra Rafaiani – ringrazio tutta l’Amministrazione per la vicinanza. Da cittadina amandolese, sono lusingata di aver portato ad Amandola questo riconoscimento ”.

Sul tavolo consiliare, il punto più importante riguardava il rendiconto dell’anno 2020, che si è chiuso con una positività di circa 300.000€. Per la precisione 282mila, una cifra davvero significativa per la Città di Amandola: “Si tratta di un avanzo davvero rilevante, che è sintomo del grande lavoro svolto fino ad oggi. Impiegheremo questi fondi per le opere pubbliche ed in particolare per le tante Frazioni con un progetto pilota speciale – sottolinea Marinangeli – quest’ultimo anno è stato molto complicato e non era scontato chiudere con un trend così positivo. Tutto questo è merito soprattutto degli Assessori e Consiglieri delegati, che non hanno fatto mai mancare il loro impegno ed una costante dedizione alla Città. Hanno giocato un ruolo decisivo anche tutti i nostri dipendenti interni ed esterni degli uffici comunali, svolgendo un lavoro impeccabile con professionalità ed efficienza”.

Con l’estate che si appresta ad entrare nel vivo, si va definendo anche il calendario degli eventi estivi, già nel sito www.amandola.info. Come ogni anno, le manifestazioni e gli appuntamenti tra giugno e settembre, sono organizzati e curati dalla ottima e collaudata sinergia tra Amministrazione, Pro Loco e Associazioni.

Si rinnova, quindi, l’intesa vincente tra Assessori e Consiglieri e Comitati cittadini, sempre pronti a collaborare. Per ora i consueti eventi della Città sono stati tutti confermati. Spazio, dunque, alla Festa del Beato Antonio, Cinema all’aperto, aperitivi musicali e al Festival del Tartufo estivo in contemporanea con la Festa del gelato artigianale.

Torna la selezione di Miss Italia, appuntamento che accompagna da diversi anni l’estate amandolese e si rinnova la collaborazione tra Cai e Bici club Sibillini, con escursioni in alta quota con il progetto "Terre Alte" ed i tantissimi percorsi per e-bike sulla "Montagna dei Bambini". E da luglio parte anche il progetto Mare - Monti insieme ai Villaggi famiglia della costa e all'apprezzata Associazione B&B del Fermano, che organizzeranno uscite dal mare fino alla alta montagna Fermana.










logoEV