"Jazz e non solo jazz", seconda estate a Villa Vitali. Tre concerti, ad esibirsi anche Tullio De Piscopo

3' di lettura 24/06/2021 - Piazzale Azzolino, la sua storica location, “Jazz e non solo jazz” l’ha dovuta abbandonare lo scorso anno quando, causa restrizioni, la manifestazione si è spostata a Villa Vitali. Quest’anno, XVII edizione, stessa sorte. Ma l’importante è esserci, con la musica.

L’appuntamento fisso dell’estate fermana, da diciassette anni, ritorna. I concerti, sul palco dell’arena di Villa Vitali saranno tre. «L’estate scorsa è stata stranissima, questa sarà altrettanto. Nonostante tutto, non è voluto mancare il coraggio di confermare questa rassegna, sia pur con quei cambiamenti che all’inizio preoccupavano un po’» dice Micol Lanzidei, assessore alla cultura, sottolineando il successo dei concerti, grazie anche a grandi nomi di fama internazionale, quale Sergio Cammariere. «Come amministrazione non possiamo che dirci onorati… buon viaggio nel jazz» conclude la Lanzidei ringraziando i curatori, ossia l’associazione culturale D’Annunzio con il suo presidente Fabio Vitolo e il direttore artistico Andrea Alfieri. Ripartono da dove avevano lasciato, dalla musica, la Cenerentola in tempo di lockdown e restrizioni. Piazzale Azzolino - dicono - manca, mancano i suoi commercianti, ma Villa Vitali, quanto ad acustica, distoglie dalla nostalgia. I posti sono molti di più, ben 595, contro i 90 del Piazzale.

Sabato 10 luglio, prima serata, si esibirà Valentina Mattarozzi. Dal 2013 è la vocalist della Doctor Dixie jazz band, che ha visto collaborazioni con Gerry Mullighan, Lucio Dalla, Pupi Avati e Renzo Arbore. Sta lavorando al suo nuovo disco di inediti, anticipato da “Fragili”, il singolo uscito lo scorso 27 novembre e da un secondo singolo, stavolta in francese, “Nostalgie”, uscito il 15 gennaio scorso, che anticipa “Virtù nascoste”, il suo terzo album, dal quale prende il nome anche il concerto del 10 luglio. Tutti i brani del disco sono stati scritti da lei, tanto la musica quanto le parole. Con la Mattorozzi, sul palco di Villa Vitali, anche Daniele Scannapieco, sassofonista salernitano, musicista e compositore. Ѐ una delle colonne portanti del jazz a Salerno, conosciuto in Italia e nel mondo, preso da esempio dalle giovani leve di musicisti.

La seconda serata, il 17 luglio, vedrà protagonista Tullio De Piscopo con “Dal blues al jazz con…Andamento lento”. Brani per sola batteria, storici assoli di Tullio come Melodic Drum, accanto a intramontabili pagine musicali di standard jazzistici. Poi, l’artista regalerà brani di grande successo dal suo repertorio pop e l’atmosfera dei caldi suoni del Mediterraneo e dei vicoli di Napoli.

Ultimo concerto, “Together”, il 31 luglio. A esibirsi sarà Nick the Nightfly, nato a Glasgow ma in Italia dal 1982.Ѐ conosciuto per il suo programma radiofonico di nuove musiche e tendenze, su Radio Monte Carlo, introdotto in Italia nel 1989. Nick è un affermato cantante, suona la chitarra e compone brani di grande valore artistico, come quello scritto per Bocelli, “Semplicemente”, con il testo di Maurizio Costanzo.

Tutti i concerti inizieranno alle ore 21.45. I biglietti, dal costo simbolico di €3.00 - eccetto uno, quello per De Piscopo, che costa €10.00 - vanno prenotati telefonando al 331 2767671 (biglietteria Villa Vitali).


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2021 alle 13:28 sul giornale del 25 giugno 2021 - 291 letture

In questo articolo si parla di attualità, jazz, tullio de piscopo, articolo, Benedetta Luciani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b8xB





logoEV
logoEV