Porto Sant’Elpidio: Inaugurata la nuova Farmacia Comunale 1

4' di lettura 14/06/2021 - La nuova location della Farmacia Comunale 1 completa il rinnovamento delle sedi delle tre Farmacie Comunali. Le altre due sono dislocate una alla Faleriense (zona sud) e l’altra all’interno del centro commerciale (zona nord).

Inaugurata nel pomeriggio di ieri, domenica 13 giugno, la nuova sede della Farmacia Comunale 1 che si è trasferita a pochi passi dalla storica location, nei locali dell’ex Perini Sport con doppio ingresso, lungo la S.S.16 e su via Belgio, resi accessibili veramente a tutti.
Gli spazi ampi, luminosi e ben organizzati costituiscono un investimento di 200 mila euro che sarà ammortizzato in 15 anni.
Al taglio del nastro il Sindaco Nazareno Franchellucci, il presidente di Farmacie Comunali Marco Traini, la direttrice dottoressa Simonetta Pavanelli ed il Parroco Don Lorenzo.
Presenti le autorità civili, i rappresentanti dei mondi istituzionali, i medici di base, nonché le maestranze che per diversi mesi hanno lavorato all'interno della struttura.
Apre la cerimonia Don Lorenzo che si affida al Vangelo secondo Marco per impartire la benedizione affinché la nuova Farmacia Comunale 1 diventi un luogo prezioso per tante persone, un luogo di ristoro e di recupero per la salute.
A seguire l'articolato intervento del primo cittadino: "Riflettevo simpaticamente e scherzosamente sul fatto che in qualche modo l'inaugurare sedi delle farmacie comunali è qualcosa che mi ha accompagnato per tutta questa mia esperienza amministrativa da sindaco di questa città. Pochi giorni fa sono arrivato agli otto anni di mandato e ricordo molto bene che la prima inaugurazione che mi è capitata di fare dopo una decina di giorni dall'insediamento è stata quella della nuova sede della farmacia comunale 3. Esperienza che fin da subito all'interno della società ha fatto capire ed ha dimostrato quanto l'importanza di avere una sede nuova e rinnovata rappresentasse un punto di riferimento fondamentale oggi in cui il mondo del commercio al di là di quello della vendita del farmaco è profondamente cambiato. La società ha deciso di proseguire all'interno di questa riqualificazione e quindi è arrivata la nuova sede della farmacia comunale 2 e poi sulla scorta di ciò che per l'appunto dicevo pocanzi l'assoluta necessità di proseguire in questo trend di rinnovamento, di aggiornamento, di presenza evidente del prodotto commerciale legato a quella che è l'indubbia professionalità di tutti coloro che lavorano all'interno delle nostre farmacie comunali e quindi è arrivata ormai prima della pandemia la decisione che anche la farmacia comunale 1 aveva la necessità non soltanto di rinnovarsi ma di fare un investimento di tipo strutturale che di fatto permettesse di accrescere ancor di più e di valorizzare il patrimonio di questa società. Società che non soltanto è in grado di svolgere a pieno quello che è il compito principale e fondamentale di una farmacia ma lo fa nonostante sia una società a fortissima partecipazione pubblica (il comune è socio per il 95% delle farmacie comunali) anche e soprattutto mantenendo un altissimo standard delegato a quella che è la qualità del bilancio e soprattutto gli aspetti finanziari che devono riguardare le società. Di questo devo ringraziare il consiglio di amministrazione per il grande lavoro svolto ed in maniera particolare devo ringraziare il presidente Marco Traini che fin da subito ha sposato quella che è stata l'indicazione unanime della nostra assemblea dei soci di rinnovare anche questa struttura e di portare a termine la realizzazione di una struttura che avesse quelle caratteristiche, di tipo appetibile ma soprattutto di grande appeal commerciale che oggi una struttura come quella in cui ci troviamo permette poter realizzare e di poter portare avanti. Quando si parla di qualità e di eccellenza delle farmacie comunali per il nostro modo di vedere non si parla soltanto di quella che è la qualità del servizio che viene erogato all'interno delle sedi stesse ma soprattutto di quella che la società è in grado di poter offrire. Tutte le nuove sedi non possono far altro che avere dei locali idonei per svolgere anche delle prestazioni sanitarie collaterali ed altri tipi di prestazioni necessarie come abbiamo avuto modo di constatare in questo tremendo periodo di pandemia che ci auguriamo veramente di esserci messa alle spalle. Fin dai primi mesi con i medici di base prima si è svolto un essenziale e fondamentale servizio per la erogazione di tamponi e poi ci si è messi al loro fianco ancora una volta quando si è intrapresa la strada della grande campagna vaccinale."


di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 14-06-2021 alle 07:57 sul giornale del 15 giugno 2021 - 506 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7b0





logoEV
logoEV
logoEV