Santa Vittoria: addio all'ex piscina. "L'incendio potrebbe essere doloso". Indagini e sopralluoghi confermano le prime ipotesi.

4' di lettura 03/06/2021 - Dopo la prima giornata di controlli, ci sono concrete possibilità che le fiamme siano state appiccate da qualcuno. Vergari: "Un gesto sconsiderato. Era in fase di avvio il bando per la riconversione della struttura. L'incendio non cambierà i piani. Andremo avanti". Un'azione folle che poteva mettere a rischio la salute di molti. Paura e profondo dispiacere tra gli abitanti: "Scompare un pezzo di storia. Vedere la ex piscina in quello stato ci spezza il cuore".

Immagini che resteranno impresse nell'mmaginario colletivo per molti anni. Una giornata davvero triste per l'intera comunità di Santa Vittoria in Matenano. Una giornata che difficilmente verrà dimenticata.

Nella mattinata di ieri, alle prime ore dell'alba, i cittadini del Comune fermano sono stati svegliati da un rumore del tutto insolito e da un forte bagliore rossastro, accompagnato da una fitta coltre di fumo nero. Il tutto proveniva da Via Gigli. La ex piscina era andata in fiamme.

L'incendio, in pochi istanti, aveva letteralmente divorato la struttura, interamente in legno e era concreto il rishcio che le fiamme si espandessero nelle vicine palazzine abitate. L'allarme, lanciato da cittadini del posto, coadiuvato da un Assessore, è stato subito raccolto dai Vigili del Fuoco della vicina sezione di Amandola, che in breve tempo si sono recati sul posto. Al seguito anche i Carabinieri della locale stazione e i colleghi di Montegiorgio.

I pompieri, con particolari difficoltà, sono riusciti a domare le fiamme dopo ben 2 ore di intervento ininterrotto. Sul luogo dell'accaduto solo macerie, non era rimasto niente. Anni di storia e ricordi bruciati dalle fiamme in pochi secondi. Dopo l'azione dei Vigili del Fuoco, con la collaborazione delle Forze dell'Ordine, sono subito iniziate le indagini e tutti gli accertamenti del caso.

La domanda che tutti si chiedono è una sola: l'incedio è stato appiccato volontariamente? "Sembra che le fiamme, dai primi sopralluoghi, siano di origine dolosa - afferma il Sindaco Vergari, visibilmente scosso dall'accaduto - Un gesto inimmaginabile e sconsiderato".

Le ipotesi iniziali, quindi, sembrano trovare conferma dopo i primi accertamenti: ci sono concrete possibilità che l'incedio sia stato appiccato da qualcuno. Ma per quale insensato motivo? Una scellerata vendetta verso qualcono o qualcosa? O semplicemente un gesto sconsiderato? Nessuno, al momento, riesce a spiegarie tutto questo.

Paura e profonda tristezza per gli abitanti: "Si tratta di qualcosa di impensabile. Nessuno poteva mai immaginare una fatto del genere. La paura è stata tanta, ma adesso lascia spazio al dispiacere. Tutti eravamo legati a quel luogo, dai grandi ai bambini. Vedere la ex piscina in quello stato ci spezza il cuore. E' scomparso un pezzo della nostra storia".

La piscina di Santa Vittoria, per molti anni, ha rappresentato un vero e proprio punto di riferimento per tante generazioni che amavano il nuoto e tutte le attività affini. Insieme alla vicina piscina di Montelparo, costituivano un duo sportivo-attrattivo invidiato in tutta la Regione. Da sempre, bambini, ragazzi, scolaresche e giovani di ogni età, provenienti da tutta l'area montana e non solo, hanno fatto i primi tuffi e imparato le prime bracciate nella struttura santavittoriese. Un vero e proprio fiore all'occhielo che il Comune fermano sfoggiava con orgoglio.

Poi la mancanza di fondi e i considerevoli costi di gestione, hanno portato alla chiusura dell'impianto. "La ex piscina era in disuso da circa 10 anni, ma nessuno ha mai dimenticato quanto è stata importate per la comunità dell'intera zona montana. Uno degli obbiettivi principali dell'Amministrazione era proprio quello di riqualificare e riammodernare la struttura per rilanciarla - spiega Vergari - proprio in questi giorni, infatti, era in fase di avvio il bando per affidare la progettazione della riconversione in palazzetto polivalente, tramite i fondi post-sisma".

E ora, dopo l'incendio, si bloccherà tutto? "Assolutamente no. Questo tragico accaduto non cambierà i piani. Vogliamo regalare ai nostri cittadini un impianto moderno e che porti rinnovata linfa alle nuove generazoni - conclude il Sindaco - nonostante l'incendio, contiamo di affidare a breve la progettazione e nella primavera del 2022, inizieremo i lavori".

Le indagini e i rilevamenti continueranno nei prossimi giorni per chiarire le dinamiche e sciogliere ogni dubbio sull'accaduto, alcuni punti fermi sono stati già individuati, ma c'è da trovare risposta ancora a diverse domande. Una cosa è certa, in pochi "infuocati" secondi, un pezzo di storia di Santa Vittoria ha lanciato per sempre il suo ultimo saluto.

Qui di seguito alcuni scatti.












logoEV
logoEV
logoEV