Smerillo 1000 cantieri. Strade nuove, riqualificazione e un parco avventure.

5' di lettura 15/05/2021 - Ufficio postale rinnovato con bancomat, illuminazione a led, stazione di servizio e un bilancio comunale di oltre 4 milioni. Vallesi: “Abbiamo molti progetti in cantiere e tanti contributi da investire. Sarà un’estate all’insegna delle opere pubbliche. Dopo la pandemia, il rilancio dell’Italia passa anche dai piccoli borghi”. Avviati i lavori al Museo e nuova segnaletica per i turisti.

Smerillo fa le cose in grande e guarda al futuro con nuovi progetti. Il Paese montano vuole lasciarsi alle spalle l’emergenza sanitaria e puntare ad un rilancio deciso.

Con al petto la medaglia di Comune con meno contagi della Provincia, merito del comportamento impeccabile dei suoi cittadini, il Borgo fermano si appresta a vivere mesi di fermento per quanto riguarda interventi e lavori pubblici.

Ad annunciarlo è il Sindaco Vallesi: “Abbiamo tanti progetti in programma, alcuni in dirittura d’arrivo e diversi cantieri attivi. Il primo che salta all’occhio riguarda l’edificio che ospita la sede provvisoria del Municipio e il Museo di Scienze naturali”. Che genere di intervento state effettuando? “L’impalcatura è stata posizionata circa una settimana fa ed i lavori stanno entrando nel vivo. Stiamo portando avanti la ristrutturazione e la riqualificazione del Museo, sito al piano superiore. L’intervento è stato reso possibile grazie ai fondi Pil – spiega Vallesi – ristruttureremo gli interni, posizionando finestre nuove e arredamento rinnovato, come sedie e postazioni di vario genere. Inoltre sostituiremo anche l’impianto di riscaldamento con caldaie nuove. In questo contributo rientra anche l’acquisto di nuova segnaletica per i sentieri, molto frequentati dai turisti”.

Il turismo è sempre una grande risorsa per un Comune come Smerillo? “Si, decisamente. A livello nazionale, il rilancio, sia economico che lavorativo, passa anche dai piccoli borghi ed i turisti possono portare numerose entrate per un Paese come il nostro. Le attività ricettive della zona montana traggono un importante percentuale dei loro guadagni dal turismo. Non a caso, come Amministrazione, stiamo cercando di migliorare i servizi da offrire ai nostri visitatori”.

Attrazioni e divertimento per grandi e bambini: “In quest’ottica rientra una recente idea che abbiamo avuto. Un parco avventura a Smerillo. So che può suonare come una stranezza, però vogliamo impegnarci e stiamo cercando di capire se sia realmente fattibile – afferma il Sindaco – lo spazio da impiegare c’è, infatti utilizzeremmo l’area verde dell'ex campeggio che negli anni ’90 era stata progettata come campo sportivo. Al momento è inutilizzata e la nostra idea sarebbe quella di istallare attrazioni e giochi a tema per bambini e famiglie. Abbiamo anche individuato dei fondi regionali, circa 200mila €, che potrebbero essere impiegati”.

Ben venga il turismo, ma i servizi per i cittadini sono difficili da garantire in un piccolo Comune? “Si questo è vero. Ma siamo abituati a lottare contro i tagli e quello che abbiamo ce lo teniamo stretto, come ad esempio l’ufficio postale. Dal 2016, a causa del sisma, siamo stati costretti a trasferirlo in un container per poter garantire le operazioni quotidiane ai cittadini. Di recente, abbiamo avuto sollecitazioni dalla direzione di Poste Italiane affinchè trovassimo una sistemazione più consona per l’ufficio, altrimenti c’era il serio rischio di chiuderlo. Senza batter ciglio, siamo riusciti ad individuare una soluzione. Infatti nei prossimi mesi l’ufficio sarà spostato nell’edificio difronte all’ex asilo, tornato agibile dopo i lavori di ristrutturazione e in aggiunta istalleremo anche un postamat”.

Servizi per la comunità, ma anche tanti interventi in programma? “Esatto. Mediante i fondi del recovery fund, siamo riusciti a programmare più a lungo. Il bilancio comunale, da 800.000€ degli scorsi anni, ha raggiunto gli oltre 4 milioni, una cifra davvero notevole per un Comune come Smerillo. Per questa crescita, decisivi sono stati il supporto dell’Ufficio tecnico e la collaborazione dei consiglieri sempre pronti – sottolinea Vallesi - Di recente sono stati assegnati i lavori di messa in sicurezza della Fessa. Un intervento di circa 1 milione di euro, grazie ai contributi per il dissesto idrogeologico. Sullo stesso binario, viaggia l’opera di fortificazione dei muraglioni all’ingresso del Paese, sempre con fondi pari ad 1 milione. Abbiamo ottenuto contributi anche per l’ammodernamento della sala polifunzionale di San Martino al Faggio e per la bocciofila. Da fuori può sembrare poca cosa, ma per Smerillo vuol dire molto”.

Ma gli interventi non finiscono mica qui: “Nel frattempo procedono anche i lavori alla Scuola dell’Infanzia. Il miglioramento e l’ampliamento dell’edificio è a buon punto. Pochi giorni fa, c’è stata assegnata la certificazione Enel per l’autonomia energetica della struttura e l’obbiettivo è di riattivare l’Asilo a Settembre”.

E sulla questione strade, com’è la situazione? “La viabilità è sempre una tematica delicata per le nostre aree, ma stiamo intervenendo nelle situazioni più delicate. Nel mese di giugno, inizieranno i lavori di riassetto del manto stradale di Contrada Cortegliano. Sarà un intervento di grande portata, oltre 3 milioni di euro impiegati. I lavori saranno svolti dall’Anas e consisteranno in un completo rifacimento della carreggiata e del fondo stradale, con l’utilizzo di palizzate ed ingegneria naturalistica. Nel settore viabilità, rientra anche la costruzione di una postazione TPL per il trasporto pubblico locale. In sintesi realizzeremo un nuovo attraversamento pedonale nei pressi dell’isola ecologica di Smerillo, con pensilina e ricariche per cellulari”.

Nuovo look al centro storico e il sogno della stazione di servizio: “Oltre a queste opere, stiamo portando avanti anche la campagna delle luci a led. A breve istalleremo nuovi impianti nelle frazioni di Castorano. Abbiamo fatto progressi anche nel progetto per la realizzazione della stazione di servizio a Val di Tenna. Inoltre, è in programma la nuova pavimentazione in diversi punti del centro storico e il riassetto del fondo dei parcheggi”.

Insomma, una serie di lavori che testimoniano il desidero di Smerillo di rilanciarsi. Tanti progetti per un piccolo Paese che pensa in grande.












logoEV
logoEV
logoEV