Ancora una vittima del Covid: deceduto Cesare Rossi, gestore dell'Aviopista "Paci" a Piane di Montegiorgio

2' di lettura 08/05/2021 - Cordoglio in tutta la vallata dove era molto conosciuto e stimato.

Conosciamo bene la caducità della nostra vita terrena. Ciononostante la notizia della morte di qualcuno ci lascia sempre sbalorditi e increduli. Soprattutto se la persona deceduta ha avuto un ruolo pubblico e sociale e se scopri che è stato il Covid a portarselo via. Proprio in un momento in cui la pandemia sembra allentarsi, i vaccini e le cure praticate danno speranza.

Per Cesare Rossi non è stato così, non ce l' ha fatta a sopravvivere a questo subdolo virus, anche se era un grande lottatore e l’ha dimostrato in tutti i suoi 72 anni di vita da protagonista, inseguendo il suo sogno più grande, quello di un aeroporto a Piane di Montegiorgio.

L’Avio superficie “Guido Paci” però l’ha realizzata e la gestiva, con annesso un ristorante, e questo gli ha consentito di lasciare una importante traccia sul territorio e nelle tante persone con cui si è rapportato in questi anni stringendo relazioni ed anche amicizie profonde.

Grande il vuoto che lascia. Ho avuto modo di incontrarlo tante volte e non posso non ricordare quanto fosse intraprendente in ogni cosa che faceva, pieno di vita, visionario per certi aspetti, ma travolgente. Non si aspettava certo di andarsene così presto, aveva ancora tante cose da fare.

“Era un vulcano di idee - scrive in un post anche il Sindaco di Montegiorgio Michele Ortenzi, annunciandone addolorato il decesso - Un uomo innamorato della vita, con la grande passione di volare. Quanti incontri nel suo ristorante, quanti progetti da realizzare. Credeva fermamente nella funzione strategica che l’Aviopista di Montegiorgio avrebbe potuto rivestire sotto ogni punto di vista : economico perhcè a servizio delle imprese, turistico per il rilancio dei nostri territori, di soccorso e formazione con la prospettiva di creare un punto di ammassamento della Protezione Civile. Con la sua passione smodata e il suo attaccamento viscerale per questo territorio ha sempre saputo trasmettere la voglia di fare, di intraprendere, di osare. Ora potrai volare libero, con una vista privilegiata su ciò che tanto amavi”.

Cesare Rossi si era sentito poco bene una quindicina di giorni fa. Covid aveva sentenziato il tampone. Dall’Ospedale di Fermo al Covid Hospital di Civitanova Marche e infine in quello di Ancona, dove ieri sera è avvenuto il decesso. Ciao Cesare, ora vola in pace.






Questo è un articolo pubblicato il 08-05-2021 alle 14:52 sul giornale del 09 maggio 2021 - 2488 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, marina vita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b2ip





logoEV
logoEV
logoEV