Monterubbiano, Sciò La Pica tra passato, presente e futuro: inaugurata la mostra e celebrata la Pentecoste

2' di lettura 24/05/2021 - Sono state due giornate all'insegna dell'emozione e della condivisione quelle vissute dalla comunità di Monterubbiano durante il weekend, grazie all'impegno dell'associazione Armata di Pentecoste e dell'Amministrazione comunale.

Sabato l'inaugurazione della mostra “Armata di Pentecoste - Sciò La Pica: una festa tra sacro e profano”, allestita all'interno del Polo culturale San Francesco. Domenica la celebrazione della Pentecoste al Chiostro di San Francesco alla presenza dei capitani delle 4 Corporazioni e dei cerofori, un momento di grande coinvolgimento al quale si è aggiunto il tradizionale taglio della pianta di ciliegio. “Per il secondo anno a causa dell’emergenza sanitaria non abbiamo potuto organizzare la rievocazione storica con la tradizionale sfilata e la giostra dell’anello - ha spiegato la sindaca Meri Marziali in occasione della presentazione della mostra, tenutasi nel Teatro Pagani -. Insieme al direttivo e a tutta l’Armata di Pentecoste abbiamo voluto comunque realizzare uno spazio che con i costumi e le immagini raccontasse la nostra Sciò la Pica. Una delle rievocazioni storiche più antiche delle Marche, che ci auguriamo di organizzare il prossimo anno e che cercheremo di far crescere e di valorizzare sempre più. È il primo evento che organizziamo sotto il mio mandato, un evento sul quale abbiamo lavorato convintamente e per il quale continueremo a spenderci senza alcuna esitazione”.

Presenti all'incontro numerosi cittadini, rappresentanti delle istituzioni locali e regionali. Un ringraziamento particolare è stato rivolto dalla sindaca al tenente colonnello dei Carabinieri Nicola Gismondi, al presidente del Conservatorio “Pergolesi” di Fermo Igor Giostra, alla presidente della banda cittadina Giuliana Pazzi, alla consigliera nazionale Icom Daniela Tisi, alla preside dell’Istituto comprensivo Annarita Bregliozzi, alla presidente della Croce Rossa locale Antonietta Napoleoni e a quella della Provincia di Ascoli Cristiana Biancucci. “Negli ultimi mesi la vita cittadina di Monterubbiano è stata caratterizzata dalla perdita di due persone importanti per la nostra rievocazione storica: per questo vogliamo rendere omaggio a Stefano Scialè e a Paola Pierangelini” ha chiosato la sindaca. Anche Stefano Pompozzi, vice presidente della Provincia di Fermo, Guido Castelli, assessore della Regione Marche (che ha patrocinato e contribuito alla realizzazione dell'iniziativa) ed il senatore Francesco Verducci hanno speso parole importanti per Sciò la Pica e l'associazione Armata di Pentecoste, rimarcando il profondo significato di una ripartenza della vita cittadina attraverso la cultura e la valorizzazione della memoria collettiva.

Di grande interesse l'intervento finale di Walter Scotucci, scrittore e storico dell'arte, che ha ripercorso magistralmente la storia della rievocazione storica monterubbianese. Al termine, prima del taglio del nastro della mostra, il pubblico si è spostato al Chiostro San Francesco per uno spettacolo di musici e sbandieratori.




redazione Vivere Fermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2021 alle 16:04 sul giornale del 25 maggio 2021 - 203 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b4jp





logoEV
logoEV